Martedì 27 Ottobre 2020 | 08:24

NEWS DALLA SEZIONE

controlli della ps
Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

 
indagini della gdf
Matera, scoperta truffa fondi europei per il turismo: diverse persone coinvolte

Matera, scoperta truffa fondi europei per il turismo: diverse persone coinvolte

 
Controlli dei CC
Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

 
Vita amministrativa
Matera, presentata la nuova giunta comunale capeggiata da Bennardi: 5 uomini e 4 donne

Matera, presentata la nuova giunta comunale capeggiata da Bennardi: 5 uomini e 4 donne

 
Le indagini
Marconia, violenza di gruppo su turiste minorenni: altri 4 arresti

Marconia, violenza di gruppo su turiste minorenni: altri 4 arresti

 
Nel Materano
Grassano, entra in chiesa e ruba soldi delle offerte per comprare l'eroina

Grassano, entra in chiesa e ruba soldi delle offerte per comprare l'eroina

 
Polizia
Matera, ubriaca picchia il compagno 80enne che vuole farla smettere di bere: arrestata

Matera, ubriaca picchia il compagno 80enne che vuole farla smettere di bere: arrestata

 
Il punto
Matera, «La Regione disattenta sulla Biblioteca»

Matera, «La Regione disattenta sulla Biblioteca»

 
prevenzione
Basilicata, al via distribuzione vaccini antinfluenzali

Basilicata, al via distribuzione vaccini antinfluenzali

 
Controlli della polizia
Bernalda, scoperta piantagione cannabis lungo fiume Bradano: 2 in manette

Bernalda, scoperta piantagione cannabis lungo fiume Bradano: 2 in manette

 
Il caso
Matera, ubriaco investe pedone e scappa: arrestato

Matera, ubriaco investe pedone e scappa: arrestato

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, al San Nicola prima vittoria di stagione: battuto 4-1 il Catania

Bari, al San Nicola prima vittoria di stagione: battuto 4-1 il Catania

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL’operazione
Bari, blitz dei Ros smantella organizzazione mafiosa: 48 misure cautelari

Bari, smantellata organizzazione mafiosa in blitz Ros: 48 misure cautelari

 
FoggiaIl contagio
Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

 
LecceLa manifestazione
Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

 
Taranto2 novembre
Taranto, ingressi contingentati al cimitero per la commemorazione dei defunti

Taranto, ingressi contingentati al cimitero per la commemorazione dei defunti

 
PotenzaControlli dei CC
Malfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

Melfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

 
Batl'intervista
Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

 
Materacontrolli della ps
Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

 
Brindisiopere pubbliche
Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

 

i più letti

Il fatto

Bernalda, storia di ordinaria burocrazia: da 30 anni rivendica adeguamento pensione

Contributi versati ma per un calcolo errato rivendica 30mila euro

Bernalda, pensione, da 30 anni rivendica adeguamento

BERNALDA - Storie di ordinaria burocrazia e di diritti negati. La vicenda di Giovanni Ricciardone, pensionato di 81 anni, originario di Pisticci, ma bernaldese di adozione, rientra in questo schema, tristemente ricorrente in tanti casi, legati a contributi versati, ma non calcolati, con relative decurtazioni pensionistiche.

Un’altra vicenda, tutta tristemente italiana, in cui anche le certezze diventano disillusioni. Da quasi un trentennio, il mese di settembre 1992, Ricciardone lotta invano «per avere il riconoscimento di un triennio di contributi non versati, o erroneamente riportati durante gli anni compresi tra il 1988 e il ‘90». Scopre tutto quasi per caso.

«Ero un dipendente dell’Enichem Fibre di Pisticci Scalo – afferma -. Un giorno, confrontando il mio assegno pensionistico con quello di altri colleghi col mio stesso percorso contributivo, mi accorgo che vi era una chiara differenza economica. All’epoca corrispondeva a oltre 200 mila lire, e oggi a circa 100 euro. Mi recai subito presso la sede dell’Inps per ottenere spiegazioni , ma mi venne chiesto di esibire il certificato 01M, da richiedere all’azienda per il necessario ricalcolo. Da lì – prosegue il signor Giovanni – iniziò il mio calvario tra i vari uffici che si rimpallavano le competenze. Andai in quelli dell’Enichem ma, nonostante le rassicurazioni, quel documento non mi fu mai rilasciato. Interpellai il Giudice di Pace, ottenendo che l’azienda si interfacciasse con la Previdenza sociale. Correva l’anno 1997. Mi sembrò che la vicenda fosse finalmente chiarita. L’Inps, infatti, mi accreditò i primi arretrati che, però, corrispondevano ad appena il 40% del dovuto. Di fronte alla mie rimostranze, mi fu detto che la restante percentuale doveva essere elargita dal datore di lavoro. Punto e a capo. Con l’ausilio di un’organizzazione sindacale mi rivolsi nuovamente alla ditta, che finalmente mi fece pervenire il famoso documento 01M.

Anche questa volta, tuttavia, dai prospetti dei sindacalisti, mi accorsi che i calcoli relativi agli anni pensionistici di lavoro in contenzioso, risultavano non corrispondenti o perlomeno errati, rispetto ai contributi da me effettivamente versati. Ragion per cui la mia rata pensionistica era ancora ben al di sotto del dovuto”. Passarono gli anni senza altre novità, ma solo rimostranze e ricorsi. Nel 2015, però, arrivò addirittura la beffa per lo sfortunato pensionato. “Mi chiesero di restituire oltre 5 mila euro, che poi, grazie a delle leggi specifiche, non ho più dovuto versare. Come se non bastasse, però, mi decurtarono ulteriori 40 euro mensili dalla pensione. Il famoso documento 01M era stato smarrito e io avevo fatto l’errore di non averne custodito una copia». Per dirla in soldoni, dunque, Ricciardone percepisce attualmente, ogni mese, «oltre 100 euro in meno del dovuto, ma se si fa la somma di tutti questi anni, la cifra in credito supera i 30 mila euro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie