Sabato 12 Giugno 2021 | 16:20

NEWS DALLA SEZIONE

felicità
Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

 
Vaccini
Matera, immediata sospensione Astrazeneca sugli under 60

Matera, immediata sospensione Astrazeneca sugli under 60 Il bollettino odierno

 
Criminalità
Matera,  due quindicenni nei guai per rapina

Matera, due quindicenni nei guai per rapina

 
La novità
Musica: il Matera festival 2021 celebra Piazzolla e Battiato

Musica: il Matera festival 2021 celebra Piazzolla e Battiato

 
Il caso
Matera, ubriaco al volante causa un incidente: arrestato

Matera, ubriaco al volante causa un incidente: arrestato

 
Ripartenza
Puglia e Basilicata ripartono: la diretta del Forum della «Gazzetta» a Matera

Puglia e Basilicata ripartono: la diretta del Forum della «Gazzetta» a Matera

 
i forum della gazzetta
Puglia e Basilicata: ricetta per la ripartenza

Puglia e Basilicata: ricetta per la ripartenza

 
L'analisi
Matera ci riprova con i ministri del G20

Matera ci riprova con i ministri del G20

 
L'episodio
Matera, denunciato dipendente di un grande magazzino: avrebbe rubato 34mila euro dalle casse

Matera, denunciato dipendente di un grande magazzino: avrebbe rubato 34mila euro dalle casse

 
l'evento
Matera, a fine settembre torna il «Women's fiction festival»

Matera, a fine settembre torna il «Women's fiction festival»

 

Il Biancorosso

La novità
Bari, Ciro Polito è il nuovo direttore sportivo

Bari, Ciro Polito è il nuovo direttore sportivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl caso
Oppido Lucano, ha in casa piante di cannabis e munizioni: arrestato

Oppido Lucano, ha in casa piante di cannabis e munizioni: arrestato

 
LecceLa tragedia
Scontro tra due auto nel Leccese: muore donna di 95 anni

Scontro tra due auto nel Leccese: muore donna di 95 anni

 
Materafelicità
Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

 
TarantoLa tragedia
Taranto, Infortunio mortale alla foce del Tara

Taranto, Infortunio mortale alla foce del Tara

 
Brindisila campagna
Brindisi, Necropoli, in partenza la ricerca archeologica a Torre Guaceto

Brindisi, Necropoli, in partenza la ricerca archeologica a Torre Guaceto

 

i più letti

BASILICATA

Bernalda, quei falchetti imprigionati vanno salvati

I «Grillai» bloccati in due abitazioni storiche in cui si rifugiano varie specie, con alcuni colombi

Bernalda, quei falchetti imprigionati vanno salvati

BERNALDA - Ogni anno stormi di Falchi Naumanni, comunemente detti Grillai, solcano i cieli della Basilicata, stazionando per qualche tempo nelle nostre cittadine, prima di riprendere il volo verso i lidi africani. Bernalda, statistiche alla mano, è tra i centri dove viene ravvisata una delle più numerose presenze del volatile migratorio considerato, purtroppo, in via di estinzione.

Alcuni volontari ambientalisti di Bernalda sono impegnati, in questi giorni, nell’opera di protezione di alcuni piccoli esemplari.
Davide Crucinio dice che «sono rimasti imprigionati in due abitazioni storiche in cui si rifugiano varie specie di avifauna. Chiusi, a quanto ci risulta, con alcuni colombi. Ogni giorno, in prossimità di quella zona, assistiamo impotenti a un’autentica processione di grillai, probabilmente padri e madri che rientrano dalla caccia, per sfamare i propri piccoli che, però, non possono raggiungere. I proprietari delle abitazioni, infatti, hanno provveduto a sigillare le casette, proprio per evitare l’ingresso di avifauna». Non sarebbero mancate le interlocuzioni per risolvere la vicenda, ma pare senza alcun esito. «Da semplici cittadini quali siamo, non abbiamo il potere di intervenire, figuriamoci in proprietà private - riprende Crucinio - . Tuttavia, abbiamo segnalato la questione alle istituzioni e alle associazioni ecozoofile, perché facciano da intermediari per liberare i pulli rimasti imprigionati. Finora, però, nessuno si è recato sul posto, nonostante gli inviti. Al momento siamo riusciti a salvare un piccolo falchetto grillaio, attualmente in cura, sperando che riesca a sopravvivere e a riprendersi lo spazio che merita, il cielo». Crucinio, che si definisce un naturalista, ma svolge anche l’attività di documentarista, sottolinea di parlare «a nome di un movimento spontaneo di cittadini amanti dell’ambiente e della natura, che ancora non si sono costituiti in associazione riconosciuta». Quindi, conclude: «Non siamo contro nessuno. Chiediamo solo di poter garantire la sopravvivenza dei pulli.

Successivamente saremo i primi ad aiutare i proprietari a sigillare le proprie abitazioni disabitate. Prima, però, vorremmo accertarci che tutti i falchetti siano salvi e restituiti alla vita». Della questione sarebbero stati interessati anche i carabinieri forestali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie