Mercoledì 22 Maggio 2019 | 16:46

NEWS DALLA SEZIONE

È in prognosi riservata
Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

 
L'omicidio nel 2017
Omicidio Noemi, troppe udienze: slitta Appello per ex fidanzato

Omicidio Noemi, troppe udienze: slitta Appello per ex fidanzato

 
Ingenti danni
Lecce, a fuoco villa di candidato Lega gestore di una spiaggia

Lecce, a fuoco villa di candidato Lega gestore di una spiaggia

 
La protesta
«Fascista!»: a Lecce cori e proteste contro il comizio di Salvini

I cori contro Salvini: a Lecce «Fascista!» e a Bari: «Vaff...»

 
La visita
Salvini a Lecce, striscione: «Benvenuto in terra accoglienza». Firmerà patto sicurezza urbana con Emiliano

Salvini a Lecce: «Benvenuto in terra accoglienza». Ma non mancano le proteste VIDEO

 
Il sopralluogo
Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato»

Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato» FT
Ulivi infetti anche nel Tarantino

 
Ambiente
Salento Ecoday: cittadini puliscono 18 aree, da Taranto a Otranto

Salento Ecoday: cittadini puliscono 18 aree, da Taranto a Otranto

 
Verso il voto
Lecce, assalto al gazebo Lega in centro: una ragazza contusa. Martedì atteso Salvini

Lecce, assalto a gazebo Lega in centro Identificati 8 presunti autori Salvini: «Vergogna»

 
L'episodio
Leccese accoltellato a Pescara per rivalità calcistiche: sta bene

Leccese accoltellato a Pescara per rivalità calcistiche: sta bene

 
Il giallo
Novoli, fu trovata nel letto con la gola tagliata: c'è un indagato

Novoli, fu trovata nel letto con la gola tagliata: c'è un indagato

 
La nomina
Lecce, Roberta Altavilla presidente dell'Ordine. «Stop polemiche»

Lecce, Roberta Altavilla presidente dell'Ordine. «Stop polemiche»

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, 10 milioni di euro per il mercatoDe Laurentiis vuole crescere in fretta

Bari, 10 milioni di euro per il mercato: De Laurentiis vuole crescere in fretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa guardia costiera
Bari, sequestrati oltre 6 quintali di tonno: il pesce dato in beneficenza

Bari, sequestrati oltre 6 quintali di tonno: il pesce è stato dato in beneficenza

 
MateraL'idea
Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

 
LecceÈ in prognosi riservata
Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

 
TarantoIl caso
Taranto, furti nei supermercati del centro: 5 denunce

Taranto, furti nei supermercati del centro: 5 denunce

 
Foggianel foggiano
mattinata

Mafia, amministrazione giudiziaria per ditta allevamento a Mattinata

 
BrindisiDopo la denuncia
Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

 
PotenzaL'operazione
GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

 
BatSanità
Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

 

i più letti

Muore sul lavoro Telecom risarcirà con mezzo milione

LECCE - Nelle 13 pagine di sentenza il giudice sottolinea come la Telecom non abbia rispettato le norme per la sicurezza dei dipendenti. In particolare, «le istruzioni del manuale di Telecom sulle norme di sicurezza ed i relativi dispositivi non integravano le condizioni di massima sicurezza del lavoratore»
Muore sul lavoro Telecom risarcirà con mezzo milione
LECCE - Maxi-risarcimento alla famiglia di un operaio della Telecom morto sul luogo di lavoro. Nei giorni scorsi il giudice del lavoro del Tribunale di Lecce Maria Grazia Corbascio ha condannato la compagnia telefonica per oltre mezzo milione di euro, accogliendo il ricorso presentato dagli eredi della vittima, assistiti dagli avvocati Giordano Bacile di Castiglione e Diego Mansi.

L’incidente si verificò il 9 aprile 2008 a Lecce, precisamente in via Toma, nel rione San Pio. L’operaio, di 54 anni, era impegnato nei lavori per l’allaccio di una nuova linea telefonica in un’abitazione. Mentre si trovava su una scala a pioli per fissare il cavo telefonico sulla facciata dell’immobile, l’uomo precipitò al suolo. Immediatamente l’operaio venne portato in ospedale, ma nonostante i tentivi dei medici morì dopo alcune ore di agonia nel reparto di rianimazione.

Nelle 13 pagine di sentenza il giudice sottolinea come la Telecom non abbia rispettato le norme per la sicurezza dei dipendenti. In particolare, «le istruzioni del manuale di Telecom sulle norme di sicurezza ed i relativi dispositivi non integravano le condizioni di massima sicurezza del lavoratore». Il giudice fa riferimento alla tipologia dell’elmetto, che «per le sue caratteristiche tecniche era comunque inidoneo, in quanto destinato a proteggere il capo solo dal rischio di caduta di massi dall’alto, e non anche in caso di caduta del lavoratore».
A tutela di un rischio simile sarebbe stato necessario indossare un casco con altri requisiti tecnici relativi ai punti di fissaggio al capo, al carico minimo di resistenza ed anche in riferimento agli urti laterali.

In sentenza si legge anche che «le forniture di Telecom si erano rivelate inadeguate anche con riferimento alla cintura di sicurezza, in quanto non era stato fornito un dispositivo anticaduta ma solo una cintura di posizionamento finalizzata a consentire al lavoratore di operare con le mani libere». Il magistrato stigmatizza negativamente anche il comportamento del collega, la cui condotta «era improntata alle direttive di Telecom che privilegiano la riduzione dei tempi di lavoro anzichè la sicurezza, poichè egli anzichè prestare ausilio mentre la vittima era in cima alla scala si era occupato di altre mansioni». Visto l’esito del giudizio, è probabile che la compagnia Telefonica ricorrerà in appello.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400