Sabato 21 Settembre 2019 | 17:10

NEWS DALLA SEZIONE

Nel salento
Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

 
UN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
Nel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
In un allevamento
Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

 
Giro da oltre 2mln di euro
Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

 
Tragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
Televisione
Eurogames, anche Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

Eurogames, Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

 
Presi dai Cc
Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

 
Il duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
Operazione Armonica
Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti Video

 
La tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 

Il Biancorosso

Calcio
Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoDai carabinieri
Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

 
BatL'annuncio
Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

 
BariA bari
Assenteismo al Di Venere: senologo condannato a 2 anni, il pomeriggio passeggiava in scooter

Assenteismo al Di Venere: 2 anni al senologo, il pomeriggio passeggiava in scooter

 
Potenzatruffa nel potentino
Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

 
LecceNel salento
Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

 
MateraL'indagine
Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

 
Foggiacontrolli
Fogglia, blitz dei cc al mercato di via Rosati: un ambulante multato, l'altro fugge

Fogglia, blitz dei cc al mercato di via Rosati: un ambulante multato, l'altro fugge

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 

i più letti

Lecce: abuso d'ufficio e peculato, a giudizio ex sindaco Poli Bortone

LECCE – Il gup del tribunale di Lecce Carlo Cazzella ha rinviato a giudizio l’ex sindaco di Lecce ed ex senatrice Adriana Poli Bortone, accusata di concorso in abuso d’ufficio e peculato, nell’ambito dell’inchiesta-bis sull' acquisto dei palazzi di via Brenta a Lecce che ospitano gli uffici e le aule del tribunale civile. Insieme alla ex parlamentare salentina sono state rinviate a giudizio altre otto persone. Poli Bortone: "Durante il processo ci sarà la possibilità di andare a fondo e far emergere la verità"
Lecce: abuso d'ufficio e peculato, a giudizio ex sindaco Poli Bortone
LECCE – Il gup del tribunale di Lecce Carlo Cazzella ha rinviato a giudizio l’ex sindaco di Lecce ed ex senatrice Adriana Poli Bortone, accusata di concorso in abuso d’ufficio e peculato, nell’ambito dell’inchiesta-bis sull' acquisto dei palazzi di via Brenta a Lecce che ospitano gli uffici e le aule del tribunale civile. Insieme alla ex parlamentare salentina sono state rinviate a giudizio altre otto persone, tra cui Massimo Buonerba, ex consulente legale di Poli Bortone, l’ex assessore al Bilancio del Comune di Lecce Ennio De Leo e Pietro Guagnano, legale rappresentante della Socoge, la società costruttrice dei due palazzi, il cui acquisto avvenne mediante una onerosa operazione di leasing del Comune, con rate di due milioni circa di euro all’anno per 20 anni e con una maxi-rata finale per il riscatto di 14 milioni di euro.

La prima udienza del processo è stata fissata per il prossimo 4 maggio davanti ai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Lecce. Per la Procura leccese l’acquisto dei palazzi avrebbe rappresentato un’operazione 'capestrò che avrebbe determinato gravi ripercussioni economiche sulle finanze del Comune e messa in atto per favorire la Socoge. In un primo momento la vicenda era approdata già nelle aule del Tribunale ma il giudice monocratico Stefano Isernia aveva disposto la trasmissione degli atti alla Procura (titolare è il procuratore aggiunto Antonio De Donno) per ulteriori accertamenti, ritenendo che il reato da contestare non fosse quello di truffa, ma concorso in abuso d’ufficio e peculato, questi ultimi di competenza del Tribunale in seduta collegiale. Il supplemento d’indagine portò poi al coinvolgimento penale dell’ex sindaco Adriana Poli Bortone.

"Se dicessi che cado dalle nuvole direi una bugia. Siamo in una fase preliminare, nella quale non vengono vagliate prove e documentazioni, e durante il processo ci sarà la possibilità di andare a fondo e far emergere la verità". L’ex sindaco di Lecce ed ex senatrice Adriana Poli Bortone commenta così la notizia del rinvio a giudizio nei suoi confronti nell’inchiesta sui palazzi di via Brenta, sedi del tribunale civile, acquistati dal Comune di Lecce.

"L'accusa di peculato che mi è stata rivolta nascerebbe - prosegue Poli Bortone – dal fatto che il denaro pubblico, nella disponibilità del Comune di Lecce, sarebbe stato speso male e non dal fatto che io mi sarei appropriata di quel denaro. Ho impiegato nove anni della mia vita da sindaco per dare una svolta alla città di Lecce, attraverso un impegno continuo che mi consente di andare in giro a testa alta".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie