Martedì 22 Gennaio 2019 | 13:26

NEWS DALLA SEZIONE

A Giuggianello
Rave party illegale in Salento: 5 denunciati per festa in capannone

Rave party illegale in Salento: cinque denunciati per festa in capannone

 
Nella notte
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via esame periti della Procura: in aula anche Governatore Emiliano

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 
Truffa nel Leccese
Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

 
Ambiente
Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

 
In Salento
Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

 
A Castrignano del Capo
Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Chiede acqua in un bar e gli servono brillantante: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

 

galatina

Il Comune cerca un avvocato
«Bando illegittimo, va annullato»

Sotto accusa i criteri di valutazione e la discrezionalità del sindaco

Il Comune cerca un avvocato «Bando illegittimo, va annullato»

GALATINA - «Il bando per avvocato è inaccettabile e viola le regole. Il Comune lo annulli». L’associazione dei Giovani amministrativisti salentini, presieduta dall’avvocato Francesco G. Romano, critica aspramente il bando con il quale il Comune di Galatina intende assumere un avvocato a tempo pieno e determinato.

Il bando prevede la valutazione dei curricula da una commissione, sulla base della preparazione professionale, l’autonomia nell’esecuzione delle attività di competenza, la conoscenza delle norme dell’ente e altri fattori. Sarà poi scelto un numero ristretto di candidati e l’elenco sarà sottoposto al sindaco, che individuerà il vincitore.

«La procedura - spiega l’associazione - prevede, dunque, due fasi: la prima, nella quale una commissione composta dal segretario e dal dirigente selezionano al massimo 5 candidati; la seconda, nella quale il sindaco individua il vincitore. Un procedimento di valutazione ingiusto, illegittimo e in antitesi con ogni principio di meritocrazia e trasparenza».

Diversi gli aspetti criticati. La composizione della commissione, che per i Giovani amministrativisti è «illegittima, poiché per principio pacifico deve essere composta in numero dispari: d’altronde, lo stesso Codice degli appalti prevede che la commissione è costituta da un numero dispari di commissari». I parametri di scelta dei candidati, «del tutto evanescenti, generici, senza che siano stati preventivamente fissati i criteri con l’indicazione dei relativi punteggi; non è neppure indicato il punteggio minimo-massimo da attribuire a ciascun parametro». La scelta finale, affidata al sindaco: una «decisione che sembra addirittura scevra dalla valutazione di ogni titolo. Tutto ciò rende evidente l’illegittimità e l’ingiustizia dell’azione del Comune di Galatina, poiché la procedura indetta, non indicando quali siano i criteri e i subcriteri per la scelta e i rispettivi punteggi, lascia all’arbitrio della commissione prima, e del sindaco dopo, la scelta del candidato vincitore».

Tutto ciò, continuano i giovani avvocati, contrasta con il principio di meritocrazia e di trasparenza, ma anche con il Testo unico degli enti locali, che, «nel consentire agli enti di affidare incarichi di responsabilità dirigenziale con contratti a tempo determinato, non li esonera dallo svolgere procedure concorsuali».

Per l’associazione il bando è da revocare in autotutela, perché «di fatto impedisce agli avvocati di partecipare a una gara con regole chiare». Se non ci sarà l’annullamento del bando, chiude l’associazione, la vicenda sarà portata nelle sedi opportune.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400