Martedì 21 Settembre 2021 | 13:21

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

I CITY RACE

Città intelligenti e ambiente: Potenza e Matera bocciate dal Fpa

Potenza e Matera sono 80esima e 81esima sui 107 capoluoghi

Potenza, trasporti bocciati dagli universitari non solo bus

Potenza e Matera, città capoluogo tra le meno «intelligenti» d’Italia. Nella classifica dei 107 capoluoghi di provincia del Belpaese, infatti, i nostri centri più importanti si attestano, rispettivamente, all’ottantunesimo e all’ottantesimo posto. Con un bilancio decisamente deludente sul fronte della funzionalità e della capacità di attrezzarsi per affrontare i cambiamenti in atto nei settori nevralgici.

Stando al rapporto «I City Rank 2019», la classifica della città italiane elaborata, come ogni anno da Fpa (Forum pubblica amministrazione), insomma, Potenza e Matera, come quasi tutti i capoluoghi del Meridione d’Italia, restano indietro: il miglior risultato, infatti, lo consegue Potenza nella speciale graduatoria della tutela ambientale, con un trentaseiesimo posto che, in ogni caso, non è un risultato eccezionale. In buona sostanza, dunque, Matera capitale della cultura e Potenza capoluogo mostrano scarsa capacità di adattamento e, dunque, poca intelligenza. Il loro percorso per diventare città più dinamiche, più funzionali, più ecologiche, più vivibili, più gestibili, più innovative e più capaci di promuovere uno sviluppo sostenibile reagendo ai cambiamenti in atto attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie, sembra essere lungo e costellato di difficoltà.

Tornando al rapporto, va precisato che l’indice e la graduatoria di Icr 2019 sono costruiti a partire da 6 indicatori (e relative classifiche) dedicati alle 6 dimensioni in cui si può declinare la qualità urbana: solidità economica, mobilità sostenibile, tutela ambientale, qualità sociale, capacità di governo, trasformazione digitale. I 6 indicatori sono, a loro volta, elaborati a partire da oltre 100 parametri (che utilizzano più di 250 variabili) tratti da fonti qualificate o da specifiche indagini e rilevazioni effettuate da Fpa. Riferito del sufficiente risultato conseguito da Potenza nella classifica della tutela ambientale (trentaseiesimo posto), va anche detto che, in tale ambito, Matera è invece al sessantottesimo a livello nazionale. Tra le prime 10 ci sono due sole città metropolitane, Bologna e Firenze, e ben 7 città del Centronord, che, però, non fanno parte delle regioni del cosiddetto «triangolo produttivo» (Prato, Pisa, Verbania, Biella, Macerata e Perugia). Come sempre, poi, un certo ritardo del Mezzogiorno è rinvenibile anche in questa dimensione, benché meno pronunciato che in altri ambiti. Sono solo 4 le città del Mezzogiorno (oltre a Potenza, ci sono anche L’Aquila, Andria e Cagliari), tra le prime 40, mentre 19 delle ultime 20 appartengono al Meridione. È importante sottolineare come nel rapporto si evidenzi che «il tema della tutela ambientale dei sistemi urbani à cruciale nella prospettiva di uno sviluppo demografico ed economico sostenibile dal punto di vista dell’utilizzo delle risorse naturali anche in una realtà come quella italiana». Come dire che il risultato di Potenza è importante da un lato, ma, dall’altro, conferma che si deve ancora migliorare. Obiettivo, questo, che ovviamente, e a maggior ragione, riguarda Matera, più indietro in classifica rispetto al capoluogo di regione, e, dunque, centro che necessita di maggiore attenzione alle tematiche connesse all’ambiente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie