Lunedì 21 Gennaio 2019 | 12:23

NEWS DALLA SEZIONE

L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 
Truffa nel Leccese
Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

 
Ambiente
Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

 
In Salento
Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

 
A Castrignano del Capo
Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Chiede acqua in un bar e gli servono brillantante: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

 
Vandali al Vanoni
Nardò, dalla finestra della scuola «piovono» sedie

Nardò, dalla finestra della scuola «piovono» sedie

 
Padre, madre e 2 figli
Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

 
Nel Leccese
Strattona nonna 95enne per avere soldi per la droga: un arresto a Casarano

Strattona nonna 95enne per avere soldi per la droga: un arresto a Casarano

 
A Torre San Giovanni
Tenta rapina in farmacia con rasoio e scappa, arrestato 31enne salentino

Tenta rapina in farmacia con rasoio e scappa, arrestato 31enne salentino

 
Il movimento nel Salento
Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

 

Mafia: boss della Scu estradato dall'Ungheria

Mafia: boss della Scu estradato dall'Ungheria
BARI – E' stato estradato in Italia, scortato da agenti dell’Interpol, con un volo giunto a Roma da Budapest, il boss 41enne dell’omonimo clan della Scu Antonio Pellegrino, di Squinzano (Lecce), ricercato dalla magistratura salentina per una serie di reati che vanno dall’associazione per delinquere di tipo mafioso a delitti contro la pubblica amministrazione.

Pellegrino era stato arrestato lo scorso 25 maggio al posto di frontiera di Nagylak, mentre tentava di entrare in Romania, nel corso di un’operazione congiunta di polizia ungherese,  carabinieri dei Ros e Servizio di cooperazione internazionale di polizia del ministero dell’Interno.

Espletate le formalità di ingresso nel territorio italiano, gli è stata notificata l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Lecce il 4 novembre 2014. E’ stato infine portato nel carcere di Rebibbia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400