Martedì 16 Luglio 2019 | 16:26

NEWS DALLA SEZIONE

Una coppia di 31enni
Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossici della città, compresi minorenni: 2 arresti

Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossicodipendenti della città, compresi minori: 2 arresti

 
I dati
Matera, boom di turisti già nel 2018

Matera, boom di turisti già nel 2018

 
Il caso
Fiamme nelle campagne del Materano: distrutti 50 ettari

Fiamme nelle campagne del Materano: distrutti 50 ettari di bosco

 
Inquinamento
Matera, schiuma biancastra nella Gravina

Matera, schiuma biancastra nella Gravina

 
Il caso
Basilicata, un miliardo e 800 milion: ecco il tesoro del petrolio

Basilicata, un miliardo e 800 milioni: ecco il tesoro del petrolio

 
Operazione dei carabinieri
Nova Siri: bazar della droga in un garage e un magazzino, 4 arresti

Nova Siri: bazar della droga in un garage e un magazzino, 4 arresti

 
L'annuncio
Matera: da settembre arriva il test di screening prenatale, un prelievo per rilevare anomalie

Matera: da settembre arriva il test di screening prenatale, un prelievo per rilevare anomalie

 
L'annuncio
James Bond: ad agosto il set del nuovo film arriva a Matera

James Bond: ad agosto il set del nuovo film arriva a Matera

 
A marconia (Mt)
Era ricercato da marzo: carabiniere fuori servizio intercetta pregiudicato e lo fa arrestare

Era ricercato da marzo: carabiniere fuori servizio intercetta pregiudicato e lo fa arrestare

 
Nel Materano
Si spacciano per avvocati e derubano anziani: 2 arresti a Tricarico

Si spacciano per avvocati e truffano anziani: 2 arresti a Tricarico

 
L'episodio
Matera, ferisce la rivale e la manda in ospedale: arrestata 41enne

Matera, ferisce la rivale e la manda in ospedale: arrestata 41enne

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceOrganizzato da Prog On
«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

 
FoggiaAssenteismo
Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

 
TarantoNel tarantino
Sava, ex carabiniere uccise padre, sorella e cognato: chiesto ergastolo

Sava, ex carabiniere uccise padre, sorella e cognato: chiesto ergastolo

 
BatIl caso
Bisceglie, in 5 a giudizio per gestione Salsello, Procura di Lecce: «Accertamenti sull'indagine»

Bisceglie, in 5 a giudizio per gestione Salsello, Procura di Lecce: «Accertamenti sull'indagine»

 
PotenzaDai carabinieri
Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

 
MateraUna coppia di 31enni
Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossici della città, compresi minorenni: 2 arresti

Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossicodipendenti della città, compresi minori: 2 arresti

 
BrindisiDalla polizia
Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

 

i più letti

La sfida di due materani «emigranti al contrario» e il loro ristorante a Tirana

di PASQUALE DORIA
Due materani hanno aperto un ristorante nel centro di Tirana. Sono operativi da maggio. Si tratta di due fratelli , Francesco e Gaetano Motola (nella foto), 40 e 39 anni, che per convinzione e abitudine non attendono la grazia a casa loro oppure da chissà chi. Una particolarità, oltre che tricolore, il menù si caratterizza per tipiche pietanze lucane e pugliesi.
La sfida di due materani «emigranti al contrario» e il loro ristorante a Tirana
di PASQUALE DORIA

Storia di emigrazione al contrario. Gli albanesi non sono più tanti come un tempo. Alcuni sono rimasti e si sono integrati, anche a Matera. Ma segnali di un’altro tipo d’espatrio non è difficile coglierli. Del resto, quello lucano è da secoli un popolo con la valigia e adesso torna sulle rotte di sempre: quelle che conducono in direzione del lavoro, ovunque si trova, anche a costo di nuotare al contrario. Accade oggi, estrema sintesi dei tempi che cambiano.

Due materani hanno aperto un ristorante nel centro di Tirana. Sono operativi da maggio. Una scommessa partita dai piani alti. Nel senso che si tratta di due fratelli , Francesco e Gaetano Motola, 40 e 39 anni, che per convinzione e abitudine non attendono la grazia a casa loro oppure da chissà chi. No, preferiscono fare da soli.
Il primo si è laureato in Scienze forestali e tecnologie del legno, ha sviluppato un particolare interesse professionale nel settore dell’arredo e si è inserito ben presto come consulente in Umbria. Poi, il vento della crisi, non ha risparmiato neppure la sua azienda. Per quanto, nel frattempo, entrando spesso a contatto con attività della ristorazione, Francesco ha iniziato a pensare alla gestione di un’attività in proprio. Cosa che è maturata nei dintorni di Pesaro, dove con il fratello Gaetano - anche lui impegnato managerialmente nel settore degli arredi d’albergo - ha rilevato un ristorante. Poi, con lo scopo di fare breccia tra i buongustai e quanti amano la buona cucina sono andati oltre. Non si sono fermati, come anticipato, hanno teso l’arco e la freccia l’hanno scoccata ancora più lontano, oltre l’Adriatico, a valle di una serie di contatti professionali che sono maturati nell’ambito dell’ambasciata albanese.

Lo scorso maggio hanno inaugurato il nuovo locale «ristorante italiano al cento per cento - ci tengono a sottolineare - nel cuore di Tirana, tra piazza Skanderberg e dell’Università». Hanno mantenuto lo stesso nome del vecchio ristorante, La freccia di Cupido. Una particolarità, oltre che tricolore, il menù si caratterizza per tipiche pietanze lucane e pugliesi. Di più, «i sapori della tavola del Belpaese - evidenziano Francesco e Gaetano - sono di volta in volta proposti alla clientela in una chiave dove il tema dominante è sempre l'amore, ossia l'amore per il buon cibo che deriva dalla millenaria cultura dei sapori mediterranei».

Inutile aggiungere che oltre a loro, nel locale lavorano altre persone, tutte del posto, a iniziare dallo chef. E dove fanno la provvista delle pietanze per le loro specialità? Dalla vicina Bottega italiana, così si chiama il fornitissimo negozio di generi alimentari partner del ristorante. Non è tutto. Si perchè, quando è necessario, le pratiche burocratiche a Tirana le sbriga una altro materano, Mario Gucci, commercialista che a sua volta non ha chiesto favori e raccomandazioni, a nessuno. È partito, pure lui, ma con idee chiare, non con la solita vecchia valigia di cartone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie