Giovedì 16 Settembre 2021 | 20:36

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

San Silvestro a Matera

Il rock dei Dire Straits Legacy
per il Capodanno 2016

La band in piazza Vittorio Veneto per San Silvestro sotto i riflettori internazionali

Il rock dei Dire Straits Legacy  per il Capodanno 2016

« Dire Straits Legacy» a Matera il 31 dicembre

enzo fontanarosa

Un nome che sa di leggenda, del rock e non solo. Basta pronunciarlo, Dire Straits, e non si può fare a meno di ricordare i loro più che successi, autentiche pietre miliari della storia della musica moderna. Un mito trasversale che unisce le generazioni, padri figli e forse nipoti, tra coloro che li hanno amati ascoltandoli sul “vinile” a chi ora li scopre in formato digitale. Il concerto di Capodanno a Matera rinnoverà questa magia tra tutti i fan perché con il progetto “DSL - Dire Straits Legacy” porterà in città i brani storici del gruppo, ma lontani dal cliché della réunion o della tribute band, attraverso i loro autentici protagonisti in piazza Vittorio Veneto che si esibiranno a cavallo tra il vecchio e il nuovo anno. Dell’eccezionale appuntamento ne hanno parlato ieri mattina in Muncipio Enzo Acito e Massimiliano Amenta, rispettivamente assessori al Turismo e agli Eventi.

La esibizione in città dei Dsl sarà una sorta di anteprima del tour mondiale che la formazione (vedi scheda a lato, ndr) svolgerà nel 2017, come ha anticipato Phil Palmer, chitarrista storico della band un musicista che ha suonato con i grandi del rock, dagli esordi di Frank Zappa a Bob Dylan fino ai Dire Straits dal 1990 al ‘95. «Non poteva esserci luogo più adatto di Matera – ha evidenziato –. Nel corso del concerto, della durata all’incirca di tre ore, ripercorreremo tutte le tappe della band con una scaletta dei più noti successi da “Sultans of Swing” a “Tunnel of Love”, da “Romeo and Juliet” a “Private Investigations” a “Money for Nothing”. Assicureremo lo stesso sound ed energia con la stessa passione per quell’esperienza che non ci ha mai abbandonato». Un fatto, quest’ultimo, evidenziato da Riccardo Locatelli, della “We4show”, che segue il progetto Dsl, che ha definito «unico al mondo, con ex membri della band che portano avanti le loro esperienze artistiche ma che si divertono nel proporre la musica del gruppo. Per il service, si stanno valutando delle proposte di aziende locali: noi desideriamo che sia una produzione a “km zero” per coinvolgere il territorio. La Dsl il giorno prima si “riscalderà” con una esibizione alle Grotte di Castellana, ma è una situazione diversa e in acustico, e per un numero ristretto e pagante di spettatori». L’assessore Amenta ha evidenziato che «la serata rientra nel calendario di eventi che il Comune ha predisposto per le feste di fine anno. Per la prima volta, anche grazie all’avviso pubblico che abbiamo promosso, ci sarà spazio per molte associazioni cittadine e per i loro progetti». L’assessore Acito ha spiegato che per «la vocazione internazionale della città si è inserito anche il progetto Unicef che si svolgerà in occasione del concerto dei Dsl, una iniziativa che può aprire un percorso di solidarietà al quale Matera è molto interessata. Siamo entusiasti di questo regalo per la città, lontano da ogni polemica». Vincenzo Frigulti, promotore dell’iniziativa, ha evidenziato che se «Dsl è il momento più importante della notte di San Silvestro, il progetto legato all’Unicef è un ulteriore tassello dell’intera serata grazie a Numa, l’artista che si esibirà in apertura del concerto. Si tratta di un’opportunità che, attraverso più eventi, consentirà di internazionalizzare il territorio in vista del 2019». In attesa che si accendano i riflettori sulla kermesse in piazza Vittorio Veneto, gli assessori Acito e Amenta stanno vagliando la possibilità di fare proiettare su maxi schermi, installati in vari punti del centro storico, video promozionali della città e del territorio. Il concerto, che sarà presentato dalle sorelle Silvia e Laura Squizzato, che in tanti paragonano alle gemelle Kessler, sarà aperto dalla musica di Numa Palmer per dare altresì inizio al gemellaggio tra Matera ed il progetto internazionale “Promised land” - realizzato in collaborazione con l’Unicef di cui la cantante Numa, ambasciatrice del Giubileo dell’Educazione su incarico dall’agenzia Academic Impact Onu. L’artista ha presentato l’iniziativa insieme al compositore e musicista Alberto Zeppieri (direttore artistico Unicef), Vincenzo Frigulti, responsabile e supervisore del progetto, e Michelle Souza, europrogettista e coordinatrice del progetto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie