Martedì 17 Settembre 2019 | 10:56

NEWS DALLA SEZIONE

Operazione Armonica
Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

 
La tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 
incidente sul lavoro
Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

 
Sulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 
La tragedia
Veglie, auto piomba su una bici: morto cicloturista belga

Veglie, auto piomba su una bici: morto cicloturista belga
Conducente era drogato

 
indagine nel Leccese
Trepuzzi, a 9 anni palpeggiata da anziano negoziante: arrestato

Trepuzzi, a 9 anni palpeggiata da anziano negoziante: arrestato

 
Il progetto
«Resilienza a domicilio»: l'associazione salentina 2HE porta gli psicoterapeuti nelle case dei malati di Sla

«Resilienza a domicilio»: l'associazione salentina 2HE porta gli psicoterapeuti nelle case dei malati di Sla

 
L'allarme
Gallipoli senza turisti e senza residenti: centro storico verso la desertificazione

Gallipoli senza turisti né residenti: centro storico verso la desertificazione

 
L'inchiesta
Salento, a 15 anni insulti e botte a scuola: indagati 4 bulli, anche una ragazzina

Salento, a 15 anni insulti e botte a scuola: indagati 4 bulli, anche una ragazzina

 
All'Ecotekne
Lecce, principio di incendio nella facoltà di Giurisprudenza: nessun ferito

Lecce, principio di incendio a Giurisprudenza: nessun ferito

 
In via vecchia carmiano
Lecce, vandali di notte nel centro disabili: gravi danni alla struttura

Lecce, vandali di notte nel centro disabili: gravi danni alla struttura

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio, Bari-Reggina:

Calcio, Bari-Reggina: finisce 1-1. Gol di Sabbione

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNella notte
Foggia, danneggiata auto assessore: terza intimidazione al Comune

Foggia, danneggiata auto assessore: terza intimidazione al Comune

 
LecceOperazione Armonica
Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

 
BrindisiIncastrata dai filmati
Francavilla, maltrattava 84enne: arrestata badante georgiana

Francavilla, maltrattava 84enne: arrestata badante georgiana

 
BariIl bando
Servizio civile all'Università di Bari: 118 posti per giovani volontari

Servizio civile all'Università di Bari: 118 posti per giovani volontari

 
MateraNel Materano
Frana Pomarico, Bardi: «In arrivo un piano specifico per le nuove case»

Frana Pomarico, Bardi: «In arrivo un piano specifico per le nuove case»

 
Tarantonel tarantino
Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

 
BatL'evento
Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

 
PotenzaLa challenge
Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

 

i più letti

Capitale della cultura c’è la classifica ufficiale Lecce: zero punti

di EMANUELA TOMMASI
LECCE - Zero voti alla candidatura di Lecce a capitale europea della cultura per il 2019. Dopo le polemiche che, nel capoluogo salentino, hanno fatto seguito alla scelta di Matera, è arrivata la conferma da parte del ministero dei Beni e delle Attività culturali a quella che, fino ad ora, era stata liquidata dal sindaco Paolo Perrone (nella foto col sindaco di Matera Salvatore Adduce) come la solita polemica sterile e strumentale da parte dell’opposizione di centrosinistra, accusata di malafede e sciacallaggio
Matera 2019, Al Bano: «Un risultato meritato»
Capitale della cultura c’è la classifica ufficiale Lecce: zero punti
di Emanuela Tommasi

LECCE - Zero voti alla candidatura di Lecce a capitale europea della cultura per il 2019. Dopo le polemiche che, nel capoluogo salentino, hanno fatto seguito alla scelta di Matera, è arrivata la conferma da parte del ministero dei Beni e delle Attività culturali a quella che, fino ad ora, era stata liquidata dal sindaco Paolo Perrone come la solita polemica sterile e strumentale da parte dell’opposizione di centrosinistra, accusata di malafede e sciacallaggio. Il primo cittadino ha sempre risposto, a quanti già da tempo parlavano di una sonora bocciatura, che i voti ottenuti dal progetto leccese a firma di Airan Berg fossero tre.

La smentita, dunque, è arrivata, proprio dal Ministero. I voti assegnati dalla Commissione esaminatrice sono stati pubblicati sul sito del Mibact nei giorni scorsi. «Matera, 7 voti; Ravenna, 3 voti; Siena, 3 voti». Le altre tre città candidate - oltre Lecce, anche Cagliari e Perugia-Assisi - naturalmente non sono presenti. I voti a disposizione, infatti, erano tredici, uno per ciascuno dei componenti la Commissione.

Complice la coda delle festività, la notizia è stata «scoperta» solo ieri. È bastato per far riesplodere le polemiche. Ma, intorno alle 14, dal sito internet è scomparsa la «pagella», misteriosamente. Tuttavia non sono scomparse, anzi, le critiche all’indirizzo di Perrone. «Dobbiamo prendere atto che ci sono state raccontate un mucchio di frottole da parte dell’amministrazione comune e del primo cittadino» commenta il segretario cittadino del Pd, Fabrizio Marra. E il capogruppo del Pd, Paolo Foresio, invita Perrone «a cospargersi il capo di cenere e chiedere scusa ai leccesi, innanzitutto per aver alimentato la “favola” del testa a testa con Matera quando era chiaro, sin dalla consegna del primo bid book, che si stava mettendo in piedi un progetto sbagliato e staccato completamente dalla realtà. Poi, per aver millantato un secondo posto, clamorosamente smentito». Rilancia Luigi Melica, capogruppo Udc, il quale, oltre ad invitare il sindaco a chiedere scusa ai leccesi, gli propone di «lasciare il passo ad un governo più credibile».

Al sindaco Perrone, in serata, non è rimasto che «prendere atto dell’ufficialità del risultato finale». Aggiungendo che «fonti interne al Ministero, che evidentemente oggi si rivelano inattendibili, ci avevano assicurato che la candidatura di Lecce aveva ottenuto le preferenze di alcuni componenti della commissione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie