Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 03:49

NEWS DALLA SEZIONE

A Giuggianello
Rave party illegale in Salento: 5 denunciati per festa in capannone

Rave party illegale in Salento: cinque denunciati per festa in capannone

 
Nella notte
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via esame periti della Procura: in aula anche Governatore Emiliano

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 
Truffa nel Leccese
Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

 
Ambiente
Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

 
In Salento
Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

 
A Castrignano del Capo
Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Chiede acqua in un bar e gli servono brillantante: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

 

«Migranti di lusso» Ricca famiglia siriana arriva nel Salento in veliero

«Migranti di lusso» Ricca famiglia siriana arriva nel Salento in veliero
LECCE – Una facoltosa famiglia siriana composta da 11 persone ha tentato di entrare clandestinamente in Italia, dal Salento, a bordo di un lussuoso veliero bi-albero di 14 metri. I due cittadini turchi che conducevano lo yacht sono stati arrestati da uomini del pool anti immigrazione interforze con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Nella disponibilità degli 11 immigrati sono stati trovati circa 20mila euro e 500 dollari, somma che avrebbe consentito loro di raggiungere Ventimiglia e, da qui, la Francia.

Il natante era stato rintracciato due giorni fa dalla Guardia di Finanza a due miglia da Leuca: a bordo c'erano dieci siriani (di cui otto minori) tutti appartenenti allo stesso nucleo familiare. I dieci avevano dichiarato di essere in transito nelle acque nazionali e diretti in Tunisia. Poichè nessuno di loro era in possesso del visto di ingresso sui passaporti, era stato loro intimato di allontanarsi dal territorio nazionale. Ieri, tuttavia, i carabinieri di Tricase, allertati da alcuni bagnanti, hanno rintracciato i siriani a Torre Vado, accompagnati a terra dai membri dell’equipaggio dello yacht. E' intervenuto il pool interforze – composto da militari dell’Arma, poliziotti, finanziari e Guardia costiera – che ha accertato che i dieci volevano introdursi irregolarmente sul territorio nazionale.

Durante i controlli è stato trovato anche un undicesimo passeggero dello yacht (che durante il precedente controllo a bordo si era nascosto) che ha ammesso di aver corrisposto 3.000 euro per entrare illegalmente in Italia. Secondo gli investigatori, l’uso di un lussuoso yacht è una "assoluta novità" per il Salento "ed è indicativa del fatto che facoltose famiglie siriane hanno adottato questo nuovo stratagemma" per raggiungere in clandestinità l’Italia "per confondersi tra i diportisti che nel periodo estivo navigano lungo le coste del Salento".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400