Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 18:32

NEWS DALLA SEZIONE

Caccia ai ladri nel leccese
Caprarica, irrompono nell'ufficio postale da un buco nel muro e rubano 18mila euro

Caprarica, irrompono nell'ufficio postale da un buco nel muro e rubano 18mila euro

 
Il caso
Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

 
Uscito dalla macchinetta
Lecce, beve espressino al bar e ingoia pezzo di metallo

Lecce, beve espressino al bar e ingoia pezzo di metallo

 
Il caso nel Leccese
Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

 
A Giuggianello
Rave party illegale in Salento: 5 denunciati per festa in capannone

Rave party illegale in Salento: cinque denunciati per festa in capannone

 
Nella notte
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via esame periti della Procura: in aula anche Governatore Emiliano

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 

Il parente sbaglia? Doppia multa Il comandante non perdona: su Facebook la foto e i verbali

Il parente sbaglia? Doppia multa Il comandante non perdona: su Facebook la foto e i verbali
MELENDUGNO - Intransigente con tutti. Anche con i parenti. Il comandante della polizia municipale Antonio Nahi, ha fatto multare un familiare perché aveva parcheggiato la sua Fiat Panda sulle strisce pedonali e in maniera non parallela all’asse stradale. L’episodio è stato riportato dallo stesso comandante sulla pagina Facebook «Il comandante risponde», con la quale Nahi aggiorna costantemente i cittadini sull'operato del comando della polizia municipale.

Tutto è avvenuto ieri all’ora di pranzo. Il parente del comandante ha parcheggiato in maniera sbagliata proprio nei pressi dell’abitazione del dirigente della polizia municipale e a pochi passi dalla scuola di via San Giovanni. In quei minuti i ragazzi stavano uscendo dalle aule per tornare a casa. Una persona ha segnalato l’accaduto al comandante, ma anche gli agenti della municipale, nel frattempo, avevano preso atto dell’infrazione.

«Le infrazioni commesse sono due - ha scritto il comandante sulla sua pagina Facebook - per un importo di 59 euro entro cinque giorni. Voglio assicurare che la multa è stata regolarmente pagata, come pure in passato quando, in altre occasioni, qualcuno della mia famiglia ha commesso infrazioni. Conservo ancora le ricevute e le esibisco. Non sarò un santo - conclude - ma sul mio lavoro non lascio correre per nessuno».

Il «post», ha ricevuto molti «mi piace»: segno, questo, che i cittadini hanno apprezzato l’intransigenza del comandante nel far rispettare la legge a prescindere da vincoli familiari e amicizie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400