Domenica 19 Settembre 2021 | 22:21

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

matera

La raccolta di notte
può essere sufficiente?

Il Comune al lavoro per implementare il servizio

La raccolta di notte può essere sufficiente?

di Donato Mastrangelo

Quasi 70 tonnellate di rifiuti al giorno, equivalenti ad un chilo e trecento grammi per abitante ben al di sopra della media nazionale. Gli abituali itinerari di visita dei Sassi e le strade del centro storico, invase a macchia di leopardo da cumuli di spazzatura nei ponti del 25 aprile e del 1° maggio, fotografano fedelmente la situazione di un fenomeno che rischia di assumere proporzioni ancora maggiori con evidenti ripercussioni negative per il decoro urbano e l’immagine della Capitale europea della Cultura. Dopo le reiterate proteste dei residenti e, soprattutto degli operatori commerciali, l’Amministrazione comunale sta cercando di ovviare alle criticità implementando, per quanto possibile rispetto alle risorse economiche ed al capitolato di appalto sottoscritto con la società Progetto Ambiente, la raccolta con particolare riferimento alle ore notturne.

«Stiamo definendo - dichiara Enzo Acito, assessore al Turismo ed alla Gestione del ciclo dei rifiuti - gli ultimi dettagli con la società che si occupa della raccolta dei rifiuti, compatibilmente con le risorse finanziarie di cui disponiamo in bilancio e, dunque, cercando di economizzare al massimo la spesa e garantendo la soluzione dei problemi riscontrati nelle ultime settimane, ponendo l’attenzione sui passaggi che riguardano la raccolta della frazione organica e degli altri materiali da smaltire.

Sembra paradossale - prosegue Acito - ma oltre all’aggravante dei conferimenti che non rispettano i criteri indicati dal regolamento, a volte si registra la mancanza di sincronismo tra il passaggio del mezzo preposto al ritiro dei rifiuti ed il conferimento degli stessi materiali». Dopo il confronto avviato dal Comune ed in particolare dal sindaco Raffaello De Ruggieri, con gli assessori Acito, Antonella Prete ed Eustachio Quintano con gli operatori commerciali, Rete Imprese Italia e le associazioni di categoria, quindi, qualche novità dovrebbe sicuramente esserci per il servizio della raccolta di rifiuti nei Sassi e nel centro storico procedendo all’aggiornamento dell’attuale vademecum ed alla raccolta notturna.

«In questo modo - evidenzia l’assessore Acito - dovrebbe essere scongiurata la presenza al mattino di significative quantità di rifiuti, sia per quanto riguarda l’organico che le altre frazioni merceologiche, mentre per tipologie di rifiuti voluminose è prevista, previa comunicazione, di poter conferire agli ecocentri». Al momento, comunque, l’Amministrazione comunale e la società Progetto Ambiente stanno ragionando sulla possibilità di poter spostare la fascia oraria di raccolta attuale, che va dalle 6 alle 12 alle ore notturne, partendo dalle 4 del mattino fino alle 10. Gli operatori commerciali, a fronte di un aumento delle tariffe sui rifiuti invocano un potenziamento del servizio, anche per evitare possibili provvedimenti in ordine a problemi igienico-sanitari ravvisati dalle competenti autorità. Si teme, peraltro l’effetto domino, con il rischio di ulteriori conferimenti abusivi laddove vi siano già dei cumuli di immondizia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie