Venerdì 22 Marzo 2019 | 21:57

NEWS DALLA SEZIONE

La foto
Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a Salve, spara a Salvini»

Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a salve, spara a Salvini»

 
La mobilitazione
Xylella, da domani presidio permanente degli agricoltori a Lecce

Xylella, da domani presidio permanente degli agricoltori a Lecce

 
Il caso
Lecce, truffe ad Inps e Agenzie delle entrate: due indagati

Lecce, truffe ad Inps e Agenzie delle entrate: due professionisti salentini arrestati

 
L'iniziativa
Salento, ecco i maratoneti spazzini: sport contro gli zozzoni

Salento, ecco i maratoneti spazzini: sport contro gli zozzoni

 
Emergenza batterio killer
Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

 
Nel Leccese
Trepuzzi: furto al Comune nella notte, rubati 7 computer

Trepuzzi: furto al Comune nella notte, rubati 7 computer

 
A lecce
Statua S.Oronzo, procede restauro: «È molto deteriorata»

Statua S.Oronzo, procede restauro: «È molto deteriorata»

 
Nel Leccese
Presicce, bimbo dimenticato sullo scuolabus, salvato dopo 5 ore

Presicce, bimbo dimenticato sullo scuolabus: salvato dopo 5 ore

 
Il fatto nel 2015
Lecce, pm riapre il caso del suicidio di «dj Navi»

Lecce, pm riapre il caso del suicidio di «dj Navi»

 
Il 25 marzo
Xylella, ministro Lezzi convoca incontro con sindaci del Salento

Xylella, ministro Lezzi convoca incontro con sindaci del Salento

 
I dati
Unisalento, rettore: «Immatricolazioni cresciute del 7,5%»

Unisalento, rettore: «Immatricolazioni cresciute del 7,5%»

 

Il Biancorosso

IL REBUS
Come sostituire Hamlili?Le soluzioni di Cornacchini

Come sostituire Hamlili?
Le soluzioni di Cornacchini

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiFino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
HomeLa foto
Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a Salve, spara a Salvini»

Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a salve, spara a Salvini»

 
FoggiaDopo i servizi di «Striscia»
Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager

Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager, violato il contratto

 
BariAmbiente
Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi ritiro anche con tessera sanitaria

Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi si ritireranno con tessera sanitaria

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale

Taranto, AM condannata per comportamento antisindacale. Borraccino: «Sentenza storica»

 
PotenzaEnergia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 
BatIl caso
Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

 

Il parente sbaglia? Doppia multa Il comandante non perdona: su Facebook la foto e i verbali

Il parente sbaglia? Doppia multa Il comandante non perdona: su Facebook la foto e i verbali
MELENDUGNO - Intransigente con tutti. Anche con i parenti. Il comandante della polizia municipale Antonio Nahi, ha fatto multare un familiare perché aveva parcheggiato la sua Fiat Panda sulle strisce pedonali e in maniera non parallela all’asse stradale. L’episodio è stato riportato dallo stesso comandante sulla pagina Facebook «Il comandante risponde», con la quale Nahi aggiorna costantemente i cittadini sull'operato del comando della polizia municipale.

Tutto è avvenuto ieri all’ora di pranzo. Il parente del comandante ha parcheggiato in maniera sbagliata proprio nei pressi dell’abitazione del dirigente della polizia municipale e a pochi passi dalla scuola di via San Giovanni. In quei minuti i ragazzi stavano uscendo dalle aule per tornare a casa. Una persona ha segnalato l’accaduto al comandante, ma anche gli agenti della municipale, nel frattempo, avevano preso atto dell’infrazione.

«Le infrazioni commesse sono due - ha scritto il comandante sulla sua pagina Facebook - per un importo di 59 euro entro cinque giorni. Voglio assicurare che la multa è stata regolarmente pagata, come pure in passato quando, in altre occasioni, qualcuno della mia famiglia ha commesso infrazioni. Conservo ancora le ricevute e le esibisco. Non sarò un santo - conclude - ma sul mio lavoro non lascio correre per nessuno».

Il «post», ha ricevuto molti «mi piace»: segno, questo, che i cittadini hanno apprezzato l’intransigenza del comandante nel far rispettare la legge a prescindere da vincoli familiari e amicizie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400