Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 19:07

NEWS DALLA SEZIONE

Caccia ai ladri nel leccese
Caprarica, irrompono nell'ufficio postale da un buco nel muro e rubano 18mila euro

Caprarica, irrompono nell'ufficio postale da un buco nel muro e rubano 18mila euro

 
Il caso
Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

 
Uscito dalla macchinetta
Lecce, beve espressino al bar e ingoia pezzo di metallo

Lecce, beve espressino al bar e ingoia pezzo di metallo

 
Il caso nel Leccese
Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

 
A Giuggianello
Rave party illegale in Salento: 5 denunciati per festa in capannone

Rave party illegale in Salento: cinque denunciati per festa in capannone

 
Nella notte
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via esame periti della Procura: in aula anche Governatore Emiliano

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 

In vista delle Comunali

Centrosinistra, il Pd
accelera per la discesa
in campo di Stefàno

«Lecce Bene Comune» valuta una rosa di nomi, tra i quali anche il regista Valenti in vista delle comunali

Centrosinistra, il Pd  accelera per la discesa  in campo di Stefàno

di Fabio Casilli

Dopo il «sì» del centrodestra a Mauro Giliberti e con i 5 Stelle già in campo con Fabio Valente e Alessandro Delli Noci con «L’altra Lecce», ora anche il centrosinistra vuol dare un’accelerata.

Ieri sull’asse Lecce-Bari-Roma è stato un susseguirsi di contatti telefonici. L’obiettivo è accelerare sulla discesa in campo di Dario Stefàno. Il senatore ex Sel, com’è noto, è il candidato preferito dai vertici del Partito democratico salentino. Che non ne vogliono sapere di Primarie, come sollecita la parte minoritaria del partito, che fa riferimento al viceministro Teresa Bellanova, al deputato Salvatore Capone e al consigliere regionale Sergio Blasi. E, in caso - allo stato attuale improbabile - di consultazione dei militanti e dei simpatizzanti del centrosinistra, si è proposto da tempo il capogruppo a palazzo Carafa Paolo Foresio.

Lo hanno ribadito, con forza, la scorsa settimana, nel primo incontro che il gruppo consiliare del Pd ha organizzato alla «Fondazione Palmieri» di Lecce.

Ma il tempo stringe e, secondo molti, non ci sarebbero più i margini per organizzare e celebrare le primarie del centrosinistra. Ecco perché i segretari provinciale e cittadino del Pd, Salvatore Piconese e Fabrizio Marra, ieri si sono ritrovati nella Federazione di via Tasso con il consigliere regionale Ernesto Abaterusso e con il consigliere comunale leccese Sergio Signore per concordare come chiudere in fretta la partita e ufficializzare il nome di Stefàno. Tra l’altro, è necessario tenere dentro la coalizione di centrosinistra anche l’Udc di Salvatore Ruggeri, che negli ultimi tempi ha dato segni di insofferenza verso l’«attendismo» del Pd. Alle Provinciali di domenica prossima lo Scudocrociato è, insieme al centrodestra, nella lista preparata da Antonio Gabellone.

Ma si sta animando la discussione pure tra i movimenti a sinistra. Per questa sera, è convocata un’assemblea all’interno della «Macelleria sociale» di via Siracusa, nella zona 167 di Lecce. Si ritroveranno gli aderenti a «Lecce Bene Comune» e a «Possibile», il partito di Pippo Civati, proprio per discutere della candidatura da presentare nel capoluogo salentino. Per guidare quello schieramento, alle Comunali di primavera, si sceglierà tra una rosa di nomi. C’è quello del regista e sceneggiatore Alessandro Valenti (proposto da Stefano Cristante), come quelli dei docenti universitari Guglielmo Forges Davanzati, Angelo Salento e Fabio De Nardis. E ancora quelli di tre donne: Virginia Meo, Luisella Guerrieri e Simona Cleopazzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400