Lunedì 01 Giugno 2020 | 08:43

NEWS DALLA SEZIONE

Arte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
Il caso
Ferrandina, non c'è pace per la bonifica del sito della ex Materit

Ferrandina, non c'è pace per la bonifica del sito della ex Materit

 
La decisione
Fase 2 a Matera, il Fai riapre casa Noha per la Festa della Repubblica

Fase 2 a Matera, il Fai riapre casa Noha per la Festa della Repubblica

 
Industria
Matera, la Fiera del Mobile? «Possiamo provarci noi»

Matera, la Fiera del Mobile? «Possiamo provarci noi»

 
tecnologia
veduta di Montescaglioso

Montescaglioso, dal Comune un «no» deciso alla sperimentazione 5G

 
Lavori pubblici
Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

 
BASILICATA
Policoro, moria insolita di carpe. Colpevoli i fitofarmaci?

Policoro, moria insolita di carpe. Colpevoli i fitofarmaci?

 
dalla polizia
Matera, in auto con la marijuana: 25enne ai domiciliari

Matera, in auto con la marijuana: 25enne ai domiciliari

 
Settore balneare
Porto di Maratea

Policoro, la spiaggia sospesa: i lidi balneari lucani rinviano l'apertura

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barifase 2
Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

 
PotenzaVIOLENZA
Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

 
BrindisiFASE 2
Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

 
LecceIL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 
BatLA PROTESTA
Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

Barletta Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

 
Foggiaoperazione «Ares»
A San Severo mafia, droga e racket in 37 chiedono il rito abbreviato

San Severo, mafia, droga e racket: 37 chiedono rito abbreviato

 
MateraArte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 

i più letti

nel Materano

Policoro, è polemica sulla ostensione della statua della Madonna

C’è malcontento per la decisione sulla sacra effigie della patrona. A sollevare il caso è stato il segretario provinciale dell’Ugl, Pino Giordano, che ha parlato di un'ingiustizia

Policoro, è polemica sulla ostensione della statua della Madonna

POLICORO - Scoppia il caso della mancata concessione delle autorizzazioni per l’ostensione mobile della statua della Madonna del Ponte per le vie della città. A sollevare il caso è stato il segretario provinciale dell’Ugl, Pino Giordano, il quale si è detto «rammaricato per tale ingiusta decisione: l’Ugl ritiene fondamentale che la preghiera, mai come ora, possa essere una delle armi vincenti per uscire da questa esperienza di prova e crisi».

Il sindacalista ricorda che «grazie a don Giuseppe Gazzaneo, titolare della parrocchia Maria Santissima del Ponte, e a don Antonio Mauri si era stilato un programma nel pieno rispetto delle norme igienico-sanitarie. I fedeli non avrebbero seguito l’effigie potendola solo salutare dai balconi addobbati con drappi e omaggiando la Madonna con petali di fiori. Come d’altronde avvenuto pochi giorni fa a Tursi, a Tolve e in tante altre grandi comunità. Allora – si è chiesto Giordano – la domanda rivolta alle istituzioni nasce spontanea: perché a Tolve e Tursi sì e a Policoro no? Le istituzioni devono essere consenzienti alle volontà del popolo senza fare figli e figliastri. Per tanti la preghiera è diventata la grande forza per affrontare la pandemia. Quante persone nella preghiera hanno trovato l’alimento per non soccombere allo scoraggiamento, per non cedere alla disperazione e hanno ritrovato la pace?».

Giordano ha altresì aggiunto: «Il passaggio della Madonna, protettrice di Policoro, è per il centro ionico una festa nata da un momento drammatico. E allora non celebriamo soltanto le lotte che i lavoratori hanno combattuto per vedere riconosciuti i propri diritti, ma anche lo scopo profondo del lavoro, che è quello di trasformare e migliorare il nostro territorio, già provato dalle tempeste atmosferiche. Il virus sembra tagliare le gambe a quel poco che si era riusciti a mettere in piedi». In buona sostanza, per Giordano è opportuno che le «istituzioni pensino a cose più serie e prendano esempio dalla chiesa, da don Gazzaneo e don Mauri, che fanno leva sulla preghiera. La manifestazione di Policoro – ha concluso il segretario provinciale dell’Ugl – soddisfaceva tutti i criteri anti contagio e le relative prescrizioni di igiene e sanità pubblica». Per la cronaca il programma prevedeva per sabato 16 maggio la processione nelle contrade Madonnelle, Pantano, mare e campagne di viale Salerno, mentre ieri dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20, nel centro abitato.

ll parroco incredulo per la mancata autorizzazione. Don Gazzaneo: «Perché nel Nord non sono state vietate?»

POLICORO - «Ancora oggi non ho una risposta certa, ma solo dubbi e interrogativi». Così don Giuseppe Gazzaneo, parroco della Madonna del Ponte, in un video postato su Facebook ha commentato la decisione di negare l’ostensione della statua della patrona. «Nonostante gli sforzi e le cautele per garantire il rispetto delle norme igienico-sanitarie e di distanziamento sociale – ha spiegato – le autorità di pubblica sicurezza non hanno concesso l’autorizzazione. Perché nel martoriato Nord si sono svolte ostensioni mobili molto simili a quella da noi programmata e qui non è stato possibile? Perché a Tolve la statua di San Rocco, proprio ieri, è stata portata per le vie del paese con le stesse modalità da noi previste e comunicate alla Questura? Non ho una risposta da dare – ha concluso don Gazzaneo – ma solo documenti formali che non danno conforto né consolazione»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie