Domenica 20 Gennaio 2019 | 16:11

LETTERE AL DIRETTORE

Sanità, battaglia assai difficile da vincere

L’ultima battaglia intrapresa da Michele Emiliano al fine di contenere i dispendiosi “viaggi della speranza” in sanità, dalle regioni meridionali verso il Nord Italia (217 milioni di euro nel 2014 per la sola Puglia), difficilmente porterà a risultati concreti. Non è solo una questione di maggiori risorse e migliore organizzazione o di un’inveterata consuetudine da passaparola, ma la spiegazione va cercata - e bisogna avere il coraggio di ammetterlo - nella realtà di università di serie A e di serie B.
Costituendo le facoltà di medicina l’elemento trainante del sistema sanitario, se le seconde servono solo come trampolino di lancio verso le prime, avremo sempre una migrazione di cervelli - e tutti sappiamo quanti illustri professori del settentrione hanno origini meridionali - verso il Nord a discapito del Sud, ove sopravvivono sparute individualità che pur di pregio di solito non fanno notizia. Valga come esempio la rara presenza di luminari meridionali nelle rubriche sanitarie della televisione nazionale.

Giuseppe Gragnaniello, Terlizzi (Bari)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400