Lunedì 21 Ottobre 2019 | 01:59

NEWS DALLA SEZIONE

IL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
Un 67enne
Melendugno, gli sfugge motosega di mano: muore dissanguato

Melendugno, gli sfugge motosega di mano: muore dissanguato

 
La tragedia
Melendugno, gli sfugge la motosega di mano: 67enne morto dissanguato

Melendugno, gli sfugge la motosega di mano: 67enne morto dissanguato

 
ESERCITO
Lecce, il 31° Reggimento carriha un nuovo comandante

Lecce, il 31° Reggimento carri ha un nuovo comandante

 
la mossa del sindaco
Otranto, sotto esame l’idea dei pontili aperti

Otranto, sotto esame l’idea dei pontili aperti

 
Migranti
Salento, due sbarchi in poche ore: in 81 arrivano a bordo di una barca a vela

Salento, due sbarchi in poche ore: in 81, tra curdi e iracheni, a bordo di un veliero

 
I soccorsi
Migranti, in arrivo 80 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

Migranti, in arrivo 50 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

 
L'intesa
Casarano, salvi i 423 posti di lavoro call center Enel per mercato libero

Casarano, salvi i 423 posti di lavoro call center Enel per mercato libero

 
Incidente mortale
Lecce, contromano sulla statale: confermati arresti per carabiniere

Lecce, contromano sulla statale: confermati arresti per carabiniere

 
in salento
Muore a 79 anni Marcello, fratello di Don Tonino Bello

Muore a 79 anni Marcello, fratello di Don Tonino Bello

 
era in ospedale
Gallipoli, morte sospetta di una prof 78enne: 24 indagati

Gallipoli, morte sospetta di una prof 78enne: 24 indagati

 

Il Biancorosso

L'intervista
Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl contest
Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

 
TarantoLa visita
Scuola, domani il ministro Fioramonti in visita a Taranto

Scuola, domani il ministro Fioramonti in visita a Taranto

 
PotenzaInvasi semivuoti
Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

 
LecceIL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
FoggiaSalgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
BrindisiIl sequestro
Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

 

i più letti

Porto Cesareo

Incendio in riva al mare
distrutto un altro lido

Ingenti i danni. L'ex senatore Gaglione, uno dei soci: «Non è doloso»

Incendio in riva al mare  distrutto un altro lido

PORTO CESAREO - Un nuovo lido in fiamme. Dopo l’«Oasis», un altro stabilimento balneare è stato distrutto da un incendio. Stavolta è toccato alla «Spiaggia del Conte». Uno dei soci è l’ex senatore e cardiologo Antonio Gaglione. «A quanto ci risulta non ci sono elementi per sostenere sostenere che si tratti di un incendio doloso» dice Gaglione.

Il rogo si è sviluppato l’altra sera, intorno alle 21. La struttura era chiusa. Ma l’allarme è stato lanciato subito perché nella zona (località “Punta Prosciutto” nei pressi di Torre Lapillo) ci sono anche villette. Le fiamme hanno avuto facile presa perché il bar ristoro e gli spazi adibiti a deposito sono realizzati in legno e sono stati costruiti su una piattaforma lignea.

Scattato l’allarme, sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri. Le operazioni di spegnimento sono state condotte dai pompieri del distaccamento di Veglie. I danni sono ancora da quantificare perché l’incendio ha distrutto tra le altre cose vari frigoriferi, diverse attrezzature per la somministrazione di bevande, tavoli e sedie. Dell’episodio è stato informato il pubblico ministero di turno.

Le cause sono in corso di accertamento. I carabinieri, al momento, non escludono l’origine dolosa. Ma i soci della struttura - come si diceva - sono certi che non si tratta di un attentato. «Sono sereni ed hanno intenzione di ricostruire la struttura - dice Mauro Della Valle, presidente di Federbalneari - Ho sentito i soci. Mi hanno spiegato che le fiamme, molto probabilmente, sono partite da un filo elettrico che girava intorno alla struttura».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie