Domenica 29 Maggio 2022 | 10:46

In Puglia e Basilicata

FEDE&FOKLORE

Dopo due anni di stop, torna a Matera la «Festa della Bruna»

Dopo due anni di stop, torna a Matera la «Festa della Bruna»

Il folklore e la religione a Matera

Il 2 luglio si svolgerà regolarmente la 633^ edizione in onore della Protettrice Maria Santissima. Nuovo look promozionale e lancio di una lotteria

06 Maggio 2022

Redazione online

MATERA - Dopo due anni di stop, dovuto alla pandemia, a Matera, il prossimo 2 luglio si svolgerà regolarmente la festa in onore della Protettrice Maria Santissima della Bruna, giunta alla 633/a edizione. Lo ha reso noto Bruno Caiella, presidente della omonima associazione che organizza l’evento, nel corso della presentazione della nuova immagine di comunicazione della festa, dal logo al sito web e alla campagna divulgativa. E' la decisione che Matera attendeva dopo due anni di attesa ed i recenti dubbi emersi sul ritorno ai festeggiamenti.

«Abbiamo avviato - ha detto Caiella - tutto l’iter autorizzativo per le diverse fasi che contrassegnano il 2 luglio. Il persistere della pandemia da covid 19 non ha consentito di attivarsi per tempo, ma stiamo lavorando per una festa nel rispetto delle attese e della tradizione. Ai cittadini rivolgiamo l’invito a partecipare con fede e senso di responsabilità». Nel programma del 2 luglio, per i materani il giorno più lungo dell’anno, subirà un cambiamento la processione del mattino, detta dei pastori, che si svolgerà lungo un itinerario che interesserà i quartieri e non i rioni Sassi. L’associazione, che si è affidata a una società specializzata in comunicazione, ha presentato il nuovo logo, incentrato sull'immagine della Madonna, che lega festa e associazione stessa. La campagna di promozione degli eventi è legata ai temi della festa, incentrati sulle parole «Atteso», «Solenne», «Brillante», «Icone», ''Epico», che saranno riportati su locandine, manifesti di colori diversi. Rivisto anche il sito web www.festadellabruna.it "per una fruizione efficace ed esauriente della festa».

Il restyling della comunicazione della Festa

Atteso, iconico, solenne, brillante, epico: cinque aggettivi usati dai materani per «raccontare» gli aspetti della Festa della Bruna (la fabbrica del carro, l'accensione della luminarie, la processione dei pastori, processione dalla Madonna, lo strazzo del carro) sono stati presi in prestito per comunicare la nuova immagine del 2 Luglio curata da appFORGOOD crazy, agenzia di comunicazione di appFORGOOD nata dall'unione di Ideama (la storica agenzia di comunicazione di Matera) e appFORGOOD, azienda materana impegnata in grandi progetti di innovazione e trasformazione digitale per le grandi industrie italiane.

In mattinata, nella sede dell'associazione Maria SS. della Bruna di Matera, nel corso di una conferenza stampa, sono state rese note le novità promozionali della Festa della Bruna. «Un forte cambiamento nell'immagine che va di pari passo con la ripresa dello svolgimento, nella maggior parte delle sue celebrazioni, secondo i canoni tradizionali – ha spiegato Rossetto, Copywriter e account manager di appFORGOOD crazy –. A partire da questo studio, l'agenzia ha progettato la campagna pubblicitaria, composta da cinque soggetti. L'headline mette in primo piano il giorno della Festa descrivendola attraverso cinque aggettivi: iconico, solenne, atteso, brillante ed epico. Il body copy vuole dare un'ulteriore chiave di lettura, permettendo a chi legge di ricordare il 2 Luglio con qualsiasi altra parola, mantenendo la sua accezione unica: essere il giorno dei materani.
La parte visuale, invece, riprende gli elementi iconografici della Festa nei suoi cinque momenti principali: la creazione del carro nella fabbrica del carro, l'accensione delle luminarie, la processione dei pastori, la processione della Bruna e lo strazzo del carro. Infine il sito web è stato rinnovato nella veste grafica e nei contenuti».

«L'immagine della festa era necessario cambiarla. Questo Comitato è nato a ottobre 2019 e purtroppo non è riuscito a espletare i programmi che si era prefissato. – ha precisato il presidente Bruno Caiella – A causa della pandemia c'è stato un capovolgimento dell'iter organizzativo che comunque è stato avviato. Ci tengo a rimarcare ai materani i rischi che nascono durante alcune fasi della Festa, mi riferisco in particolare alla processione dei pastori e la fase finale. La processione dei pastori è stata quest'anno spostata sul piano, presenteremo a breve una mappatura con serie di posti idonei dove poter fare i fuochi, l'iter è ormai a buon punto».

Una novità del 2022, è la ripresa dei festeggiamenti di Sant'Eustachio il 20 maggio, interrotta nella prima guerra mondiale. La statua, attualmente nella chiesa di San Francesco d'Assisi, sarà collocata sotto l'arco del conservatorio per poi essere ricollocata in cattedrale dove sarà celebrata la messa con le associazioni del comparto agricolo che offriranno le primizie. Il manufatto in cartapesta, ultimato da tempo, sarà quello del maestro Uccio Santochirico, pronto e rimasto nella Fabbrica del carro, come sottolineato dal socio dell'Associazione Michele Cancelliere che ha coordinato la conferenza stampa.

«Fra pochi giorni partirà la lotteria della festa della Bruna – ha aggiunto Caiella –. Abbiamo chiari i costi della manifestazione, soprattutto quelli legati alla sicurezza, mentre le entrate sono molte incerte. Per questo rivolgo un appello ai cittadini affinché acquistino i biglietti: in questa Associazione è tutto tracciato, non avvengono operazioni che non siano regolamentari a livello fiscale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725