Sabato 18 Settembre 2021 | 00:19

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Matera

Per la crisi al Comune
volano gli stracci nel Pd

comune matera

MATERA - Si discute della composizione della nuova Giunta. Ieri mattina avrebbe dovuto esserci l’incontro tra il sindaco e gli esponenti del Pd. Vertice saltato perché, nella stanza del primo cittadino, quando era ancora assente, è scoppiata un bella litigata, con espressioni e toni di voce uditi anche ben oltre gli ovattati ambienti del sesto piano. Per via della bagarre, a quanto pare, il sindaco non sarebbe neppure entrato nella bagarre, ma è rimasto fuori. Conclusione, l’incontro è stato rinviato alle 19,30. Ed è stato preceduto da un comunicato del segretario cittadino del Pd, Cosimo Muscaridola, diffuso dopo una riunione della direzione del partito. Nella nota si ribadisce che, «la direzione dopo ampia discussione all'unanimità conferma la volontà di continuare l’interlocuzione con il sindaco di Matera e dà mandato al segretario cittadino Cosimo Muscaridola e al capogruppo in Consiglio comunale Salvatore Adduce di verificare nell'incontro programmato in data odierna (ieri, n,d,r.) la possibilità di addivenire ad un'intesa sul programma da presentare al Consiglio e alla città. Il segretario riconvocherà la direzione per le risultanze dell'incontro e per assumere le decisioni conseguenti».

Dagli attriti registrati ieri, si denota lo scontro tra forze che si sono misurate anche alle primarie con esiti netti a favore della componente facente capo alla senatrice Maria Antezza. Ad ogni modo, mentre scriviamo, la riunione in via Moro è ancora in corso e si ha al sensazione che la spaccatura nel Pd non sarà sanata con un colpo di bacchetta magica e che l’accordo per la formazione di un nuovo esecutivo andrà comunque in porto, anche senza l’avallo di tutte le anime del partito.

L’altro tema che ha tenuto banco in queste ore è il «presunto» coinvolgimento dell’ex ministro Adriana Poli Bortone alla guida dell’assessorato alla cultura. A fronte di una disponibilità dell’ex parlamentare, però, non sarebbe stato concordato nulla a monte, prima di tutto con il sindaco, che ha avuto modi di non sapere nulla. Nulla di ufficiale rispetto a quanto intrapreso da un gruppo di amici di Poli Bortone. Insomma, il sindaco, non ha dovuto neppure smentire, per la ragione che di questa iniziativa avrebbe avuto contezza solamente dopo, da informazioni di stampa.

Sono tutti segnali, per chi ha voglia di interpretare. In realtà, Raffaello De Ruggieri, con passo più da fondista che da centometrista, sembra intento a ricomporre, tessera dopo tessera, un complicato mosaico che deve tenere conto della variegata maggioranza che lo sostiene e, a l contempo, delle forze che, dai banchi dell’opposizione, stanno creando i presupposti per un dialogo finalizzato a evitare la conclusione anticipata della legislatura. Per la nota ragione che per il voto, poi, bisognerebbe attendere maggio del 2018, sempre che non non si intenda evitare il ricorso al commissariamento dell’ente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie