Sabato 21 Settembre 2019 | 12:54

NEWS DALLA SEZIONE

Nel salento
Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

 
UN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
Nel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
In un allevamento
Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

 
Giro da oltre 2mln di euro
Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

 
Tragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
Televisione
Eurogames, anche Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

Eurogames, Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

 
Presi dai Cc
Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

 
Il duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
Operazione Armonica
Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti Video

 
La tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 

Il Biancorosso

Calcio
Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'episodio
Taranto, minaccia con pistola attivisti al flash-mob per l'ambiente: denunciato

Taranto, minaccia con pistola attivisti al flash-mob per l'ambiente: denunciato

 
Potenzatruffa nel potentino
Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

 
LecceNel salento
Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

 
MateraL'indagine
Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

 
BariNel Barese
Terlizzi, pioggia di calcinacci negli ambulatori: interdetta zona ospedale Sarcone

Terlizzi, pioggia di calcinacci negli ambulatori: interdetta zona ospedale Sarcone

 
Foggiacontrolli
Fogglia, blitz dei cc al mercato di via Rosati: un ambulante multato, l'altro fugge

Fogglia, blitz dei cc al mercato di via Rosati: un ambulante multato, l'altro fugge

 
BatGiustizia svenduta
Magistrati arrestati: «A Trani altri casi di indagini truccate», interrogato D'Introno

Magistrati arrestati: «A Trani altri casi di indagini truccate», interrogato D'Introno

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 

i più letti

Lo scafista fantasma condannato ed espulso ma non si sa chi è

Lo scafista fantasma condannato ed espulso ma non si sa chi è
BARI – E' stato riconosciuto colpevole di essere uno scafista ed espulso dal territorio italiano, ma il provvedimento potrebbe non essere eseguito perchè il ragazzo risulta avere più di una identità con nazionalità diverse. Ha 24 anni ed è stato condannato l’11 maggio scorso dal Tribunale di Salerno con il nome di Aouadh El Jaed Ibrahim Midahir nato in Libia, ed è attualmente detenuto nel Cie di Bari con decreto di espulsione emesso dalla Prefettura di Avellino a carico di un soggetto con un’altra identità, quella di Awad Mudar nato in Sudan.

Secondo il legale che lo assiste, l’avvocato Loredana Liso, "il ragazzo, del quale non si è ancora in grado di poter stabilire se sia di nazionalità libica o sudanese, dato che non è pervenuta nessuna documentazione dal carcere attestante l'attività di identificazione, con ogni probabilità verrà rimesso in libertà entro 30 giorni".

Il 24enne è sbarcato il 6 agosto 2014 nel porto di Salerno a bordo della nave San Giusto, che aveva soccorso tre barconi con a bordo complessivamente più di 1400 migranti. Un barcone si era ribaltato e circa 200 persone erano morte. Il 24enne è stato subito arrestato insieme con altri 5 con l’accusa di favoreggiamento aggravato dell’ immigrazione clandestina. E’ stato processato e condannato nei giorni scorsi a 3 anni e 4 mesi di reclusione e al pagamento di 10 milioni di euro di multa. Dal carcere di Ariano Irpino dove è stato detenuto per tutta la durata del processo è stato trasferito nel Cie di Bari sulla base di un decreto di espulsione emesso, però, nei confronti di una persona con una diversa identità, non più libica ma sudanese. "Se non sarà identificato in 30 giorni – spiega il difensore – sarà rimesso in libertà, nonostante ritenuto pericoloso".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie