Sabato 15 Agosto 2020 | 06:47

NEWS DALLA SEZIONE

a 38 anni
Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

 
estate
Matera, buon afflusso di turisti per Ferragosto

Matera, buon afflusso di turisti per Ferragosto

 
VANDALISMO
Matera, sfregiate: non c’è pace per «Anna» e «Caterina»

Matera, sculture sfregiate: non c’è pace per «Anna» e «Caterina»

 
Nel Materano
Policoro, gasolio venduto illecitamente: 8 indagati

Policoro, gasolio venduto illecitamente in stazione di servizio «abusiva»: 8 indagati

 
La scoperta
Montescaglioso, uomo trovato morto in un uliveto dopo un incendio

Montescaglioso, uomo trovato morto in un uliveto dopo un incendio

 
Il caso
Matera, donna lancia una pietra contro un'auto: denunciata

Matera, donna lancia una pietra contro un'auto: denunciata

 
Covid 19
Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

 
Verso il voto
Comunali Matera, si candidano Doria per 4 liste civiche e Sassone per il c.destra

Comunali Matera, si candidano Doria per 4 liste civiche e Sassone per il c.destra

 
IMMIGRAZIONE
Ferrandina, i 19 migranti positivi destinati al «Celio» dopo la quarantena

Ferrandina, i 19 migranti positivi destinati al «Celio» dopo la quarantena

 
INCURIA
Metaponto, nel degrado il complesso scultoreo di Apollo e Dafne

Metaponto, nel degrado il complesso scultoreo di Apollo e Dafne

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, squadra ancora senza allenatore né ds

Bari, squadra ancora senza allenatore né ds

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoa lido azzurro
Taranto, paura in spiaggia: due ragazzini scomparsi, ritrovati da polizia locale

Taranto, paura in spiaggia: due ragazzini scomparsi, ritrovati da polizia locale

 
Brindisil'evento
Fasano, il 22 agosto arriva Daniele Silvestri con «La cosa giusta» tour

Fasano, il 22 agosto arriva Daniele Silvestri con «La cosa giusta» tour

 
Foggiaestate
Troppe barche alle Tremiti, il sindaco: «Non tutti rispettano le regole»

Troppe barche alle Tremiti, il sindaco: «Non tutti rispettano le regole»

 
Barimobilità
Bari, furti e danni ai monopattini elettrici, Decaro: «Vi scoveremo»

Bari, furti e danni ai monopattini elettrici, Decaro: «Vi scoveremo»

 
Batdipendente amiu
Trani, colpito da macchina compattatrice mentre raccoglie rifiuti: in Rianimazione

Trani, colpito da macchina compattatrice mentre raccoglie rifiuti: in Rianimazione

 
Materaa 38 anni
Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

 
PotenzaIl fenomeno
Nonni senza nipoti e sposano la politica

Nonni lucani lasciati senza nipoti, sposano la politica

 
LecceIl fatto
Nardò: «Augurate la morte ai profughi, vergogna»

Nardò, il parroco tuona: «Augurate la morte ai bimbi profughi, vergogna»

 

i più letti

BASILICATA

Bernalda, quei falchetti imprigionati vanno salvati

I «Grillai» bloccati in due abitazioni storiche in cui si rifugiano varie specie, con alcuni colombi

Bernalda, quei falchetti imprigionati vanno salvati

BERNALDA - Ogni anno stormi di Falchi Naumanni, comunemente detti Grillai, solcano i cieli della Basilicata, stazionando per qualche tempo nelle nostre cittadine, prima di riprendere il volo verso i lidi africani. Bernalda, statistiche alla mano, è tra i centri dove viene ravvisata una delle più numerose presenze del volatile migratorio considerato, purtroppo, in via di estinzione.

Alcuni volontari ambientalisti di Bernalda sono impegnati, in questi giorni, nell’opera di protezione di alcuni piccoli esemplari.
Davide Crucinio dice che «sono rimasti imprigionati in due abitazioni storiche in cui si rifugiano varie specie di avifauna. Chiusi, a quanto ci risulta, con alcuni colombi. Ogni giorno, in prossimità di quella zona, assistiamo impotenti a un’autentica processione di grillai, probabilmente padri e madri che rientrano dalla caccia, per sfamare i propri piccoli che, però, non possono raggiungere. I proprietari delle abitazioni, infatti, hanno provveduto a sigillare le casette, proprio per evitare l’ingresso di avifauna». Non sarebbero mancate le interlocuzioni per risolvere la vicenda, ma pare senza alcun esito. «Da semplici cittadini quali siamo, non abbiamo il potere di intervenire, figuriamoci in proprietà private - riprende Crucinio - . Tuttavia, abbiamo segnalato la questione alle istituzioni e alle associazioni ecozoofile, perché facciano da intermediari per liberare i pulli rimasti imprigionati. Finora, però, nessuno si è recato sul posto, nonostante gli inviti. Al momento siamo riusciti a salvare un piccolo falchetto grillaio, attualmente in cura, sperando che riesca a sopravvivere e a riprendersi lo spazio che merita, il cielo». Crucinio, che si definisce un naturalista, ma svolge anche l’attività di documentarista, sottolinea di parlare «a nome di un movimento spontaneo di cittadini amanti dell’ambiente e della natura, che ancora non si sono costituiti in associazione riconosciuta». Quindi, conclude: «Non siamo contro nessuno. Chiediamo solo di poter garantire la sopravvivenza dei pulli.

Successivamente saremo i primi ad aiutare i proprietari a sigillare le proprie abitazioni disabitate. Prima, però, vorremmo accertarci che tutti i falchetti siano salvi e restituiti alla vita». Della questione sarebbero stati interessati anche i carabinieri forestali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie