Giovedì 24 Gennaio 2019 | 14:37

NEWS DALLA SEZIONE

Le commoventi dichiarazioni
Ha una rara malattia ma è riuscito ad andare in Erasmus: la lettera di un giovane salentino

Ha una rara malattia ma è riuscito ad andare in Erasmus: la lettera di un giovane salentino

 
Nel Leccese
Porto Cesareo, furto al Comune nella notte, rubati soldi e carte d'identità

Porto Cesareo, furto al Comune nella notte, rubati soldi e carte d'identità

 
Si chiamava Gianluca Bisconti
Auto contro un palo nella zona industriale di Lecce: muore 32enne

Auto contro un palo nella zona industriale di Lecce: muore 32enne

 
Il picco
Influenza, Salento prepara 60 posti letto extra in ospedale

Influenza, Salento prepara 60 posti letto extra in ospedale

 
Caccia ai ladri nel leccese
Caprarica, irrompono nell'ufficio postale da un buco nel muro e rubano 18mila euro

Caprarica, irrompono nell'ufficio postale da un buco nel muro e rubano 18mila euro

 
Il caso
Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

 
Uscito dalla macchinetta
Lecce, beve espressino al bar e ingoia pezzo di metallo

Lecce, beve espressino al bar e ingoia pezzo di metallo

 
Il caso nel Leccese
Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

 
A Giuggianello
Rave party illegale in Salento: 5 denunciati per festa in capannone

Rave party illegale in Salento: cinque denunciati per festa in capannone

 
Nella notte
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 

Mazzette all’impiegato e il vitalizio è servito

di FRANCESCO OLIVA
VEGLIE - Una mazzetta per sbloccare la pratica di accompagnamento in favore di un’anziana di Trepuzzi. Soldi – 300 euro - consegnati al dipendente direttamente sul posto di lavoro dal genero della donna, nel frattempo deceduta. Un 58enne di Veglie, al tempo impiegato presso la commissione medica dell’Asl di Galatina, è indagato con l’accusa di induzione alla corruzione
Mazzette all’impiegato e il vitalizio è servito
di FRANCESCO OLIVA

VEGLIE - Una mazzetta per sbloccare la pratica di accompagnamento in favore di un’anziana di Trepuzzi. Soldi – 300 euro - consegnati al dipendente direttamente sul posto di lavoro dal genero della donna, nel frattempo deceduta. Un 58enne di Veglie, al tempo impiegato presso la commissione medica dell’Asl di Galatina, è indagato con l’accusa di induzione alla corruzione. Il suo nome compare nell’avviso di conclusione delle indagini notificato nelle scorse ore dal sostituto procuratore Paola Guglielmi. Le indagini, affidate alla pg della Polizia di Stato, guidata dal vice questore aggiunto Antonio De Carlo, sono state messe in moto dalla denuncia presentata dal dirigente del Dipartimento di prevenzione dell’Asl Giovanni De Filippis a cui era arrivata all’orecchio più di qualche raccolto più di qualche confidenza.

Nonostante il verbale fosse già completo, c’erano dei ritardi nella consegna. La pratica di accompagnamento con cui veniva richiesto il riconoscimento della legge 104/1992 (l’invalidità per handicap) non veniva sbloccata dall’impiegato, fino quando la donna non ha deciso di assecondare la richiesta. Si è così rivolta al genero, che tra l’altro gestisce le pulizie all’interno della struttura sanitaria, e sempre sul posto di lavoro è stata effettuata la consegna: 300 euro sigillati in una busta.

Dopo due giorni la pratica sarebbe stata inviata. Il verbale, infatti, è arrivato a casa dell’anziana. Nel corso delle indagini il genero dell’anziana è stato ascoltato dagli inquirenti ed ha confermato di aver consegnato i soldi richiesti nelle mani dell’impiegato. Il 58enne ha ora venti giorni di tempo per chiedere di essere interrogato o per produrre memorie difensive prima che il pubblico ministero formalizzi la richiesta di rinvio a giudizio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400