Martedì 25 Febbraio 2020 | 05:14

Il Biancorosso

Calcio
Cavese-Bari: la diretta della partita

Bari, solo un punto con la Cavese

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantotragedia sfiorata
Taranto Mittal, incendio divampa in Colata, il video inviato a Patuanelli

Taranto Mittal, incendio divampa in Colata, il video inviato a Patuanelli

 
BatL'appuntamento
Barletta, tutto pronto per la «Disfida della sicurezza»

Barletta, tutto pronto per la «Disfida della sicurezza»

 
BariIl rientro
Terremoto Albania, dimessi i due pazienti curati a Bari

Terremoto Albania, dimessi i due pazienti curati a Bari

 
PotenzaIl caso
Coronavirus: da Milano a Potenza, allontanato avvocato dal Tribunale

Coronavirus: da Milano a Potenza, allontanato avvocato dal Tribunale

 
FoggiaL'incendio nel Foggiano
Borgo Mezzanone, scoppia rogo in baraccopoli: nessun ferito

Borgo Mezzanone, scoppia rogo in baraccopoli: nessun ferito

 
BrindisiLa riserva
Palle verdi, alghe rosse e foglie nere: Torre Guaceto e... i «doni» del mare:

Palle verdi, alghe rosse e foglie nere: Torre Guaceto e... i «doni» del mare

 
LecceI controlli
Dal Lodigiano ad Andrano: sospetto contagio da Coronavirus a pranzo nuziale per famiglia salentina

Dal Lodigiano ad Andrano: sospetto contagio da Coronavirus a pranzo nuziale per famiglia salentina

 

i più letti

LETTERE AL DIRETTORE

Sanità, battaglia assai difficile da vincere

L’ultima battaglia intrapresa da Michele Emiliano al fine di contenere i dispendiosi “viaggi della speranza” in sanità, dalle regioni meridionali verso il Nord Italia (217 milioni di euro nel 2014 per la sola Puglia), difficilmente porterà a risultati concreti. Non è solo una questione di maggiori risorse e migliore organizzazione o di un’inveterata consuetudine da passaparola, ma la spiegazione va cercata - e bisogna avere il coraggio di ammetterlo - nella realtà di università di serie A e di serie B.
Costituendo le facoltà di medicina l’elemento trainante del sistema sanitario, se le seconde servono solo come trampolino di lancio verso le prime, avremo sempre una migrazione di cervelli - e tutti sappiamo quanti illustri professori del settentrione hanno origini meridionali - verso il Nord a discapito del Sud, ove sopravvivono sparute individualità che pur di pregio di solito non fanno notizia. Valga come esempio la rara presenza di luminari meridionali nelle rubriche sanitarie della televisione nazionale.

Giuseppe Gragnaniello, Terlizzi (Bari)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie