Lunedì 22 Luglio 2019 | 18:46

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Ambiente, sopralluogo assessore Basilicata su spiagge del Metapontino

Ambiente, sopralluogo assessore Basilicata su spiagge del Metapontino

 
Il convegno
Confindustria, Boccia a Matera: «Siamo la seconda manifattura d’Europa»

Confindustria, Boccia a Matera: «Siamo la seconda manifattura d’Europa»

 
Il progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
Heroes Pride
Matera si prepara al suo primo Pride tra attese e polemiche

Matera si prepara al suo primo Pride tra attese e polemiche

 
Nel Materano
Ricercato in Kazakistan, polizia lo arresta in vacanza a Policoro

Ricercato in Kazakistan, polizia lo arresta in vacanza a Policoro

 
dalla Polizia stradale
Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

 
L'omicidio
Pastore nel Materano, killer condannato a 26 anni di carcere

Pastore ucciso nel Materano, killer condannato a 26 anni

 
Una coppia di 31enni
Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossici della città, compresi minorenni: 2 arresti

Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossicodipendenti della città, compresi minori: 2 arresti

 
I dati
Matera, boom di turisti già nel 2018

Matera, boom di turisti già nel 2018

 
Il caso
Fiamme nelle campagne del Materano: distrutti 50 ettari

Fiamme nelle campagne del Materano: distrutti 50 ettari di bosco

 

Il Biancorosso

IL CALENDARIO
Bari, ecco i prossimi impegnidal Pisa alla coppa Italia

Bari, ecco i prossimi impegni: dal Pisa alla coppa Italia

 

NEWS DALLE PROVINCE

Brindisi«Felicità è donare»
Brindisi, emergenza sangue: Al Bano in prima fila a sostegno delle donazioni

Brindisi, emergenza sangue: Al Bano in prima fila a sostegno delle donazioni

 
BariL'odissea
«Per noi cervelli in fuga è impossibile tornare»: la denuncia di una coppia a Emiliano e Decaro

«Per noi cervelli in fuga è impossibile tornare»: la denuncia di una coppia a Emiliano e Decaro

 
MateraIl caso
Ambiente, sopralluogo assessore Basilicata su spiagge del Metapontino

Ambiente, sopralluogo assessore Basilicata su spiagge del Metapontino

 
FoggiaSanità
Foggia sanità service, Emiliano: «firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato»

Foggia, Sanità Service: firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato

 
GdM.TVIl video
La bellezza della cattedrale di Trani vista dall'alto in mongolfiera

La bellezza della cattedrale di Trani vista dall'alto in mongolfiera

 
TarantoPer lo stabilimento di Taranto
ArcelorMittal, riunita oggi la task force sulla sicurezza

ArcelorMittal, riunita oggi la task force sulla sicurezza

 
LecceMusica
Ghemon arriva a Pescoluse, unica tappa salentina del rapper

Ghemon arriva a Pescoluse, unica tappa salentina del rapper

 
PotenzaDalla Polizia Locale
Basilicata, spiagge sicure: più di duemila beni sequestrati

Basilicata, spiagge sicure: più di duemila beni sequestrati

 

i più letti

Matera

Siglata la convenzione
per la Scuola del restauro

Il Comune dà in comodato d'uso l'ex convento di Santa Lucia

Siglata la convenzione  per la Scuola del restauro

di Enzo Fontanarosa

Non ha esitato a definirla una giornata storica per la comunità materana. Il sindaco Raffaello De Ruggieri ieri non ha celato l’orgoglio e l’emozione per la formalizzazione della convenzione d’uso fra il Comune e il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo – Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro (Iscr). Un’intesa che, in pratica, porterà all’utilizzo dell’ex Convento di Santa Lucia per le lezioni della Scuola del Restauro. La firma è stata apposta ieri in Municipio, oltre che dal sindaco, anche da Gisella Capponi, direttore dell’Istituto centrale del Restauro. All’incontro era presente anche Giovanna De Palma, che dirigerà la sede materana della Scuola.

La convenzione, della durata di 29 anni, riguarda parte del complesso dell’ex Convento di Santa Lucia Nova, con accesso da via La Vista, dove le attività si svolgeranno in un ambiente di 1.500 metri quadri di superficie, tra locali che si trovano al piano terra e al primo piano dello storico edificio. Qui si svolgeranno sia le attività didattiche che quelle di laboratorio dei due corsi attivati a Matera, che sono quello per le superfici decorate dell’architettura e i materiali lapidei (affreschi, facciate, sculture lapidee) e quello relativo alle opere mobili (dipinti su tela, tavola, sculture lignee, arte contemporanea).

La destinazione d’uso a Scuola di Alta Formazione dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro, in pratica, assicura non solo il rispetto dell’indubbio carattere culturale dell’immobile, ma ne permette un’ampia e adeguata fruizione pubblica e contestualmente una consona valorizzazione.

Nel corso dell’incontro con la stampa, oltre a parlare del cammino che ha portato «alla realizzazione del progetto, a compimento di un sogno cullato per tanto tempo», come ha evidenziato il sindaco, è stato annunciato che in occasione dell’apertura del nuovo anno accademico, previsto entro la prima metà di novembre, si intitolerà la Scuola a Michele D’Elia, lo storico dell’arte e soprintendente per oltre dieci anni ai beni artistici della Basilicata e anche direttore nazionale dell’Iscr.

«Le lezioni erano già iniziate lo scorso anno, ma in una situazione logistica precaria», ha spiegato De Ruggeri che ha aggiunto i suoi ringraziamenti «ai protagonisti di questa vicenda. Innanzitutto l’ex presidente della Regione, Vito De Filippo insieme a Michele D’Elia, Raffaele Sassano, alla direttrice dell’epoca Caterina Bon Valsassina con cui preparammo la proposta affinché la Scuola di Alta formazione potesse arrivare al Sud, scegliendo la Basilicata e Matera come punti di riferimento. Non va dimenticato l’ex sindaco Nicola Buccico, senza il quale non avremmo potuto fare ciò che facciamo oggi».

Un ringraziamento gli esponenti del Ministero «che hanno creduto» nel progetto lo ha rivolto l’architetto Capponi, la direttrice dell’Iscr: «Nel corso del primo anno di attività dei corsi, i nostri studenti hanno vissuto difficoltà logistiche – ha detto – superate per per il rapporto con le Soprintendenze locali, in particolare con la dr.ssa Marta Ragozzino, che ci ha ospitato nei suoi locali e con Francesco Canestrini, Soprintendente per i Beni culturali». Nonostante le difficoltà «è stato realizzato un proficuo lavoro di squadra. Il Miur e la commissione di accreditamento, hanno riconosciuto a Matera corsi di laurea specialistica quinquennale, in pratica una laurea abilitante per esercitare la professione di restauratore». Gli allievi che hanno frequentato il primo anno accademico erano 15 allievi «di cui solo due lucani. durante l’anno, poi, una studentessa cinese ha rinunciato, ritornando in Patria, e dunque i 14 allievi rimasti si trovano una parte a Bologna, dove si stanno occupando della Fontana del Nettuno, mentre altri di un “tondo” di scuola del Botticelli».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie