Martedì 17 Settembre 2019 | 12:45

NEWS DALLA SEZIONE

Il duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
Operazione Armonica
Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

 
La tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 
incidente sul lavoro
Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

 
Sulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 
La tragedia
Veglie, auto piomba su una bici: morto cicloturista belga

Veglie, auto piomba su una bici: morto cicloturista belga
Conducente era drogato

 
indagine nel Leccese
Trepuzzi, a 9 anni palpeggiata da anziano negoziante: arrestato

Trepuzzi, a 9 anni palpeggiata da anziano negoziante: arrestato

 
Il progetto
«Resilienza a domicilio»: l'associazione salentina 2HE porta gli psicoterapeuti nelle case dei malati di Sla

«Resilienza a domicilio»: l'associazione salentina 2HE porta gli psicoterapeuti nelle case dei malati di Sla

 
L'allarme
Gallipoli senza turisti e senza residenti: centro storico verso la desertificazione

Gallipoli senza turisti né residenti: centro storico verso la desertificazione

 
L'inchiesta
Salento, a 15 anni insulti e botte a scuola: indagati 4 bulli, anche una ragazzina

Salento, a 15 anni insulti e botte a scuola: indagati 4 bulli, anche una ragazzina

 
All'Ecotekne
Lecce, principio di incendio nella facoltà di Giurisprudenza: nessun ferito

Lecce, principio di incendio a Giurisprudenza: nessun ferito

 

Il Biancorosso

Dopo Bari Reggina
Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaSerie D
Scontri Nocerina-Foggia: arrestati tre tifosi dalla Polizia

Scontri Nocerina-Foggia: arrestati tre tifosi dalla Polizia

 
BatArrestato
Barletta, marocchino accoltella tunisino e gli aizza contro un Pitbull

Barletta, marocchino accoltella tunisino e gli aizza contro un Pitbull

 
BariLa ricerca
Grasso sul cuore, studio UniBa: rischio scompenso solo in obesi

Grasso sul cuore, studio UniBa: rischio scompenso solo in obesi

 
MateraUna settimana di eventi
Pax Mater, la Città dei Sassi capitale della pace

Pax Mater, la Città dei Sassi capitale della pace

 
LecceIl duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
PotenzaA Londra
Birra lucana bissa titolo campione del mondo

Birra lucana bissa titolo campione del mondo

 
BrindisiIncastrata dai filmati
Francavilla, maltrattava 84enne: arrestata badante georgiana

Francavilla, maltrattava 84enne: arrestata badante georgiana

 
Tarantonel tarantino
Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

 

i più letti

Falsi invalidi nel Salento spuntano 50 denunce e i nomi di 15 medici

Falsi invalidi nel Salento spuntano 50 denunce e i nomi di 15 medici
di FRANCESCO OLIVA

LECCE - Cinquanta nomi per una nuova Invalidopoli. Ci sono i beneficiari, che pur non avendo i requisiti, hanno ricevuto assegni di invalidità ed indennità di accompagnamento. E ci sono anche i medici. Compaiono nell’informativa redatta dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza. Per tutti è scattata una denuncia per truffa aggravata e per falsità in perizia e in certificati medici.
L’indagine è partita nel 2012, quando i finanzieri della sezione Tutela spesa pubblica hanno eseguito un blitz negli uffici della Asl e in quelli dell’Inps. Nei locali dell’ex «Vito Fazzi», dove ci sono gli uffici della Commissione medica della Asl, i militari hanno messo i sigilli all’intero archivio. Sono state passate al setaccio centinaia di pratiche relative alle pratiche di invalidità, inabilità e alle istanze per accedere alle agevolazioni e ai benefici previsti dalla legge 104 che sostiene i disabili e le loro famiglie.

L’indagine della Guardia di Finanza si è conclusa con la denuncia di più di trenta presunti falsi invalidi e quindici medici. Nell’elenco figurano i componenti della commissione medica dell’Asl, compresi un dipendente con funzioni di segretario ed un assistente sociale (nominato nelle pratiche per il riconoscimento della 104). Ma ci sono anche specialisti che avrebbero rilasciato certificati compiacenti con diagnosi gonfiate e i medici di famiglia che avrebbero avviato la domanda per il riconoscimento dello stato di invalidità nonostante il paziente non godesse dei necessari requisiti. Gli investigatori ritengono di aver smascherato più di trenta falsi invalidi. Nel solo 2011 avrebbero intascato circa 200mila euro fra assegni di invalidità e indennità di accompagnamento erogati dall’istituto di previdenza sociale.

Nelle pagine dell’informativa delle Fiamme gialle non si ipotizzano solo benefici concessi sulla scorta di diagnosi gonfiate o di certificati compiacenti. C’è dell’altro e di ancora più grave. Alcuni pazienti (tanto ipotizzano gli investigatori) avrebbero ottenuto il beneficio senza essere visitati dalla commissione medica. Altri avrebbero allegato alla propria pratica accertamenti diagnostici eseguiti da altri soggetti. Il materiale è ora al vaglio del sostituto procuratore Antonio Neg ro. Il magistrato ha provveduto ad iscrivere nel registro degli indagati sei nomi. Si tratta dei componenti della commissione. Le prime due iscrizioni risalgono agli albori dell’inchiesta e sono state la conseguenza delle due denunce (fra cui quella di una donna) che hanno avviato gli accertamenti.

Intanto il magistrato ha conferito ad un proprio consulente l’incarico di verificare le condizioni di salute dei beneficiari degli assegni e se sussistono le invalidità riscontrate dalla commissione medica. I casi sospetti, finiti sotto la lente di Finanza e Procura, riguardano soggetti residenti a Lecce e nei paesi dell’hinterland, fra cui Cavallino, Lizzanello, Trepuzzi e Surbo. A breve le Fiamme gialle informeranno l’Inps sull’esito degli accertamenti al fine di interrompere i benefici nei confronti dei presunti falsi invalidi e per chiedere la restituzione delle somme che sono state intascate indebitamente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie