L'incidente

Ciclismo, Pozzovivo investito: «Hanno messo fine alla mia carriera»

L’incidente è avvenuto in prossimità di un incrocio a Laurignano nel Cosentino

Il ciclista lucano Domenico Pozzovivo, nato a Policoro in Basilicata

Il ciclista lucano Domenico Pozzovivo, nato a Policoro in Basilicata

MATERA - Domenico Pozzovivo, ciclista del team Bahrain-Merida, è stato investito da un’auto mentre si stava allenando sulla strada che conduce a Laurignano, frazione di Dipignano, nel Cosentino.

L’incidente è avvenuto in prossimità di un incrocio. Il conducente dell’auto, una Fiat Grande Punto, ha subito chiesto l’intervento del 118.

Il ciclista, rimasto dolorante a terra senza riuscire a muoversi, è stato trasferito nell’ospedale di Cosenza. Ha riportato una frattura al braccio ed alla gamba.

«Oggi hanno messo fine alla mia carriera» sono le poche parole che Domenico Pozzovivo ha detto in una drammatica telefonata fatta subito dopo essere stato investito alla moglie Valentina Conte. La donna, adesso, è in ospedale, al fianco del marito, sedato per non farlo affaticare e per alleviare un pò i dolori per le brutte ferite riportate. «E' dolorante, è fuori pericolo ma la situazione è seria» ha detto la moglie. Stamani, quando si è svegliato, ha chiesto solo «fatemi tornare a casa».

La coppia, infatti, vive a Morcote, vicino Lugano, in Svizzera. Valentina, 30 anni, è di Cassano allo Ionio, un comune del Cosentino del quale, in passato, è stata anche assessore.
La coppia era in attesa di trasferirsi sull'Etna con la squadra di lui, la Bahrein Merida, per preparare la Vuelta. "Stavo facendo le valige - ha raccontato Valentina - quando ho ricevuto la telefonata dal cellulare di un amico che era con lui, ma è stato Domenico a parlare».
Nell’incidente, sulla cui dinamica sta indagando la Polizia municipale di Cosenza, Pozzovivo è stato colpito dalla parte destra dell’auto e nell’urto ha spaccato il parabrezza ed il finestrino. Per questo i medici intendono sottoporlo ad altri accertamenti per verificare le condizioni generali al di là delle fratture.
«Siamo contenti di quanto è stato fatto nell’ospedale di Cosenza - dice la moglie - ma vogliamo tornare immediatamente a casa. Siamo in attesa del trasferimento. Aspettiamo notizie dalla squadra. C'è bisogno di strutture sanitarie diverse per recuperare dal punto di vista atletico. Sono sconvolta. Nell’immediatezza ho fatto tutto quello che potevo fare ma adesso che sto metabolizzando mi sento male».

LE FERITE - Domenico Pozzovivo ha riportato due fratture esposte, a tibia e perone, ed al gomito. Il ciclista della Bahrein Merida è sempre rimasto cosciente, dal momento dello scontro al ricovero nell’ospedale di Cosenza.
Nel tardo pomeriggio il ciclista sarà operato per ostiosintesi in sedazione dal primario del reparto di ortopedia Gualtiero Cipparrone.
Pozzovivo, 36 anni, reduce dal Tour di Polonia, si stava allenando in vista della Vuelta che, ovviamente, sarà costretto a saltare.
Il ciclista Lucano, nell’aprile scorso, era stato operato a Crotone nella «Calabrodental», una clinica odontoiatrica specializzata in interventi maxillofacciali, dopo la caduta di alcuni giorni prima alla Freccia Vallone.

IL REFERTO MEDICO - Può già muovere la gamba destra fratturata e tra una quindicina di giorni potrà iniziare a «caricare», potrà, cioè, cominciare ad alzarsi in piedi. E' andata bene, secondo quanto si è appreso dall’ospedale Annunziata di Cosenza, l’operazione cui, nella serata di ieri, è stato sottoposto il ciclista Domenico Pozzovivo investito da un’auto mentre si stava allenando nella zona di Dipignano. L'atleta ha riportato la «frattura diatisaria» della tibia ed il primario del reparto di ortopedia Gualtiero Cipparrone, con la sua equipe, gli ha praticato un’"osteosintesi con chiodo endomidollare bloccato» per rimettere in asse la gamba. Più complicata, invece, la situazione del gomito che presenta una frattura pluriframmentata ed esposta. I medici hanno effettuato una pulizia approfondita della ferita e una riduzione della frattura. Pozzovivo sarà sottoposto anche ad altri accertamenti. Il ciclista, infatti, è stato investito frontalmente, tanto che gli sono stati applicati alcuni punti di sutura al mento.

La Gazzetta del Mezzogiorno.it