Mercoledì 22 Settembre 2021 | 00:49

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

la voce dei borghi

Picciano avrà presto
il gas metano

Ultimata l'esecuzione della rete restano da definire i contratti per le utenze

 Picciano avrà presto  il gas metano

di Donato Mastrangelo

MATERA - Sono in dirittura d’arrivo gli interventi che garantiranno l’erogazione del gas metano alle utenze domestiche di borgo Picciano A. Dopo la realizzazione dell’impianto di pressurizzazione, infatti, l’ultimo tassello riguarda le procedure per definire i contratti con l’ente gestore della rete metanifera. L’utilizzo del gas metano, ovviamente, consentirebbe agli abitanti, una quarantina le famiglie che risiedono nella frazione, un notevole risparmio sulla bolletta energetica. Con ogni probabilità, dunque, quello del 2016 è stato l’ultimo inverno senza il metano per le famiglie della frazione materana.

«Era un’opera - dichiara - Francesco Lamacchia, da decenni residente a Picciano - attesa davvero da troppo tempo. Ci siamo battuti con tenacia, sensibilizzando le istituzioni sulla importanza di dotare il borgo di un servizio fondamentale e che consentirà alle famiglie di risparmiare sui consumi energetici. I lavori per la realizzazione della rete metanifera erano stati avviati nel luglio 2016 ed ultimati nell’ottobre dello stesso anno. Poi si è reso necessario completare l’intervento realizzando l’impianto di misurazione a pressione variabile e di odorizzazione. La rete del gas di Borgo Picciano A si connette alla linea di distribuzione che serve anche le utenze della zona industriale di La Martella. L’intervento, che riguardava area a ridosso dell’altra frazione della città dei Sassi, era già stato eseguito in precedenza dall’Amministrazione comunale presieduta dal sindaco Salvatore Adduce.

A questo punto per la rete metanifera di Picciano A, fatta eccezione per alcuni piccoli interventi, si procederà soltanto alla definizione dei contratti da parte delle utenze con l’ente gestore. I circa duecento abitanti che risiedono nella frazione situata a pochi chilometri da Matera, per alimentare le proprie abitazioni ricorrono ormai da anni all’utilizzo del Gpl, il gas liquefatto che richiede la presenza dei bomboloni all’esterno delle case. Usando il Gpl, però, i costi lievitano in maniera superiore rispetto al gas metano. Senza tenere conto, inoltre, che la presenza del Gpl nei serbatoio esterni comporta anche dei rischi maggiori per i residenti.

In passato, come già detto, gli abitanti, hanno reiteratamente segnalato i disagi per l’assenza del gas metano. Numerosi gli incontri con i rappresentanti istituzionali.

Adesso i residenti chiedono che vengano rimosse anche altre criticità, a partire dai problemi di sicurezza connessi alla viabilità lungo la strada provinciale Matera - Gravina in Puglia. In particolare i cittadini del borgo invocano misure per limitare la velocità in corrispondenza dell’incrocio per Picciano A dove si sono verificati numerosi incidenti.

Tra le ipotesi avanzate la possibilità di installare un autovelox fisso oppure di prevedere altri dispositivi finalizzati a far rallentare gli automobilisti che transitano lungo l’arteria stradale. Vengono segnalate delle carenze anche per quanto concerne la segnaletica orizzontale e verticale, un disservizio che crea non pochi problemi soprattutto in condizioni meteorologiche precarie. I residenti auspicano, infine che venga curato lo sfalcio dell’erba anche lungo i margini della strada che conduce al Santaurio di Picciano, in concomitanza con il mese mariano. Quanto alla frazione viene chiesta una eficiente copertura della rete telefonica fissa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie