Lunedì 19 Agosto 2019 | 11:50

NEWS DALLA SEZIONE

Agricoltura
Troppo caldo, pomodori già cotti sulle piantine: l'allarme in Basilicata

Troppo caldo, pomodori già cotti sulle piantine: l'allarme in Basilicata

 
Il ritrovamento
Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

 
Tragedia nel Materano
Metaponto, donna annega mentre fa il bagno: forse un malore

Metaponto, donna annega mentre fa il bagno: grave la figlia di 6 anni

 
L'incidente
Grassano, cade con la macchina in un dirupo: muore 25enne

Grassano, cade con la macchina in un dirupo: muore 25enne

 
Nel Materano
Montescaglioso, polemica sul forno crematorio: i cittadini si dividono

Montescaglioso, polemica sul forno crematorio: i cittadini si dividono

 
I controlli della Gdf
JovaBeachParty a Policoro, è polemica: droga al concerto

JovaBeachParty a Policoro, è polemica: droga al concerto e trasporti inefficienti

 
Il caso
Matera, prenota vacanza online ma è una truffa: denunciato 50enne

Matera, prenota vacanza online ma è una truffa: denunciato 50enne

 
L'evento
Bernalda, una serenata a sorpresa tra Jovanotti e Dario Argento

Bernalda, una serenata a sorpresa tra Jovanotti e Dario Argento

 
Sfruttamento
Caporalato nel Materano, 3 denunciati: sanzioni fino a 43mila euro

Caporalato nel Materano, 3 denunciati: sanzioni fino a 43mila euro

 
Dopo il rogo
Metaponto, caso La Felandina: Salvini esamina la situazione della tendopoli

Metaponto, caso La Felandina: Salvini esamina la situazione della tendopoli

 

Il Biancorosso

Coppa Italia
Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNel paesino Foggiano
Roseto Valfortore, il sindaco: «Cercasi disperatamente segretario comunale»

«AAA cercasi disperatamente segretario comunale a Roseto Valfortore»

 
TarantoL'arresto
Statte, ladro sfortunato: entra in due case ma viene beccato dai proprietari

Statte, ladro sfortunato: entra in due case ma viene beccato dai proprietari

 
BatCervelli in fuga
Da Bisceglie in Olanda: la storia di Anna, biologa contro il cancro al fegato

Da Bisceglie in Olanda: la storia di Anna, biologa contro il cancro al fegato

 
MateraAgricoltura
Troppo caldo, pomodori già cotti sulle piantine: l'allarme in Basilicata

Troppo caldo, pomodori già cotti sulle piantine: l'allarme in Basilicata

 
PotenzaIl caso
Potenza, lavori al carcere: chi è in arresto deve «emigrare»

Potenza, lavori al carcere: chi è in arresto deve «emigrare»

 
LecceIl Blitz
Borgo Piave, cardellini-esca per i bracconieri e partono sequestri e denunce

Borgo Piave, cardellini-esca per i bracconieri e partono sequestri e denunce

 
BariIl caso
Ruvo, cittadino raccoglie rifiuti ma viene multato: «Ha spostato l'immondizia»

Ruvo, cittadino raccoglie rifiuti ma viene multato: «Ha spostato l'immondizia»

 
BrindisiAtti vandalici
Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

 

i più letti

Il caso

Matera, picchiato per aver dato un voto basso: docente assolto

Michele Ruscigno non abusò dei mezzi di correzione

scuola

MATERA - Assolto con formula piena perché il fatto non sussiste dall’ipotesi di reato di Abuso dei mezzi di correzione o disciplina prevista dall’art. 571 del Codice Penale.

Il Tribunale di Matera, con sentenza emessa dal dott. Valerio Giovanni Antonio Sasso, accogliendo le tesi difensive dell’avv. Michele Porcari, ha assolto il docente di matematica e fisica Michele Ruscigno che fu aggredito dal genitore di una alunna, Francesco Buonsanti, durante i colloqui scuola-famiglia nel Liceo Scientifico “Dante Alighieri”. I fatti si verificarono nel pomeriggio del 13 dicembre 2016. Il professore a seguito dell’aggressione riportò una lussazione ad una spalla, costretto alle cure del Pronto Soccorso e giudicato guaribile in trenta giorni dal medici dell’ospedale Madonna delle Grazie. Il Tribunale basandosi anche sulle numerose testimonianze degli alunni e compagni di classe che hanno affermato l'assoluta correttezza delle condotte poste in essere dal loro docente nei confronti di tutti gli alunni, ha stabilito la inesistenza di qualunque responsabilità penale del prof. Ruscigno ribadendo l'autonomia ed incontestabilità' in sede penale del giudizio emesso dal professore sul rendimento scolastico dell'alunno nel caso in esame. «Dalla complessa attività di indagine svolta, sia attraverso l’audizione di docenti che di alunni che, infine, acquisizione di documentazione - si legge nel dispositivo della sentenza - non è dato provare in alcun modo il reato contestato. Non è riscontrato in alcun modo alcun atteggiamento prevaricatore o vessatorio del professore (contrariamente a quanto asserito in denuncia), che anzi sembra incoraggiasse la ragazza, nè può dirsi rientrante nell’abuso dei mezzi di correzione la semplice votazione bassa data durante l’esercizio istituzionale dei poteri di valutazione attribuiti al docente».

«Si conclude così - sostiene l’avv. Michele Porcari - una vicenda che ha visto il docente esposto alle cronache locali e nazionali, anche con articoli che avevano posto in dubbio, su sollecitazione della famiglia dell'aggressore, la moralità e correttezza del docente nello svolgimento della sua attività didattica. Sia la magistratura, che, prima ancora, i colleghi e gli alunni del professore, hanno invece attestato l'assoluta estraneità del Ruscigno alle condotte surrettiziamente esposte dai denuncianti, ribadendo l'assoluta fiducia nel collega ed insegnate che, in oltre 28 anni di insegnamento, ha svolto il suo lavoro con serietà e dedizione, formando numerose classi di ragazzi pronti ad affrontare la difficile prova universitaria».
«La sentenza assolutoria emessa nei miei confronti - ha dichiarato il prof. Michele Ruscigno - assume un rilievo che va oltre il caso personale e specifico, perché nell’affermare che «non può dirsi rientrante nell’abuso dei mezzi di correzione la semplice votazione bassa data durante l’esercizio istituzionale dei poteri di valutazione attribuiti al docente» riafferma il principio costituzionale della libertà di insegnamento (art. 33 della Costituzione)».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie