Martedì 22 Giugno 2021 | 00:58

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Montalbano pronta a dire no alle scorie

Montalbano pronta a dire no alle scorie

 
Covid
Basilicata, solo 40 i nuovi positivi

Basilicata, solo 40 i nuovi positivi

 
Ambiente
Matera, riattivata un'antica cisterna

Matera, riattivata un'antica cisterna

 
covid
La Basilicata è tornata in zona bianca

La Basilicata è tornata in zona bianca

 
tradizioni e pandemia
Matera, il carro della «Bruna» resta ai box

Matera, il carro della «Bruna» resta ai box

 
L'emergenza
Basilicata zona bianca: Speranza telefona a Bardi

Basilicata zona bianca: Speranza telefona a Bardi

 
Il caso
Matera, donna di 90 anni truffata dal finto nipote del cuore

Matera, donna di 90 anni truffata dal finto nipote del cuore

 
Il caso
Matera, aggredisce e rapina la compagna: arrestato e allontanato

Matera, aggredisce e rapina la compagna: arrestato e allontanato

 
Anziani in pericolo
Matera, raggirò una 90enne: arrestato

Matera, raggirò una 90enne: arrestato

 
Televisione
Matera, Imma Tataranni è tornata

Matera, Imma Tataranni è tornata

 

Il Biancorosso

Calcio
Michele Mignani

Il Bari si affida a Mignani: è lui il nuovo allenatore

 

NEWS DALLE PROVINCE

Lecceil fenomeno
Lecce,  volontari croce rossa

Castro, sbarco di migranti vicino la grotta Zinzulusa

 
BariIl caso
Bari, allarme in città, tre donne picchiate

Bari, allarme in città, tre donne picchiate

 
MateraIl caso
Montalbano pronta a dire no alle scorie

Montalbano pronta a dire no alle scorie

 
PotenzaIl caso
Potenza, frenata sull’acqua cara

Potenza, frenata sull’acqua cara

 
TarantoIl fatto
Taranto, Bus in fiamme ai Tamburi

Taranto, bus in fiamme ai Tamburi

 
BrindisiIl fatto
Fasano, il navigatore «tradisce» camionista traffico in tilt

Fasano, il navigatore «tradisce» camionista traffico in tilt

 
Batil caso nella Bat
Andria, sicurezza, agricoltori nel mirino

Andria, sicurezza, agricoltori nel mirino

 
FoggiaIl caso
Foggia, gestione rifiuti tanti i nodi al pettine

Foggia, gestione rifiuti tanti i nodi al pettine

 

i più letti

In via Zuccarella

Agguato a Scanzano
spari contro un'auto

Agguato a Scanzanospari contro un'auto

Scanzano JonicoTornano far west e terrore a Scanzano Jonico. Intorno alle 18.30, in via Zuccarella, zona 167, Giulio Aliani, 26 anni, di Craco, sembrerebbe essere scampato per miracolo ad un vero e proprio agguato. Il giovane, domiciliato a Marconia, stava transitando alla guida della sua auto nella centralissima via del comune jonico, quando è stato fatto oggetto di due colpi di pistola che hanno colpito il parabrezza della sua auto, una Volkswagen Golf di colore nero, fortunatamente senza colpirlo.

Aliani, quando ha capito che era oggetto di un’imboscata, sarebbe sceso dal mezzo per darsi alla fuga. Per tutta risposta l’aggressore (o gli aggressori: al momento non è ancora chiaro in quanti hanno agito) avrebbe cercato di colpirlo con un bastone, attingendolo di striscio. L’episodio, avvenuto in una zona molto frequentata, ha impressionato non poco i residenti del centro jonico che sono tornati indietro nel tempo, ad episodi simili che hanno interessato Scanzano.
Sul posto si sono immediatamente recati gli uomini del Commissariato della Polizia di Stato di Policoro, unitamente al personale della Scientifica, e quelli della Compagnia dei Carabinieri policorese, anche se le indagini sono condotte sul campo dai primi, coordinati dal dirigente del Commissariato, Roberto Cirelli. Aliani è stato trasportato all’ospedale di Policoro per farsi medicare le lievi escoriazioni riportate, per poi essere trasferito negli uffici del Commissariato, dove è stato interrogato. Al momento sono ignoti i motivi del tentato agguato. Aliani ha una fedina penale pulita e non si comprendono bene le cause di quello che avrebbe potuto essere un fatto ben più grave, se solo chi ha sparato avesse centrato il probabile obiettivo.

In attesa che gli inquirenti facciano piena luce sull’episodio, sperando anche in un fare collaborativo della vittima, a Scanzano Jonico torna la paura per l’escalation criminale. Soprattutto, torna a fare capolino la domanda sul perché, dopo il trasferimento a Policoro del Commissariato, ancora oggi il centro jonico sia sprovvisto di un avamposto delle forze dell’ordine. Urge, sempre più, una presenza fissa e costante dello Stato in una realtà che, come ha dimostrato la sparatoria di ieri, è vessata della criminalità, che si combatte soprattutto con la presenza fisica di forze dell’ordine. [p.miol.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie