Venerdì 18 Gennaio 2019 | 18:40

NEWS DALLA SEZIONE

Il movimento nel Salento
Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

 
Nel Leccese
Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

 
Il festival
Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

 
All'ospedale Vito Fazzi
ospedale Vito Fazzi di Lecce

Polmone asportato senza aprire torace: super-intervento a Lecce

 
Parla Vincenzo Zara
Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

 
Lontano almeno 300 metri
Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: mi tradisce

Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: «Mi tradisce»

 
nel Leccese
Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

 
Il progetto non decolla
Monteroni, stop all'università islamica: il Tar dà ragione al comune

Monteroni di Lecce, l'università islamica non si farà: il Tar dà ragione al comune

 
Il gasdotto
Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

 
La nomina
Lecce, dopo le dimissioni di Salvemini nominato commissario ex prefetto Sodano

Lecce, dopo dimissioni di Salvemini nominato commissario: è l'ex prefetto Sodano

 
12 e 13 gennaio
BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

 

ispezioni anche a Copertino

Blitz anti caporalato
nelle campagne di Nardò

Nardò, anti caporalatoblitz nelle campagne

NARDO' - Decine di poliziotti e camionette blindate nelle campagne di Nardò. È scattato alle prime luci di ieri un blitz delle forze dell’ordine. In campo, tra imprenditori agricoli e lavoratori extra-comunitari, anche il vice-questore Pantaleo Nicolì, alla guida del commissariato neritino. Impossibile, ieri mattina poco dopo le 5, non accorgersi della massiccia presenza di divise sulla provinciale Nardò-Copertino. Sotto la lente della polizia e di altri enti (Asl e Inail) è finito un grande campo di pomodori di proprietà di un giovane agricoltore neritino.

Circa una ventina, dicevamo, i poliziotti impiegati per controllare che tutto fosse in regola tra documenti, contratti di lavoro e rispetto delle norme di sicurezza. Dalle verifiche non sarebbe emersa alcuna irregolarità. I controlli sono proseguiti in altre zone di campagna tra Nardò e Copertino. E anche qui, gli agenti avrebbero trovato tutto in regola. Una giornata di controlli così massicci, che ha visto schierato un numero imponente di uomini e mezzi (anche i blindati solitamente utilizzati in situazioni di potenziale pericolo), arriva dopo giornate di grande attenzione intorno alla tendopoli della masseria Boncuri.

Al duro intervento del Consiglio italiano per i Rifugiati (CiR), dove le rappresentanti, Donatella Tanzariello, Mariastella Giannini e Francesca Carrozzo, insieme alla psicologa e psicoterapeuta Chiara Marangio, hanno segnalato alla Prefettura di Lecce le difficoltà che si vivono ogni giorno nelle tende intorno alla masseria è seguita una denuncia ai carabinieri di Nardò. A firmarla un’associazione politica neritina che da tempo aveva segnalato al prefetto le criticità evidenti e facilmente riscontrabili nella tendopoli di Boncuri. Uno spazio dove sono state censite 300 persone. Non si conosce bene il confine tra lavoratori e non lavoratori e non si sa quante persone non siano state registrate. In giro per le campagne neritine, in questi giorni, anche il «Camper dei Diritti» della Cgil Lecce. L’obiettivo è incontrare i lavoratori impegnati nelle campagne di raccolta per aiutarli a tutelare i loro diritti.

Tanti controlli e molta attenzione ma la risposta degli agricoltori, al momento, è adeguata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400