Venerdì 18 Gennaio 2019 | 15:44

LETTERE AL DIRETTORE

Gli immigrati a lezione di vernacolo!

Quando si parla di immigrazione e integrazione bisogna poi fare inevitabilmente i conti con le persone reali.
Un esempio concreto a Bari: alle 11,15 del 13 gennaio nella piazza della Basilica di San Nicola (un santo amante dei «forestieri») un maresciallo dei vigili ha redarguito in forma diciamo pittoresca un ragazzo di colore che tentava di vendere 2 (due) affarini per fare i selfie.
Gli ha urlato contro letteralmente «aue' vattinn a cast!» (vattene a casa tua) tra i risolini compiaciuti di alcuni astanti.
Forse pensano che i problemi si risolvano rimandando indietro gente che fugge da guerre e persecuzioni?
E il vigile forse pensa che l'integrazione sia dare lezioni stradali di vernacolo agli immigrati?

Mimmo De Lucia (Bari)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400