Domenica 22 Settembre 2019 | 01:17

NEWS DALLA SEZIONE

Due operazioni
Lecce, nel garage droga e 4mila euro in contanti: 2 arresti

Fiumi di droga in Salento, recuperati 12mila euro in contanti: 3 arresti

 
Nel salento
Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

 
UN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
Nel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
In un allevamento
Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

 
Giro da oltre 2mln di euro
Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

 
Tragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
Televisione
Eurogames, anche Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

Eurogames, Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

 
Presi dai Cc
Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

 
Il duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
Operazione Armonica
Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti Video

 

Il Biancorosso

Calcio
Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceDue operazioni
Lecce, nel garage droga e 4mila euro in contanti: 2 arresti

Fiumi di droga in Salento, recuperati 12mila euro in contanti: 3 arresti

 
TarantoDai carabinieri
Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

 
BatL'annuncio
Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

 
BariA bari
Assenteismo al Di Venere: senologo condannato a 2 anni, il pomeriggio passeggiava in scooter

Assenteismo al Di Venere: 2 anni al senologo, il pomeriggio passeggiava in scooter

 
Potenzatruffa nel potentino
Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

 
MateraL'indagine
Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 

i più letti

Ragazzo morto attesa per l'autopsia

Ragazzo morto attesa per l'autopsia
LECCE – Domattina l’autopsia potrebbe chiarire le cause della morte di Lorenzo Toma, il 18enne leccese deceduto ieri all’alba nella discoteca Guendalina di Santa Cesarea Terme. Una risposta che attende anche il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, riunitosi nella prefettura di Lecce, che aspetta di avere risposte certe prima di prendere eventuali provvedimenti a carico della discoteca. Come è già accaduto per il Cocoricò, chiuso per quattro mesi, dopo la morte del giovane 16enne di città di Castello. Intanto aumentano i controlli sulle discoteche e il ministro dell’Interno, Angelino Alfano invia una direttiva a questori e prefetti per rafforzare la prevenzione nei luoghi di ritrovo soprattutto nelle ore serali e notturne.

Per Lorenzo Toma, intanto, dopo l’autopsia domani sono previsti i funerali, in programma alle 17.30 nella chiesa di San Giovanni Maria Vianney come annunciato dagli amici del giovane sul profilo Facebook aperto in suo ricordo. I familiari, tramite un portavoce, hanno annunciato che saranno esequie private, "senza giornalisti e telecamere".

Il giro di vite per i locali della movida salentina comunque ci sarà e riguarderà soprattutto la verifica dell’orario di chiusura, attualmente previsto per le 4 nonchè il rispetto per i limiti di capienza massima, il più delle volte ignorati dai gestori ai quali sarà chiesta l’attivazione di un sistema di videosorveglianza sia all’interno che all’esterno, collegato con le forze dell’ordine. "Punteremo da subito – ha spiegato il prefetto di Lecce, Claudio Palombo – a far rispettare gli orari di chiusura a tutti i locali da ballo perchè una cosa è che la discoteca chiuda alle 4, un’altra che alle 6.30 stia ancora aperta". A fronte di una presenza stimata nei prossimi giorni in Salento di due milioni di persone, il Dipartimento di polizia provvederà ad inviare ulteriori 140 uomini.

"Ho capito subito che era morto, che non c?era più nulla da fare. Sono distrutto". Scoppia in lacrime Vincenzo De Robertis, gestore della discoteca Guendalina nel ricordare il momento drammatico dei primi soccorsi prestati a Lorenzo: "Il servizio di sicurezza ha fatto tutto il possibile praticando il massaggio cardiaco ancora prima che arrivasse l'ambulanza, ma ogni tentativo è stato vano".
De Robertis ammette di aver appreso dagli amici del giovane che il malore sarebbe sopravvenuto subito dopo che aveva bevuto qualcosa dal tavolo del privè prenotato con gli amici. "Probabilmente quello che ha bevuto - ha detto – è il cocktail che i ragazzi si preparano col kit che forniamo a chi prenota un tavolo, e che prevede tra l’altro una bottiglia di vodka. Aspettiamo l'autopsia per capire cosa possa essere accaduto. Per quanto mi riguarda, posso solo dire che da sempre collaboro con i carabinieri contro pusher e spaccio di droga nel locale". Intanto in segno di lutto la direzione della discoteca ha deciso di annullare l'evento in programma il 12 agosto 'Cocoricò Night'.

E dopo le polemiche, per quanto aveva scritto ieri su Twitter, arrivano le dimissioni del sindaco di Gallipoli, Francesco Errico. La decisione è motivata per il venir meno della "stabilità politica" ma molti osservatori non escludono che possa essere messa in relazione con quanto ieri il primo cittadino aveva affermato circa la responsabilità delle famiglie dei giovani che muoiono in discoteca. "Se le famiglie esercitassero un po' più di controllo sui figli non morirebbe un 18enne la settimana in disco. Se non sai educare non procreare".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie