Venerdì 20 Settembre 2019 | 13:36

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
In un allevamento
Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

 
Giro da oltre 2mln di euro
Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

 
Tragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
Televisione
Eurogames, anche Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

Eurogames, Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

 
Presi dai Cc
Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

 
Il duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
Operazione Armonica
Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti Video

 
La tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 
incidente sul lavoro
Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

 
Sulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiOperazione Ps e vigili
Ceglie Messapica, casa-fortezza protetta da telecamere: preso pusher

Ceglie Messapica, casa-fortezza protetta da telecamere: preso pusher

 
TarantoCosimo Stano
Manduria, pestarono a morte anziano: chiesta messa alla prova per due minori

Manduria, pestarono a morte anziano: chiesta messa alla prova per due minori

 
BatL'inchiesta
Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzina

Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzine

 
BariNegli ospedali
Monopoli e Molfetta, i furbetti del cartellino: in arrivo 20 licenziamenti

Monopoli e Molfetta, i furbetti del cartellino: in arrivo 20 licenziamenti

 
FoggiaIn via Bagnante
Foggia maxi rissa in centro con mazze e spranghe: sette arresti e due feriti

Foggia maxi rissa in centro con mazze e spranghe: sette arresti e due feriti

 
PotenzaIspettorato
Lavoro nero, controlli nel Metapontino: trovati 11 «irregolari»

Lavoro nero, controlli nel Metapontino: trovati 11 «irregolari»

 
LecceNel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
MateraTentato omicidio
Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

 

i più letti

il caso

Il vescovo striglia i turisti
«Scempi nei luoghi di culto»

D'Ambrosio: «Mi auguro che si realizzi al più presto l'accesso programmato nelle chiese»

Il vescovo striglia i turisti «Scempi nei luoghi di culto»

LECCE - La bellezza e la sacralità della Cattedrale «scippata» dai turisti e visitatori con chiasso e «atteggiamenti bivaccanti e dissacranti».

L’arcivescovo Domenico D’Ambrosio ha usato questa espressione forte ieri sera, nel corso dell’omelia pronunciata durante la concelebrazione eucaristica per la festa della dedicazione della chiesa cattedrale.

«Questo tempio - ha detto l’arcivescovo - ha già raccontato nella sua lunga storia la santità di tanti nostri fratelli e sorelle nella fede. Questo racconto di santità continua oggi, attraverso la fatica e l’impegno di tutti noi in cammino verso la santità, garantendo a questo edificio materiale la sua dignità, bellezza e sacralità, che ahimè ci viene- scusate l’espressione un po’ forte - scippata dalle moltitudini di turisti e visitatori che “scempiano” con chiasso, atteggiamenti bivaccanti e dissacranti, insensibili e riottosi all’osservanza di elementari regole per la salvaguardia della sacralità del luogo».

«Lascio incompleto il programma - aggiunge monsignor D’Ambrosio - e mi auguro che lo si realizzi nel più breve tempo possibile: l’accesso programmato, prenotato e ordinato ai nostri luoghi sacri».

Un duro atto di accusa, dunque, nei confronti di tutti coloro che non tengono conto della sacralità del luogo sacro e si lasciano andare - come ha spiegato l’arcivescovo - ad «atteggiamenti bivaccanti».

La denuncia - come detto - è stata fatta in occasione della festa per la dedicazione della chiesa cattedrale. «Ancora una volta, ed è l’ultima, sicuramente per me - ha detto D’Ambrosio nell’omelia - siamo radunati per celebrare e ricordare nella comunione della fede e nell’appartenenza a questa santa chiesa, il giorno santo nel quale questo tempio è stato dedicato alla santa e indivisa Trinità. Il mio saluto e la mia gratitudine sono per ciascuno di voi, miei compagni di viaggio lungo la strada del pellegrino che insieme abbiamo percorso per otto anni».

Poi l’arcivescovo aggiunge che «questo tempio è stato costruito ed edificato con la pietra dell cave del Salento: la pietra scavata, levigata, incastonata ed impreziosita dall’arte che ha dato volto, figura, novità e suono alla pietra nuda, silente ed inerte della nostra terra. Questa pietra per la potenza dello Spirito è diventata roccia salda e santa, immagine e segno della pietra angolare, scelta e preziosa, Cristo Signore».

«L’altare - spiega infine l’arcivescovo D’Ambrosio - è la tavola dell’Eucarestia, è la mensa che Cristo Signore imbadisce e prepaa per tutti. Non c’è nessun Lazzaro costretto a raccattare o a difendere le briciole che cadono dalla mensa. A nessun povero - e sono sempre più numerose le nostre povertà - è impedito di entrare. Tutti sono invitati - sottolinea ancora l’arcivescovo - perchè questo è il banchetto che significa e dà gioia e la nostra festa è piena e vera quando è condivisa da tutti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie