Mercoledì 20 Febbraio 2019 | 09:57

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Materano
Rubano tubi di rame da ditta, individuati 4 minorenni

Rubano tubi di rame da ditta, individuati 4 minorenni

 
Dopo la frana
Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

 
Il caso
Matera, truffa da finti broker per 400mila euro: coniugi denunciati

Matera, truffa da finti broker per 400mila euro: coniugi denunciati

 
Il caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
Comune
Da Matera all'Aeroporto con bus navetta: siglato accordo

Da Matera all'Aeroporto di Bari con bus navetta: siglato accordo

 
Nel 2009
Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

 
Nel Materano
Frana a Pomarico, Governo dà l'ok allo stato d'emergenza

Frana a Pomarico, governo dà l'ok allo stato d'emergenza

 
A Matera
Si ferì alla festa patronale, per il Tribunale non ha diritto a risarcimento

Si ferì alla festa, per il Tribunale niente risarcimento

 
Intimidazione
Scanzano, data alle fiamme azienda di ortofrutta: origine dolosa

Scanzano, incendiata azienda di ortofrutta: origine dolosa

 
Nessun ferito
Raffiche di vento, albero cade su auto a Matera: illesi i passeggeri

Raffiche di vento, albero cade su auto a Matera: illesi i passeggeri

 
Nel materano
Grassano, 100 grammi di droga nel giubbotto, arrestato 33enne

Grassano, 100 grammi di droga nel giubbotto, arrestato 33enne

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoNel Tarantino
Palagiano: abusa di una minorenne e la perseguita, in manette un 65enne

Palagiano: abusa di una minorenne e la perseguita, in manette un 65enne

 
BariNel Barese
Rutigliano, l'agguato a fuoco per vendicare debito di droga fallì, identificati 5 responsabili

Rutigliano, l'agguato a fuoco per vendicare debito di droga fallì, identificati 5 responsabili

 
FoggiaNel Foggiano
Borgo Mezzanone: sequestrati immobili abusivi nel ghetto dei migranti

Borgo Mezzanone: sequestrati immobili abusivi nel ghetto dei migranti FOTO

 
LecceComponente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 
MateraNel Materano
Rubano tubi di rame da ditta, individuati 4 minorenni

Rubano tubi di rame da ditta, individuati 4 minorenni

 
BrindisiA Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
BatDopo la denuncia
Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 

Coltivano piante cannabis due arresti a Bernalda

Coltivano piante cannabis due arresti a Bernalda
MATERA – Con le accuse di coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti, agenti del Commissariato di di Pisticci (Matera) della Polizia hanno arrestato in flagranza di reato a Bernalda (Matera) Francesco Favale di 33 anni, con precedenti penali, e Roberto Silletti, di 24, incensurato. I due, al termine dell’udienza di convalida, hanno ottenuto la misura degli arresti domiciliari.

I particolari dell’operazione, denominata Carpe Diem, sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa da Gianni Albano, responsabile del commissariato di Pisticci, e da Luisa Fasano (responsabile relazioni esterne della Questura di Matera).

La Polizia, che circa un mese fa aveva avviato indagini, coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Matera Salvatore Colella, ha sequestrato in contrada Lumella di Bernalda dieci piante di cannabis indica per un peso complessivo di 16 chilogrammi. Le piante giunte a maturazione, e con un elevato principio attivo, avrebbero portato alla produzione di dieci chilogrammi di sostanza stupefacente per un valore di mercato di 50 mila euro. L’arreso dei due e il sequestro della piantagione è avvenuto in aree demaniale, in un luogo ricoperto da macchia mediterranea. Le piante si trovavano in un luogo protetto da una rete metallica e innaffiate periodicamente con un tubo di gomma.

Gli inquirenti non hanno escluso che altre persone siano state coinvolte nella coltivazione illegale, data l’impervietà dei luoghi e la pazienza nel portare l’acqua in zona con delle taniche per innaffiare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400