Sabato 21 Settembre 2019 | 07:03

NEWS DALLA SEZIONE

UN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
Nel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
In un allevamento
Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

 
Giro da oltre 2mln di euro
Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

 
Tragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
Televisione
Eurogames, anche Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

Eurogames, Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

 
Presi dai Cc
Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

 
Il duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
Operazione Armonica
Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti Video

 
La tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 
incidente sul lavoro
Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

 

Il Biancorosso

Il match di domenica
Bari, Schiavone out per derby con Francavilla

Bari, Schiavone out per derby con Francavilla

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl rapporto sanità
Umanizzazione ospedali, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

Umanizzazione cure, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

 
PotenzaLe assunzioni
Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

 
FoggiaFinanziato dal Miur
Sanità, il robot «Mario» in corsia a Casa Sollievo: progetto di Exprivia

Sanità, la robotica in corsia e a casa: progetto di Exprivia

 
LecceUN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 
MateraL'iniziativa
Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

 
TarantoIl Riesame
Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

 
BatL'inchiesta
Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzina

Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzine

 

i più letti

Dice «no» a snack in classe intimidazione a preside liceo

TREPUZZI (Lecce) - Un foglio formato A 4 ripiegato e appoggiato accanto alla bottiglia di benzina - era indirizzata alla dirigente scolastica Maria Oliva, di Trepuzzi, a capo del liceo linguistico e delle scienze umane Ettore Palumbo di Brindisi. Una missiva dalla «modalità mafiosa che non può essere tollerato, soprattutto perchè - dice Maria Oliva - in questo istituto nessuno ha mai negato l’ascolto ed il confronto».
Dice «no» a snack in classe intimidazione a preside liceo
TREPUZZI (Lecce) - A qualcuno non piace che bevande e merende non si possano consumare in aula ma nel corridoio, vicino ai distributori, e allora lancia alla preside un messaggio mafioso: benzina corparsa per terra con una bottiglia e una lettera: «Adesso attenta che finisce male, la prossima volta perderà la macchina».

Il messaggio - un foglio formato A 4 ripiegato e appoggiato accanto alla bottiglia di benzina - era indirizzata alla dirigente scolastica Maria Oliva, di Trepuzzi, a capo de liceo linguistico e delle scienze umane Ettore Palumbo di Brindisi. Una missiva dalla «modalità mafiosa che non può essere tollerato, soprattutto perchè - dice Maria Oliva - in questo istituto nessuno ha mai negato l’ascolto ed il confronto».

E proprio per questo, a dimostrazione della totale apertura, ieri mattina, dopo essere stata in Questura per denunciare l’accaduto, la preside ha voluto riunire tutti: studenti, docenti e genitori perchè si comprendessero fino in fondo «i termini della questione». La preside ha letto la missiva, nella quale le viene rimproverato di far consumare le bevande vicino le macchinette e non in classe e di insistere con la richiesta di lasciare le aule pulite. A tal proposito l’anonimo mittente, che scriverebbe anche per gli altri «studenti», ma che si firma «mi sono stufato», dice tra l’altro: «le pulizie le dovete fare voi e non gli alunni». Una decina di righe scritte a penna e in stampatello. E alla fine fa allusione all’auto della preside.

La notizia ha creato apprensione tra loro e i genitori che hanno chiesto se ci fosse un pericolo. Tra telefonate e incontri la tensione si è smorzata. Nella riunione la preside ha spiegato che «la scuola è un luogo sicuro». Quando hanno appreso il contenuto della lettera, tutti si sono rasserenati. «Tolleranza zero contro questo tipo di manifestazioni, è questa la condotta che seguiremo - ha detto la preside - se io dico a qualcuno di consumare le bevande vicino alle macchinette e di usare i contenitori dei rifiuti accanto è per rendere la scuola accogliente e pulita, prima di tutto per gli stessi studenti. Ho invitato i ragazzi a individuare e isolare comportamenti intolleranti. Ho invitato alunni e lo stesso personale ad un maggior rispetto delle regole, dopo questo episodio. Terremo la guardia alta».

Sulla vicenda è intervenuto il Presidente del Gruppo Pd alla Regione Puglia Pino Romano scrivendo una lettera alla preside. «Grazie a persone come lei, direttrice Oliva, a cui va la mia più sentita solidarietà, la nostra società può sperare di essere migliore».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie