Sabato 19 Gennaio 2019 | 06:10

NEWS DALLA SEZIONE

Il movimento nel Salento
Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

 
Nel Leccese
Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

 
Il festival
Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

 
All'ospedale Vito Fazzi
ospedale Vito Fazzi di Lecce

Polmone asportato senza aprire torace: super-intervento a Lecce

 
Parla Vincenzo Zara
Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

 
Lontano almeno 300 metri
Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: mi tradisce

Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: «Mi tradisce»

 
nel Leccese
Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

 
Il progetto non decolla
Monteroni, stop all'università islamica: il Tar dà ragione al comune

Monteroni di Lecce, l'università islamica non si farà: il Tar dà ragione al comune

 
Il gasdotto
Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

 
La nomina
Lecce, dopo le dimissioni di Salvemini nominato commissario ex prefetto Sodano

Lecce, dopo dimissioni di Salvemini nominato commissario: è l'ex prefetto Sodano

 
12 e 13 gennaio
BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

 

Perseguita la ex compagna uomo ai domiciliari a Lecce

Perseguita la ex compagna uomo ai domiciliari a Lecce
LECCE – Dopo anni di maltrattamenti continui con insulti, prevaricazioni e violenze fisiche sempre più gravi, circa un anno fa una donna leccese di 50 anni aveva deciso di interrompere la relazione sentimentale con un coetaneo. Da quel momento, però, la situazione è peggiorata: la donna era diventata bersaglio di ripetute minacce di morte estese anche al figlio della coppia, e le violenze, gli insulti erano continuati.

L’uomo minaccioso, violento, con i suoi continui appostamenti e pedinamenti condotti anche sul posto di lavoro, con telefonate quotidiane e messaggi, suonando al campanello di giorno e di notte, ha reso la vita difficile alla ex compagna procurandole uno stato d’ansia permanente. Così, malgrado una prima ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari fosse stata sostituita con quella del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna, l’uomo che è sotto processo, è ora  stato nuovamente posto agli arresti domiciliari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400