Lunedì 21 Gennaio 2019 | 15:40

LETTERE AL DIRETTORE

L’esperienza umana merita sempre rispetto

Proferire giudizi apodittici sulla vita è sempre insensato. L’esistenza umana merita, sempre e comunque, rispetto e amore. Si può aderire ad un’etica tradizionale oppure avere una cultura profondamente e esclusivamente laica, ma non si possono ammainare mai le bandiere del buon senso. La razionalità non è un vascello folle, ma è una mansione serena, che va gestita con cautela. Da laico, mi sento mortificato e indignato per le dichiarazioni choc di Jacqueline Herremans, presidente della sezione belga dell’Associazione per il diritto di morire nella dignità (Admd), la quale su Twitter (piazza virtuale che, purtroppo, veicola ogni cosa), in una discussione, ha avuto l’imprudenza e l’impudenza di asserire che “le persone affette da sindrome di Down sono un peso per la società e non meritano di vivere”. La Herremans ritiene di dover reclamare per i Down il ricorso all’eutanasia. Idee così stupide possono essere solo stigmatizzate e ripudiate, perché sono figlie d’un laicismo ottuso, disgiunto dal senso di realtà e di umana appartenenza. Con profonda stima.


Marcello Buttazzo, Lequile (Lecce)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400