Martedì 25 Settembre 2018 | 10:41

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

ambiente

Discarica a Parachianca
il Comune di Lecce dice «no»

Martini: «Meglio stimolare il territorio nella vocazione turistica»

Discarica a Parachianca  il Comune di Lecce dice «no»

LECCE - «Mancano i presupposti per partecipare alla Conferenza dei servizi». Così l’assessore a Igiene e Ambiente, Andrea Guido, «archivia» il progetto della discarica di rifiuti speciali non pericolosi in località Parachianca. Gli uffici comunali, infatti, hanno esaminato la documentazione, rilevando, come spiega l’assessore all’Urbanistica Severo Martini, «discrasie e criticità nel procedimento amministrativo». Aggiungendo: «È preferibile stimolare la crescita del territorio nella sua vocazione turistica».

Da Palazzo Carafa arriva una risposta senza indugi sul progetto dell’Ati Geoambiente-Trio: il Comune di Lecce non parteciperà alla Conferenza dei servizi convocata in Provincia per il prossimo 3 novembre per la Valutazione d’impatto ambientale (Via) e dell’eventuale rilascio dell’Autorizzazione integrata ambientale (Aia). Il progetto coinvolge anche i Comuni di Surbo, Trepuzzi e Squinzano.

«La richiesta delle ditte Geoambiente e Trio, così come formulata, risulta carente nei presupposti che ne dovrebbero legittimare l’esame - spiega Guido - Ragion per cui l’amministrazione comunale non parteciperà alla Conferenza del 3 novembre».

Agli atti degli uffici comunali sono presenti provvedimenti regionali emanati dal «Servizio attività estrattive» da cui emerge che l’attività di cava è stata prorogata fino al febbraio del 2020 (determinazione dirigenziale 117 del 16/09/2010). «Inoltre, e soprattutto - aggiunge - avvalendosi di una polizza fideiussoria di 440 mila euro, la Trio costruzioni si è impegnata, a suo tempo, per il ripristino paesaggistico al termine dell’esercizio». La richiesta delle ditte, secondo Guido, non tiene conto, dunque, del fatto che la cava, formalmente, risulta ancora in attività, che lo sarà fino al 2020, e che vige un obbligo garantito da fideiussione a ricolmare e piantumare l’area scavata secondo la vocazione urbanistica prevista, ovvero lo sviluppo rurale eco compatibile. «Una cava in esercizio non può essere convertita all’improvviso in una discarica - osserva l’assessore - e il progetto, così come è stato presentato, non è nemmeno esaminabile. Sulla cava grava, infatti, anche l’obbligo del recupero a fine periodo di sfruttamento. Queste sono motivazioni ostative a qualunque istruttoria inerente qualsiasi proposta di riconversione del sito. Il progetto di cui si chiede l’esame, che prevede la realizzazione di una discarica per rifiuti speciali non pericolosi nelle medesime aree oggetto della piantumazione obbligatoria prevista, appare quindi in contrasto con i provvedimenti regionali, dei quali, peraltro, non fa neanche menzione. Per questi motivi il Comune di Lecce ha comunicato formalmente alla Provincia, alla Regione, all’Arpa, alla Asl, all’Autorità di Bacino della Puglia e alla Soprintendenza che non parteciperà alla Conferenza di servizi, non essendocene i presupposti. Per me - conclude Guido - questo capitolo si può chiudere qui».

Altre precisazioni giungono dall’assessore all’Urbanistica. «In seguito agli approfondimenti tecnici - fa sapere Martini - sono emerse discrasie e criticità nel procedimento amministrativo e ciò ci induce a non presenziare alla Conferenza dei servizi. Il nostro parere sulla discarica del Nord leccese è critico, soprattutto in considerazione delle caratteristiche dell’area interessata, dove vi sono più attività turistiche con investimenti importanti che vanno protetti e stimolati per una crescita del territorio e dell’economia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Lecce, casa di riposo per anziani abusiva, denunciato titolare

Lecce, casa di riposo per anziani abusiva, denunciato titolare

 
Lecce, maghrebino dà fuocoa cella in carcere: 4 intossicati

Lecce, maghrebino dà fuoco
a cella in carcere: 4 intossicati

 
Svolta sul caso del dj salentino trovato impiccato: forse è stato ucciso

Svolta sul caso del dj salentino impiccato: forse è stato ucciso

 
Turismo nel Salento

Turisti in Salento, si cambia: target alto e più stranieri

 
Ragazzo scomparso a CavallinoRicerche in tutto il Salento

Ragazzo scomparso a Cavallino, telefona alla mamma: «Sto bene»

 
Lecce, arrestato per spaccio ai giardini: aveva cocaina, marijuana e crack

Lecce, arrestato per spaccio ai giardini: aveva cocaina, marijuana e crack

 
Lecce, alloggi in cambio di voti, l'ok dell'ex sindaco: «Giustifichiamo la scelta della famiglia»

Lecce, alloggi in cambio di voti, l'ok dell'ex sindaco: «Giustifichiamo la scelta della famiglia»

 
Galatina, 20 bebè nati in due giorni: è record

Galatina, 20 bebè nati in due giorni: è record

 

GDM.TV

Bari, il coro dei 10mila che cantano: «Bari grande amore»

Stadio San Nicola, il coro dei 10mila canta: «Bari grande amore»

 
Bari, viale Traiano: è cominciata la demolizione del ponte

Viale Traiano a Bari: al via la demolizione del ponte

 
La Sancataldese in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

La Sancataldese (illusa) in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

 
Corteo anrtisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

Corteo antisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

 
Acquaviva, rapinatore di marketincastrato dalla ruggine dell'auto

Acquaviva, rapinatore di market incastrato dalla ruggine dell'auto

 
Razzismo, mazze e cinghie in scontri corteo: ferita eurodeputata

Razzismo, mazze e cinghie in scontri a corteo: ferita eurodeputata

 
Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale VD

 
Bari, arsenale d'armi sepolto nel terreno :sequestrate 6 pistole e 100 munizioni

Bari, scoperto arsenale sepolto in un terreno sulla statale 100 VIDEO

 

PHOTONEWS