Giovedì 17 Gennaio 2019 | 03:11

LETTERE AL DIRETTORE

Io, Pallone chiedo un po’ di riconoscenza

Sì, sono molto deluso. Si parla tanto di Calcio, ma nessuno si ricorda mai di me. Scusate: sono il povero... pallone! Avete mai sentito qualcuno apprezzare il mio duro lavoro? Provate voi a prendere calci per tutta la vita! Eppure, per i calcioni che prendo si arricchisce tanta gente, si riempiono gli stadi, milioni di persone guardano la TV. Vi regalo emozioni forti e genuine e chissà, magari per un attimo, vi faccio anche dimenticare i problemi! Poi, nemmeno un grazie. E' vero, ogni anno mi rifate il look, ma solo per una questione di sponsor. Che tristezza quando al termine della partita, esausto e pieno di lividi, mi calciate lontano subito dimenticato. Come se non avessi partecipato allo spettacolo! Ma non era per me che tutti trepidavate sperando o temendo che finissi in rete? Eppoi, perchè mi accostate agli scandali del calcio raffigurandomi sgonfio, brutto e sporco? Che cosa c'entro io? E ora, ricominciate pure a prendermi a pedate, in fondo è il mio mestiere. Ma almeno, fatelo con un po' di riguardo, se non con riconoscenza!


Michele Massa (Bologna)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400