Martedì 23 Luglio 2019 | 23:57

NEWS DALLA SEZIONE

La decisione
Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

 
Il caso
Ambiente, sopralluogo assessore Basilicata su spiagge del Metapontino

Ambiente, sopralluogo assessore Basilicata su spiagge del Metapontino

 
Il convegno
Confindustria, Boccia a Matera: «Siamo la seconda manifattura d’Europa»

Confindustria, Boccia a Matera: «Siamo la seconda manifattura d’Europa»

 
Il progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
Heroes Pride
Matera si prepara al suo primo Pride tra attese e polemiche

Matera si prepara al suo primo Pride tra attese e polemiche

 
Nel Materano
Ricercato in Kazakistan, polizia lo arresta in vacanza a Policoro

Ricercato in Kazakistan, polizia lo arresta in vacanza a Policoro

 
dalla Polizia stradale
Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

 
L'omicidio
Pastore nel Materano, killer condannato a 26 anni di carcere

Pastore ucciso nel Materano, killer condannato a 26 anni

 
Una coppia di 31enni
Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossici della città, compresi minorenni: 2 arresti

Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossicodipendenti della città, compresi minori: 2 arresti

 
I dati
Matera, boom di turisti già nel 2018

Matera, boom di turisti già nel 2018

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
"Bari, campionato complicatoI tifosi faranno la differenza"

«Bari, campionato complicato. I tifosi faranno la differenza»

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeA Torre dell'Orso
Dieci persone intossicate in un villaggio del Salento: 3 di loro ricoverati in ospedale

Dieci intossicati in un villaggio del Salento: 3 di loro ricoverati in ospedale

 
GdM.TVL'evento in piazza
«Buon compleanno Emiliano»: la festa tra panzerotti e pizzica a Largo Albicocca

«Buon compleanno Emiliano»: la festa tra panzerotti e pizzica a Largo Albicocca

 
FoggiaIl caso
Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

 
TarantoNel Tarantino
Avetrana, filma l'ex compagno che prepara la droga e lo fa arrestare

Avetrana, filma l'ex compagno che prepara la droga e lo fa arrestare

 
BrindisiNel Brindisino
Latiano, paziente clinica psichiatrica tenta suicidio: denunciati 4 operatori

Latiano, paziente clinica psichiatrica tenta suicidio: denunciati 4 operatori

 
PotenzaIn frazione Ciccolecchia
Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

 
MateraLa decisione
Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

 
BatL'impianto
Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

 

i più letti

Beni culturali

Matera, il Fai apre le porte dei siti poco fruibili

Ipogei e Mulino Alvino tra le bellezze da visitare

Matera, il Fai apre le porte dei siti poco fruibili

La Matera sotterranea dell’ipogeo Materasum e la città scavata, la Scuola di alta formazione Michele D’Elia nell’ex convento di Santa Lucia e Agata, Mulino Alvino, borgo La Martella, il Centro di geodesia spaziale di Murgia Tirlecchia a Matera, la Pinacoteca a Potenza e il Convento di Santa Maria degli Angeli a Lagonegro sono soltanto alcuni dei siti poco conosciuti e a volte chiusi al pubblico che potranno essere visitati domani e domenica in occasione delle Giornate di primavera del Fai, il Fondo ambiente italiano. In tutto 90 siti aperti in Basilicata, con 49 aperture tra Matera e provincia, 29 tra Potenza e la provincia e 15 sulla costa ionica grazie alla collaborazione con gli enti pubblici, ecclesiastici, gli istituti scolastici, le forze dell’ordine, le associazioni, la Fondazione Matera Basilicata 2019, l’Università della Basilicata, la Fondazione Sassi, i privati e soprattutto grazie al prezioso contributo dei volontari e di un migliaio di apprendisti ciceroni.


Tra i siti da segnalare a Matera anche il Laboratorio di Restauro del Mibac, la Grancia fortificata di Parco dei Monaci e, nel borgo La Martella, gli edifici e gli spazi inseriti nei progetti realizzati da Adriano Olivetti e Ludovico Quaroni (obbligatoria la prenotazione, tel. 338 / 631.62.16). Saranno attivati in collaborazione con l’Unibas e la facoltà di architettura, itinerari che ripercorrono le vie del carro con visite alla Fabbrica di recinto Marconi. Sempre in accordo con l’Unibas sarà aperto il Campus universitario, «un luogo di formazione, ma anche di interazione, in cui l’offerta formativa incontra la comunità attraverso una serie di iniziative attivate durante l’anno», come ha ricordato la rettrice Aurelia Sole. Grazie all’accordo con la Fondazione Matera Basilicata 2019 si potranno visitare l’Open design School e il Casino Padula, il Community Center di Matera 2019 e le Palazzinate e l’antico forno vicinato restaurato dalla Fondazione Sassi. Fruibili anche gli ipogei di piazza San Francesco, il Castello Tramontano, Palazzo Ferraù Giudicepietro oggi Bernardini, che nei giorni scorsi ha ospitato la conferenza stampa di presentazione a cui hanno partecipato Maria Xenia Doria, presidente regionale del Fai, e Rosalba Demetrio, capo delegazione Fai Matera, che hanno illustrato il programma nel dettaglio, il cui senso è «far dialogare il passato e il presente – è stato detto – ma con uno sguardo al futuro».


Alla delegazione di Matera si affiancano anche i comuni di Ferrandina, Irsina, Montescaglioso, che propongono complessivamente 16 luoghi da visitare mentre altri 5 comuni, Garaguso, Grassano, Cirigliano e Tolve, sono afferenti al gruppo di Tricarico guidato da Sabrina Lauria che ha ricordato le aperture straordinarie del Museo dei costumi, con 100 esemplari esposti, e la visita alla caserma dei carabinieri, già ospedale di San Giovanni (sec. XVI) e la Cappella scavata di Cirigliano. A Irsina le visite avranno come filo conduttore il tema “Dalla Controriforma alla peste: l’età del Barocco a Montepeloso” che sarà raccontato da giovani apprendisti ciceroni che hanno studiato e approfondito la storia e le vicende dei luoghi, ha spiegato Anna Maria Amenta, assessora alla Cultura. Saranno aperti anche Palazzo Angioletti, la Chiesa del Purgatorio, la Chiesa e il Convento di Sant’Agostino e di San Francesco, e la Cripta della Cattedrale. Interessante l’offerta anche a Montescaglioso e Ferrandina, ha detto Francesco De Sanctis, membro del consiglio di amministrazione del Fai, e naturalmente la proposta della costa ionica con 15 aperture straordinarie, un vero e proprio tour che parte dall’epoca della Magna Grecia per arrivare ai luoghi delle lotte contadine e della riforma agraria.


A Potenza verranno aperte le porte della Pinacoteca, dove oltre alla mostra permanente, si potranno ammirare opere inedite, ha spiegato Lidia Pantone, capo delegazione Fai Potenza. Tra i siti della provincia, si consigliano la visita all’Antica Filanda De Rosa a Laurenzana, al Palazzo dell’Agli e al Castello di Monteserico a Genzano di Lucania. «Molti di questi luoghi – ha detto Patrizia Minardi, dirigente regionale dell’Ufficio sistemi culturali e turistici – sono stati aperti grazie a bandi e a progetti attivati dalla Regione e grazie alla collaborazione con il Fai e con i Comuni lucani». Info, www.fondoambiente.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie