Sabato 25 Settembre 2021 | 14:12

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Il territorio

Chiesa rupestre scoperta nel Parco della Murgia materana

A scoprirla due operatori del CEA (Centro Educazione Ambientale) di Montescaglioso

Chiesa rupestre scoperta nel Parco della Murgia materana

«È di questi giorni la scoperta di una chiesa rupestre rinvenuta nel Parco della Murgia Materana, in agro di Montescaglioso. Protagonista un team di lavoro, quello del Centro di Educazione Ambientale di Montescaglioso (CEA), che svolge da anni un lavoro di ricerca, studio e controllo del territorio, portando alla luce vere e proprie bellezze ambientali, storiche ed artistiche. Sono loro, gli operatori e gli amici del CEA, Giuseppe Grossi e Cristiano Fumarulo, autentici appassionati del territorio che riescono a far parlare la Murgia materana. «Sono rimasto molto colpito dall’ipogeo che presenta l’altare rivolto a oriente, in direzione del sole che nasce secondo un’antica tradizione tipica delle chiese medievali. Ancora una volta, la forza della natura del Parco ha custodito la grande bellezza di una chiesa rupestre inedita da esplorare e visitare quanto prima possibile”. Sono le parole di Michele Lamacchia, Presidente del Parco della Murgia Materana, pronto a costruire i prossimi passi da compiere per conoscere e studiare la nuova chiesa rupestre.


L’ipogeo è costituito da tre ambienti, di cui uno absidato, con una sepoltura priva di lastra di copertura e dislocata nell’aula principale. La chiesa presenta nicchie, di cui una è incompleta. L’ingresso propone una scalanatura per l’allontanamento dell’acqua piovana. Lungo la parete esterna, a sinistra dell’ingresso, si trova una piattaforma nella quale è scavata una cisterna. L’abside è esposto a oriente e l’ingresso della chiesa è collocato in un altro ambiente affiancato all’aula principale.
Un interesse forte verso il territorio è espresso chiaramente nelle parole del responsabile del CEA di Montescaglioso, Franco Caputo.«Gli operatori e la rete degli amici del Centro di Educazione Ambientale di Montescaglioso e di CooperAttiva, continueranno le consuete attività di ricerca sul territorio finalizzate ad approfondire la conoscenza dell’area del Parco e delle zone circostanti ed in particolare del versante verso Montescaglioso. In questa zona, lo stesso gruppo di lavoro aveva già individuato un’altra chiesa inedita a Cozzo S. Angelo e una cava di calcarenite databile ai secoli IV-III a.C. Si ritiene che l’area possa riservare altre sorprese. La scoperta costituisce un piccolo contributo al buon avvio di Matera 2019. Il prossimo passo da compiere, in accordo con il presidente del Parco della Murgia Materana, Michele Lamacchia, é l’organizzazione di un incontro pubblico, a Matera e Montescaglioso, per illustrare con foto e rilievi le specificità della chiesa individuata e dell’area d’insediamento»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie