Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 18:25

NEWS DALLA SEZIONE

Caccia ai ladri nel leccese
Caprarica, irrompono nell'ufficio postale da un buco nel muro e rubano 18mila euro

Caprarica, irrompono nell'ufficio postale da un buco nel muro e rubano 18mila euro

 
Il caso
Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

 
Uscito dalla macchinetta
Lecce, beve espressino al bar e ingoia pezzo di metallo

Lecce, beve espressino al bar e ingoia pezzo di metallo

 
Il caso nel Leccese
Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

 
A Giuggianello
Rave party illegale in Salento: 5 denunciati per festa in capannone

Rave party illegale in Salento: cinque denunciati per festa in capannone

 
Nella notte
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via esame periti della Procura: in aula anche Governatore Emiliano

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 

Fu ammazzato in Salento e messo in un pozzo arrestato il procugino Reo confesso da 20 giorni

LECCE – Svolta nelle indagini sull'uccisione di Ivan Giorgio Regoli, il 29enne di Matino (Lecce) scomparso il 12 settembre 2011 e le cui ossa vennero ritrovate in fondo ad un pozzo nelle campagne del Salento l’1 agosto dello scorso anno (foto). In cella Cosimo Mele, 35 anni, di Matino, cugino di secondo grado di di Regoli e arrestato in Abruzzo dove si era trasferito  poche settimane dopo la scomparsa della vittima
ARCHIVIO - Trovato morto dopo 3 anni Prima pestato, poi ucciso
ARCHIVIO - Ossa nel pozzo, mamma di Ivan: «Indagate tra amici»
Fu ammazzato in Salento e messo in un pozzo arrestato il procugino Reo confesso da 20 giorni
LECCE – Svolta nelle indagini sull'uccisione di Ivan Giorgio Regoli, il 29enne di Matino (Lecce) scomparso il 12 settembre 2011 e le cui ossa vennero ritrovate in fondo ad un pozzo nelle campagne del Salento l’1 agosto dello scorso anno.

I carabinieri della compagnia di Casarano (Lecce), in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip del tribunale di Lecce Giovanni Gallo su richiesta del pm Antonio De Donno, hanno arrestato il presunto autore dell’omicidio.

Si tratta di Cosimo Mele, 35 anni, di Matino, amico di Regoli e arrestato in Abruzzo dove si era trasferito  poche settimane dopo la scomparsa della vittima.

L’arrestato è figlio della donna un tempo proprietaria del terreno agricolo, in contrada Sant'Anastasia a Matino, in cui si trova il pozzo nel quale venne gettato il corpo di Regoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400