Martedì 19 Gennaio 2021 | 23:30

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
Controlli della polizia
Pisticci, in auto con con la droga: arrestati due giovani pusher

Pisticci, in auto con la droga: arrestati due giovani pusher

 
L'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
la ripresa
Matera, dal 18 gennaio riaprono i musei «Ridola» e quello di Palazzo Lanfranchi

Matera, dal 18 gennaio riaprono i musei «Ridola» e di Palazzo Lanfranchi

 
l'annuncio
Pisticci, analisi tossicologiche saranno possibili nell'ospedale di Tinchi

Pisticci, analisi tossicologiche saranno possibili nell'ospedale di Tinchi

 
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
L'intervista
Matera, prefetto Argentieri: «La percezione sociale porta la gente a stupirsi anche per un furto»

Matera, prefetto Argentieri: «La percezione sociale porta la gente a stupirsi anche per un furto»

 
Nel Materano
Pisticci, all'ospedale Tinchi l'Asm attiva laboratorio per tossicodipendenze

Pisticci, all'ospedale Tinchi l'Asm attiva laboratorio per tossicodipendenze

 
Il caso
Matera, sul futuro del borgo rurale de La Martella si discute in un webinar su «Meet»

Matera, sul futuro del borgo rurale de La Martella si discute in un webinar su «Meet»

 
Nel Materano
Il fossile della Balena Giuliana è un grande attrattore turistico

Il fossile della Balena Giuliana è un grande attrattore turistico

 
I controlli
Droga, da Altamura a Matera per spacciare: arrestato 40enne

Droga, da Altamura a Matera per spacciare: arrestato 40enne

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

 
BatLa disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

 
PotenzaIl virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
BariIl caso
Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

 
Foggiaparto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 

i più letti

Nel Materano

Bernalda, la protesta di un disabile: «In casa avevo operai in attesa dell'esito del tampone»

I lavoratori sono poi risultati positivi: ora l'uomo teme per la sua salute e per quella della moglie

Coronavirus

La pandemia si combatte proteggendosi. Attivando, cioè, comportamenti virtuosi, sia verso se stessi che nei confronti altrui. Per evitare il rischio di compromettere la salute collettiva. Una severa denuncia in tal senso giunge da Bernalda, dove un cittadino, lombardo di origini, ma coniugato e domiciliato nel centro jonico, ha scritto al sindaco e agli organi di stampa una lettera aperta dai risvolti inquietanti. “Sono un diversabile – scrive – che ha una serie di patologie, tra cui una malattia rara ai polmoni. Ciò non mi permette di vivere normalmente, costringendomi a utilizzare il supporto di ossigeno durante il giorno e una ventilazione, la cosiddetta C-PAP, di notte.

Anche mia moglie – prosegue – ha problemi di salute, ma facciamo di tutto per vivere la nostra vita con dignità. Lei lavora a Matera, mentre io sto acquisendo nuove competenze professionali che mi permetteranno in futuro di lavorare, nonostante le limitazioni della malattia”. L’avvento della pandemia ha reso ulteriormente problematica la gestione della salute personale. “Da febbraio – scrive il cittadino – viviamo con molta prudenza, osservando ogni misura tesa a scongiurare contagi. Eppure, da qualche giorno, siamo in isolamento, perché due lavoratori di una ditta locale di servizi essenziali sono venuti a casa nostra, nonostante fossero entrambi a conoscenza di un eventuale contagio e, a quanto pare, uno di loro fosse pure in attesa dell’esito di un tampone. Noi, come sempre, abbiamo tenuto alto il livello di guardia, spalancando le finestre e la porta di casa durante la permanenza dei due estranei, per favorire il ricambio immediato di aria e indossando la mascherina. Abbiamo pure cercato di disinfettare tutte le superfici di contatto. La cosa più sconcertante, però, è accaduta il giorno seguente, quando abbiamo saputo della positività dei nostri ospiti; e neppure da loro stessi, bensì dalle solite ‘voci del sottobosco’. Chiesta conferma di quanto vociferato, i diretti interessati hanno dato risposta affermativa. Stamane (ieri. ndr.), a distanza di 72 ore, siamo stati sottoposti a tampone. Non so cosa sarà di me e di mia moglie nei prossimi giorni; spero che le precauzioni prese siano state sufficienti per proteggerci; ma al di là del nostro destino, pensiamo a quello della nostra collettività. In queste ore, per noi ‘drammatiche’, ho capito che Sars Cov-2 è nemico del nostro organismo, ma trova alleati fedeli nei nostri comportamenti, nella nostra ignoranza e nel nostro disagio. Ignoranza e disagio sono nemici ben più terribili per la nostra Comunità”.

Il drammatico messaggio, che potrebbe anche trasformarsi in denuncia all’Autorità giudiziaria, è stato riportato dal sindaco Domenico Tataranno, durante uno dei videomessaggi sul bollettino Covid. Tataranno ha invitato tutti “a rispettare le consegne e a non uscire di casa quando si è in attesa del risultato di un tampone o test”. Il cittadino diversabile, intanto, conclude la sua coraggiosa lettera, chiedendosi “come sia stato possibile tutto questo. Per di più in casa di un malato polmonare e in un contesto pandemico. Senza neppure un avviso. Nell’assoluta superficialità e mancanza di rispetto per l’altro”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie