Martedì 22 Gennaio 2019 | 09:02

NEWS DALLA SEZIONE

A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via esame periti della Procura: in aula anche Governatore Emiliano

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 
Truffa nel Leccese
Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

 
Ambiente
Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

 
In Salento
Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

 
A Castrignano del Capo
Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Chiede acqua in un bar e gli servono brillantante: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

 
Vandali al Vanoni
Nardò, dalla finestra della scuola «piovono» sedie

Nardò, dalla finestra della scuola «piovono» sedie

 
Padre, madre e 2 figli
Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

 

Diego De Lorenzis nel mirino

Lecce, raid in casa
del deputato dei 5 Stelle

Lecce, raid in casa  del deputato dei 5 Stelle

di Elena Armenise

LECCE - Messa a soqquadro l’abitazione del deputato Diego De Lorenzis. Sembra esclusa l’ipotesi di un tentativo di furto. «Se qualcuno cerca di intimorirmi si sbaglia di grosso» dice il parlamentare del M5S.

L’episodio è accaduto martedì scorso, a Lecce, ma il deputato lo ho reso noto solo ieri, per evitare di intralciare le indagini degli inquirenti. «Qualcuno ha deciso di farmi visita quando nessuno era presente - dice il parlamentare pentastellato - in molti, purtroppo, conoscono la sensazione orribile di impotenza e fragilità dovuti alla violazione del posto in cui ci si dovrebbe sentire più al sicuro. Tuttavia - aggiunge - chi è entrato non era un ladro, un drogato o un balordo. Non cercava denaro o qualcosa da rubare. Non è stato portato via niente».

Ad accorgersi di quanto accaduto nell’appartamento alla periferia di Lecce, la moglie del deputato che, entrando a casa, si è resa conto che la porta blindata era chiusa, ma senza mandate. L’infisso non presentava segni di infrazione. Una volta all’interno, l’amara sorpresa. L’intera abitazione era stata messa a soqquadro, ma non è stato portato via niente, né denaro contante, né oggetti di valore. È possibile, dunque, che i malviventi cercassero altro. Forse documenti legati all’attività del parlamentare che si trovava a Roma. «Forse ho pestato i piedi a qualcuno - ipotizza Diego De Lorenzis - Nell’appartamento non avevo alcun documento legato alla mia attività. Forse gli atti presentati in Parlamento, in Procura o alla Corte dei conti avranno infastidito qualcuno. Tra le ipotesi degli inquirenti anche quello di un messaggio intimidatorio. Se così fosse - dice De Lorenzis - voglio che sia chiaro che non ho paura perché non sono solo. Non hanno colpito me o la mia famiglia. Hanno offeso un’intera comunità di persone oneste. Andremo avanti. Questo dimostra che il nostro lavoro va nella direzione giusta». All’interno dell’abitazione sono stati effettuati tutti i rilievi necessari per cercare di individuare i responsabili. Le indagini sono in corso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400