Lunedì 16 Settembre 2019 | 00:03

NEWS DALLA SEZIONE

Sulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 
La tragedia
Veglie, auto piomba su una bici: morto cicloturista belga

Veglie, auto piomba su una bici: morto cicloturista belga
Conducente era drogato

 
indagine nel Leccese
Trepuzzi, a 9 anni palpeggiata da anziano negoziante: arrestato

Trepuzzi, a 9 anni palpeggiata da anziano negoziante: arrestato

 
Il progetto
«Resilienza a domicilio»: l'associazione salentina 2HE porta gli psicoterapeuti nelle case dei malati di Sla

«Resilienza a domicilio»: l'associazione salentina 2HE porta gli psicoterapeuti nelle case dei malati di Sla

 
L'allarme
Gallipoli senza turisti e senza residenti: centro storico verso la desertificazione

Gallipoli senza turisti né residenti: centro storico verso la desertificazione

 
L'inchiesta
Salento, a 15 anni insulti e botte a scuola: indagati 4 bulli, anche una ragazzina

Salento, a 15 anni insulti e botte a scuola: indagati 4 bulli, anche una ragazzina

 
All'Ecotekne
Lecce, principio di incendio nella facoltà di Giurisprudenza: nessun ferito

Lecce, principio di incendio a Giurisprudenza: nessun ferito

 
In via vecchia carmiano
Lecce, vandali di notte nel centro disabili: gravi danni alla struttura

Lecce, vandali di notte nel centro disabili: gravi danni alla struttura

 
nel Leccese
Scorrano, intero centro sportivo costruito senza autorizzazioni: denunciata una donna

Scorrano, intero centro sportivo costruito senza autorizzazioni: denunciata una donna

 
Agricoltura
Xylella, allarme Coldiretti: «A Lecce 90% di olio in meno, frantoi pronti a chiudere»

Xylella, allarme Coldiretti: «A Lecce 90% di olio in meno, frantoi pronti a chiudere»

 
Il talento
Danza, il sogno di Valentino, da Leverano a New York

Danza, il sogno di Valentino, da Leverano a New York

 

Il Biancorosso

Serie C
Il nuovo Bari ricomincia da tre

Il nuovo Bari ricomincia da tre

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeIncidente stradale
Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

 
BrindisiL'omicidio
Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

 
BatLa lite
Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

 
BariAlla Campionaria
Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: sala gremita per il Maestro

Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: «Non posso suonare, smettete di chiedermelo»

 
Foggiai roghi
Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto

Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto. Fiamme anche a Torre Colimena, nel Tarantino

 
LecceSulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 
PotenzaA reggio emilia
La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

 
MateraNel Materano
Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

 

i più letti

Minacce a calciatore indagati 2 ultrà del Lecce

Minacce a calciatore indagati 2 ultrà del Lecce
LECCE – Agenti della Digos di Lecce hanno notificato questa mattina un avviso di conclusione delle indagini preliminari, con contestuale informazione di garanzia, a due ultrà della squadra di calcio del Lecce. I due sono indagati con l’accusa di aver fatto pressione con minacce, offese e violenze su un calciatore della squadra, Walter Alberto Lopez, di nazionalità sudamericana, cercando di condizionare l’attività agonistica,  nonchè sulla società calcistica, all’epoca dei fatti guidata dalla famiglia Tesoro. I fatti risalirebbero alla scorsa primavera con la squadra in crisi di gioco e risultati. I reati contestati sono di violenza e minacce.

Il giocatore uruguaiano, attualmente impegnato in Paraguay, il 19 aprile scorso, serata del derby Lecce-Foggia vinto dai salentini per 1-0, al rientro a casa con la moglie e i due figlioletti di tre anni e di sei mesi venne accerchiato da un gruppo di una decina di ultrà i quali, con fare minaccioso, lo costrinsero a scendere dall’auto immobilizzandolo con le spalle al muro perchè ascoltasse le imposizioni dei facinorosi.
Gli ultrà pretendevano che il calciatore convocasse all’indomani la stampa per delegittimare l’Us Lecce, all’epoca guidata dal gruppo Tesoro, affermando che non pagava regolarmente gli stipendi ai giocatori, in modo tale da delegittimarla e indurla a mettersi da parte.

Il giocatore, al tentativo di rifiuto opposto, venne minacciato di morte dagli ultrà, i quali, per condizionarlo maggiormente, gli avrebbero detto che se avesse accettato lo avrebbero messo "al posto di sant'Oronzo". Nella stessa circostanza gli ultrà contestarono al calciatore la condotta, ritenuta irriguardosa, nei confronti dei tifosi, tenuta nella partita precedente disputata a Melfi, quando il terzino sudamericano non si presentò sotto la curva al termine della partita per l’omaggio finale ai supporter, condizionando con questa omissione il resto della squadra a fare altrettanto.

Il calciatore, intimorito, decise per motivi di sicurezza di andare a dormire con tutta la famiglia in un albergo, telefonando alla società e raccontando quanto subito, dicendo di non voler più restare e di voler rescindere immediatamente il contratto. Lopez verrà poi bloccato il giorno dopo da alcuni compagni di squadra mentre era in partenza per l’aeroporto e convinto a restare.

Del gruppo incriminato, al momento l’indagine della Digos, coordinata dal sostituto procuratore Massimiliano Carducci, ha portato ad identificare con certezza solo due responsabili, di fatto gli esecutori materiali dell’intimidazione. Sono accusati di violenza e minacce per costringere a commettere un reato in concorso. Si tratta di due leccesi già conosciuti alle forze dell’ordine, con vari Daspo alle spalle, uno dei quali finito in carcere perchè indagato in un’altra inchiesta per associazione per delinquere a carico di un gruppo ultrà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie