Martedì 22 Gennaio 2019 | 19:31

NEWS DALLA SEZIONE

A Giuggianello
Rave party illegale in Salento: 5 denunciati per festa in capannone

Rave party illegale in Salento: cinque denunciati per festa in capannone

 
Nella notte
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via esame periti della Procura: in aula anche Governatore Emiliano

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 
Truffa nel Leccese
Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

 
Ambiente
Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

 
In Salento
Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

 
A Castrignano del Capo
Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Chiede acqua in un bar e gli servono brillantante: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

 

«Pagata» 800 euro per farla prostituire arrestati tre bulgari

LECCE – Tre persone di nazionalità bulgara sono state arrestate dai carabinieri con l'accusa in concorso di riduzione in schiavitù nei confronti di una connazionale di 31 anni, "acquistata" in Bulgaria per 800 euro per farla poi prostituire, e di favoreggiamento della prostituzione nei confronti di altre donne di origini bulgare di età compresa tra i 19 ai 33 anni
«Pagata» 800 euro per farla prostituire arrestati tre bulgari
LECCE – Tre persone di nazionalità bulgara sono state arrestate dai carabinieri con l'accusa in concorso di riduzione in schiavitù nei confronti di una connazionale di 31 anni, "acquistata" in Bulgaria per 800 euro per farla poi prostituire, e di favoreggiamento della prostituzione nei confronti di altre donne di origini bulgare di età compresa tra i 19 ai 33 anni.

L’operazione, chiamata "Robinia" che vuo dire "schiava" nella lingua bulgara, ha permesso di arrestare i presunti componenti di una banda composta da marito e moglie, rispettivamente di 40 e 38 anni e da un giovane di 27 anni i quali – secondo quanto accertato dagli investigatori - "acquistavano" le ragazze in Bulgaria per portarle in Italia e farle prostituire.

Il 'traffico" di donne è stato scoperto grazie alla denuncia fatta dalla giovane 31enne, fermata dai carabinieri per un controllo mentre si prostituiva sulla strada provinciale che collega Maglie a Collepasso: la giovane donna ha raccontato ai militari di essere stata 'acquistatà per 800 euro il giorno prima in Bulgaria da tre connazionali che l'avevano poi portata nel Salento per farla prostituire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400