Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 04:08

NEWS DALLA SEZIONE

A Giuggianello
Rave party illegale in Salento: 5 denunciati per festa in capannone

Rave party illegale in Salento: cinque denunciati per festa in capannone

 
Nella notte
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via esame periti della Procura: in aula anche Governatore Emiliano

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 
Truffa nel Leccese
Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

 
Ambiente
Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

 
In Salento
Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

 
A Castrignano del Capo
Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Chiede acqua in un bar e gli servono brillantante: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

 

A Lecce e Monteroni

Controlli del Nas nel Salento
chiuse due case di riposo abusive

carabinieri Nas

LECCE - I carabinieri del Nas e della Compagnia di Lecce hanno scoperto e chiuso a Lecce e Monteroni di Lecce due case di riposo abusive.

La prima era una struttura ricettiva per anziani, a Lecce, che inizialmente aveva chiesto l’autorizzazione al Comune ad operare quale Centro diurno con funzionamento per otto ore al giorno, senza pernottamento. Dai controlli è emerso che l'autorizzazione non era stata ancora concessa, ma che la struttura aveva già iniziato a funzionare e inoltre, pur essendo catalogata come struttura diurna per persone autosufficienti (e quindi senza la necessità di personale medico e infermieristico), tra i cinque anziani presenti, due pernottavano da giorni. Al titolare della struttura sono state contestate violazioni in materia penale e amministrativa e gli ospiti anziani sono stati accompagnarti alle loro abitazioni.

A Monteroni di Lecce la struttura, gestita da una cooperativa di Carmiano (Lecce), benché sulla carta risultasse una casa-alloggio (struttura di intrattenimento per persone anziane autosufficienti), ospitava da tempo una decina di anziani, gran parte dei quali allettata e non autosufficiente, alla cui assistenza anche infermieristica provvedevano due semplici dipendenti senza la qualifica di infermiere. Dalla documentazione sono emersi inoltre veri e propri 'passaggi di consegnè che le dipendenti si scambiavano con altre cinque lavoratrici, in corso di identificazione, nei quali venivano segnati in ordine cronologico tutti gli interventi che le stesse dipendenti effettuavano sui pazienti, comprensivi di medicinali e terapie somministrate agli anziani bisognosi. Denunciate le due dipendenti per 'esercizio abusivo di professione sanitarià, mentre il presidente della cooperativa è stato denunciato per 'concorso in esercizio abusivo di professione sanitarià e per 'mancata comunicazione all’autorità di pubblica sicurezza delle generalità delle persone alloggiatè. I dieci anziani sono stati affidati ai famigliari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400