Sabato 20 Luglio 2019 | 13:29

NEWS DALLA SEZIONE

Il progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
Heroes Pride
Matera si prepara al suo primo Pride tra attese e polemiche

Matera si prepara al suo primo Pride tra attese e polemiche

 
Nel Materano
Ricercato in Kazakistan, polizia lo arresta in vacanza a Policoro

Ricercato in Kazakistan, polizia lo arresta in vacanza a Policoro

 
dalla Polizia stradale
Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

 
L'omicidio
Pastore nel Materano, killer condannato a 26 anni di carcere

Pastore ucciso nel Materano, killer condannato a 26 anni

 
Una coppia di 31enni
Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossici della città, compresi minorenni: 2 arresti

Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossicodipendenti della città, compresi minori: 2 arresti

 
I dati
Matera, boom di turisti già nel 2018

Matera, boom di turisti già nel 2018

 
Il caso
Fiamme nelle campagne del Materano: distrutti 50 ettari

Fiamme nelle campagne del Materano: distrutti 50 ettari di bosco

 
Inquinamento
Matera, schiuma biancastra nella Gravina

Matera, schiuma biancastra nella Gravina

 
Il caso
Basilicata, un miliardo e 800 milion: ecco il tesoro del petrolio

Basilicata, un miliardo e 800 milioni: ecco il tesoro del petrolio

 
Operazione dei carabinieri
Nova Siri: bazar della droga in un garage e un magazzino, 4 arresti

Nova Siri: bazar della droga in un garage e un magazzino, 4 arresti

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzaeconomia
Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

 
Tarantonel tarantino
Massafra, riduce il figlio in schiavitù, lo picchia e lo isola: arrestato 47enne

Massafra, riduce il figlio in schiavitù, lo picchia e lo isola: arrestato 47enne

 
Barial quartiere Libertà
Bari, gestisce negozio abusivo di borse e abbigliamento contraffatto: denunciato

Bari, gestisce negozio abusivo di borse e abbigliamento contraffatto: denunciato

 
BrindisiDal 1 settembre
Ostuni dice stop alla plastica nei locali

Ostuni dice stop alla plastica nei locali

 
LecceAl centro grandi ustionati
Otranto, il fornello della casa vacanze scoppia: una turista in ospedale

Otranto, il fornello della casa vacanze scoppia: una turista in ospedale

 
Foggianel Foggiano
Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

 
MateraIl progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
BatL'istanza
Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

 

i più letti

Creato da due alluvioni ora si fa turismo sul lago «Mo'-mo'»

di FILIPPO MELE
PISTICCI - «Non potendo più fare agricoltura ci daremo al turismo». Con queste parole Gianni Fabbris, portavoce del Comitato di difesa delle terre joniche, ha simbolicamente inaugurato uno stabilimento balneare sulla riva del lago che non c'era e che si è formato dopo gli allagamenti dell’ottobre e dicembre scorsi, il lago Mò Mò. Ombrelloni, sdraio, pedalò, un gazebo con birre e focacce, e tanto di “listino” delle attività, pesca compresa
Creato da due alluvioni ora si fa turismo sul lago «Mo'-mo'»
di FILIPPO MELE

PISTICCI - «Non potendo più fare agricoltura ci daremo al turismo». Con queste parole Gianni Fabbris, portavoce del Comitato di difesa delle terre joniche, ha simbolicamente inaugurato uno stabilimento balneare sulla riva del lago che non c'era e che si è formato dopo gli allagamenti dell’ottobre e dicembre scorsi, il lago Mò Mò. Ombrelloni, sdraio, pedalò, un gazebo con birre e focacce, e tanto di “listino” delle attività, pesca compresa, hanno fatto bella mostra di sé ai partecipanti. Molti provenienti da fuori regione. Già, l’iniziativa ha avuto lo scopo, tra l’altro, di radunare esponenti di associazioni su scala nazionale per costituire una rete dei siti inquinati da bonificare e di quelli dissestati da recuperare.

«E la scelta del lago Mò Mò – ha spiegato Fabbris – è fortemente simbolica. Siamo a ridosso della Pista Mattei ed a 500 metri da Tecnoparco. Vale a dire dal fallimento della industrializzazione chimica della Valle del Basento e dal mancato decollo delle infrastrutture. Il fallimento di un modello di sviluppo. Come per l’agricoltura. I greci navigavano i nostri fiumi. Oggi essi sono per noi un incubo. Così, a mesi di distanza dalla sua formazione, il lago Mò Mò è ancora qui a dimostrare i mancati interventi di risanamento del territorio da parte delle istituzioni. Ecco perchè chiederemo al Comune di Pisticci ed alla Regione Basilicata la concessione per uno stabilimento balneare. Da domani faremo gli operatori turistici».

Provocazione a parte, l’iniziativa è servita da start per la Carovana per le terre e per i fiumi. Una serie di incontri che servirà per la presentazione e la raccolta di firme per la proposta di legge per il Bonus terra elaborata del Comitato. Nel testo si chiede la costituzione di un fondo per la tutela della terra e delle attività compatibili nelle aree a rischio idrogeologico e ambientale. Fondo che, fra l’altro, sostituirebbe la legge sul Bonus carburanti e destinerebbe risorse alla prevenzione delle alluvioni, alla bonifica delle aree inquinate, a progetti di tutela agroecologica di ambienti dissestati e ad azioni di inclusione e sostegno sociale per fasce di cittadini in difficoltà. Il pdl sarà depositato in Cassazione il 19 giugno prossimo dando così avvio ad un forte impegno di promozione e raccolta di firme fra i cittadini lucani e non solo.

I primi due appuntamenti sono stati già fissati. Il primo a Roma, alle ore 12 sempre del 19 giugno, nella sala Poli della Camera dei deputati in cui verrà illustrata la proposta ai parlamentari lucani. Il secondo a Potenza, il giorno seguente, per consegnare il testo al presidente della Regione, Marcello Pittella. Dopo questi due atti la Carovana per la terra ed i fiumi proseguirà la sua marcia il 21 giugno con le tappe di Rotondella e Nova Siri per concludersi a Matera il 7 luglio prima di passare in Puglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie