Sabato 12 Giugno 2021 | 16:25

NEWS DALLA SEZIONE

felicità
Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

 
Vaccini
Matera, immediata sospensione Astrazeneca sugli under 60

Matera, immediata sospensione Astrazeneca sugli under 60 Il bollettino odierno

 
Criminalità
Matera,  due quindicenni nei guai per rapina

Matera, due quindicenni nei guai per rapina

 
La novità
Musica: il Matera festival 2021 celebra Piazzolla e Battiato

Musica: il Matera festival 2021 celebra Piazzolla e Battiato

 
Il caso
Matera, ubriaco al volante causa un incidente: arrestato

Matera, ubriaco al volante causa un incidente: arrestato

 
Ripartenza
Puglia e Basilicata ripartono: la diretta del Forum della «Gazzetta» a Matera

Puglia e Basilicata ripartono: la diretta del Forum della «Gazzetta» a Matera

 
i forum della gazzetta
Puglia e Basilicata: ricetta per la ripartenza

Puglia e Basilicata: ricetta per la ripartenza

 
L'analisi
Matera ci riprova con i ministri del G20

Matera ci riprova con i ministri del G20

 
L'episodio
Matera, denunciato dipendente di un grande magazzino: avrebbe rubato 34mila euro dalle casse

Matera, denunciato dipendente di un grande magazzino: avrebbe rubato 34mila euro dalle casse

 
l'evento
Matera, a fine settembre torna il «Women's fiction festival»

Matera, a fine settembre torna il «Women's fiction festival»

 

Il Biancorosso

La novità
Bari, Ciro Polito è il nuovo direttore sportivo

Bari, Ciro Polito è il nuovo direttore sportivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLotta al virus
Coldiretti, domani al via vaccini a braccianti stranieri: si parte nell'hub di Foggia

Coldiretti, domani al via vaccini a braccianti stranieri: si parte nell'hub di Foggia

 
PotenzaIl caso
Oppido Lucano, ha in casa piante di cannabis e munizioni: arrestato

Oppido Lucano, ha in casa piante di cannabis e munizioni: arrestato

 
LecceLa tragedia
Scontro tra due auto nel Leccese: muore donna di 95 anni

Scontro tra due auto nel Leccese: muore donna di 95 anni

 
Materafelicità
Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

 
TarantoLa tragedia
Taranto, Infortunio mortale alla foce del Tara

Taranto, Infortunio mortale alla foce del Tara

 
Brindisila campagna
Brindisi, Necropoli, in partenza la ricerca archeologica a Torre Guaceto

Brindisi, Necropoli, in partenza la ricerca archeologica a Torre Guaceto

 

i più letti

Il caso

Matera, picchiato per aver dato un voto basso: docente assolto

L'uomo non abusò dei mezzi di correzione

Scuola nel pallone, verità nel post-solleone

scuole

MATERA - Assolto con formula piena perché il fatto non sussiste dall’ipotesi di reato di Abuso dei mezzi di correzione o disciplina prevista dall’art. 571 del Codice Penale.

Il Tribunale di Matera, con sentenza emessa dal dott. Valerio Giovanni Antonio Sasso, accogliendo le tesi difensive dell’avv. Michele Porcari, ha assolto il docente di matematica e fisica M.R. che fu aggredito dal genitore di una alunna, Francesco Buonsanti, durante i colloqui scuola-famiglia nel Liceo Scientifico “Dante Alighieri”. I fatti si verificarono nel pomeriggio del 13 dicembre 2016. Il professore a seguito dell’aggressione riportò una lussazione ad una spalla, costretto alle cure del Pronto Soccorso e giudicato guaribile in trenta giorni dal medici dell’ospedale Madonna delle Grazie. Il Tribunale basandosi anche sulle numerose testimonianze degli alunni e compagni di classe che hanno affermato l'assoluta correttezza delle condotte poste in essere dal loro docente nei confronti di tutti gli alunni, ha stabilito la inesistenza di qualunque responsabilità penale del prof. R. ribadendo l'autonomia ed incontestabilità' in sede penale del giudizio emesso dal professore sul rendimento scolastico dell'alunno nel caso in esame. «Dalla complessa attività di indagine svolta, sia attraverso l’audizione di docenti che di alunni che, infine, acquisizione di documentazione - si legge nel dispositivo della sentenza - non è dato provare in alcun modo il reato contestato. Non è riscontrato in alcun modo alcun atteggiamento prevaricatore o vessatorio del professore (contrariamente a quanto asserito in denuncia), che anzi sembra incoraggiasse la ragazza, nè può dirsi rientrante nell’abuso dei mezzi di correzione la semplice votazione bassa data durante l’esercizio istituzionale dei poteri di valutazione attribuiti al docente».

«Si conclude così - sostiene l’avv. Michele Porcari - una vicenda che ha visto il docente esposto alle cronache locali e nazionali, anche con articoli che avevano posto in dubbio, su sollecitazione della famiglia dell'aggressore, la moralità e correttezza del docente nello svolgimento della sua attività didattica. Sia la magistratura, che, prima ancora, i colleghi e gli alunni del professore, hanno invece attestato l'assoluta estraneità del R. alle condotte surrettiziamente esposte dai denuncianti, ribadendo l'assoluta fiducia nel collega ed insegnate che, in oltre 28 anni di insegnamento, ha svolto il suo lavoro con serietà e dedizione, formando numerose classi di ragazzi pronti ad affrontare la difficile prova universitaria».
«La sentenza assolutoria emessa nei miei confronti - ha dichiarato il prof. M. R. - assume un rilievo che va oltre il caso personale e specifico, perché nell’affermare che «non può dirsi rientrante nell’abuso dei mezzi di correzione la semplice votazione bassa data durante l’esercizio istituzionale dei poteri di valutazione attribuiti al docente» riafferma il principio costituzionale della libertà di insegnamento (art. 33 della Costituzione)».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie