Domenica 26 Settembre 2021 | 12:50

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Matera

Restauro edicole votive
si farà grazie a un privato

Restauro edicole votive si farà grazie a un privato

MATERA - Chissà quante volte l’occhio si è soffermato a osservare, per amore del bello. Ma anche la devozione popolare è accertata. Si rinnova ogni 2 luglio, quando si festeggia la Madonna della Bruna. All’alba, da qui passa e si ferma la Processione dei pastori. Anche quest’anno il rituale sarà rispettato e l’edicola lignea, il trittico con la Madonna e altri due dipinti, sarà bella come quando venne esposta il primo giorno, nell’Ottocento. Sarà restituita in una cerimonia il prossimo 8 giugno.

Ma, andiamo per ordine. In Vico Case Nuove, a ridosso di via Ridola, per la precisione sotto l’arco, si fronteggiano due edicole votive. Decorano la via interna sulla quale furono edificate le abitazioni inizialmente adibite a ospitare i prelati e il personale di servizio impegnato nel vicino Seminario, Palazzo Lanfranchi. In una delle due, quelle affrescata settecentesca, danneggiata dal trascorrere del tempo e dall’incuria, spicca ancora un ottagono raffigurante una Madonna con Bambino. Difficile fare ipotesi sulle altre due immagini dipinte. Del tutto leggibili, invece, quelle che al loro cospetto, dall’altra parte dell’arco, rappresentano la Sacra famiglia e l’effigie di Sant’Eustachio, con al centro la Madonna della Bruna. Il supporto, in questo caso ligneo, è apparso già da tempo bisognoso di cure. L’intenzione era quella di sostituire gli affreschi, scialbati di calce, con una edicola mobile. Cosa che, oggi, in effetti, rende possibile un’accurata opera di restauro del trittico, eseguita dalla cooperativa Ocra di Matera, tramite Rita Padula, Mariella Monteleone e Maria Tarantino.

Passando dall’Arco di Vico Case Nuove sono evidenti le attività di restauro e i cantiere che recinta discretamente il luogo e che saranno restituite alla città, come detto, il prossimo 8 giugno. Protagonista discreto, ma decisivo di questa vicenda, Michele Corazza. Non il pubblico, ma un note agente di assicurazioni da sempre innamorato della città. Il suo regalo alla vigilia della Festa del 2 luglio edizione 2017 è di quelli che contano, non ci piove. Non è detto che il suo buon esempio, a questo punto, non venga debitamente emulato. Donare alla comunità è sempre un gesto nobile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie