Domenica 22 Settembre 2019 | 02:12

NEWS DALLA SEZIONE

Due operazioni
Lecce, nel garage droga e 4mila euro in contanti: 2 arresti

Fiumi di droga in Salento, recuperati 12mila euro in contanti: 3 arresti

 
Nel salento
Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

 
UN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
Nel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
In un allevamento
Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

 
Giro da oltre 2mln di euro
Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

 
Tragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
Televisione
Eurogames, anche Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

Eurogames, Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

 
Presi dai Cc
Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

 
Il duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
Operazione Armonica
Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti Video

 

Il Biancorosso

Calcio
Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceDue operazioni
Lecce, nel garage droga e 4mila euro in contanti: 2 arresti

Fiumi di droga in Salento, recuperati 12mila euro in contanti: 3 arresti

 
TarantoDai carabinieri
Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

 
BatL'annuncio
Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

 
BariA bari
Assenteismo al Di Venere: senologo condannato a 2 anni, il pomeriggio passeggiava in scooter

Assenteismo al Di Venere: 2 anni al senologo, il pomeriggio passeggiava in scooter

 
Potenzatruffa nel potentino
Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

 
MateraL'indagine
Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 

i più letti

Gasdotto, c’è il vertice tra Vendola e i sindaci

di ELENA ARMENISE
«Sindaci da Vendola per un approdo alternativo, bene così». Il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, commenta così l’iniziativa del presidente della Regione che, martedì prossimo, incontrerà a Bari i primi cittadini di Melendugno e Vernole per discutere sulla questione dell’approdo del gasdotto Tap. Secondo il presidente del Consiglio regionale ci può essere quindi «una Tap il meno invasiva possibile», in grado di coniugare la domanda energetica civile e industriale con le esigenze di tutela dell’ambiente e dell’economia turistica
Gasdotto, c’è il vertice tra Vendola e i sindaci
di ELENA ARMENISE

«Sindaci da Vendola per un approdo alternativo, bene così». Il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, commenta così l’iniziativa del presidente della Regione che, martedì prossimo, incontrerà a Bari i primi cittadini di Melendugno e Vernole per discutere sulla questione dell’approdo del gasdotto Tap. «Ho sempre sostenuto l’esig enza di una localizzazione pugliese meno impattante dello sbarco del gasdotto su una delle spiagge più belle del Mezzogiorno e ripongo molte aspettative sul confronto coi territori, per trovare un’in - tesa con il governo e la società azera utile ad allontanare il passante dal “salotto” di San Foca - dice Introna - Coinvolgere le amministrazioni locali in un percorso propositivo è la scelta giusta».

Il presidente del Consiglio regionale guarda dunque con ottimismo verso il tavolo di confronto convocato da Vendola in risposta ad una richiesta ufficiale partita dai sindaci dei due comuni direttamente interessati alla realizzazione dell’opera, con il sostegno dei 40 comuni salentini contrari all’approdo a San Foca. «In democrazia, rispettare le comunità sulle scelte che riguardano il loro futuro è un dovere per chi amministra, la partecipazione è un valore - aggiunge Introna - Cercare il consenso dei territori significa avviare il problema verso una soluzione, perché lo stesso primo ministro Renzi, nel suo breve confronto in fiera con i sindaci, si è detto disponibile a spostare altrove sul litorale sud-adriatico il sito di atterraggio della condotta sottomarina e la stazione terminale di ricezione del gas naturale».

E sulle possibili alternative di approdo, Introna aggiunge: «Possono risultare ipotesi più che concrete, contando sulla disponibilità dichiarata dal premier». «No alla localizzazione a Melendugno, benissimo, no al tubo tra gli ombrelloni di San Foca - dice ancora Introna - Ma sì al gas azero che ci affranca dai mal di pancia di Putin e dai disordini politici nordafricani. L’iniziativa di Vendola ci avvicina certamente a un risultato condiviso, la condotta deve puntare verso un’altra zona. Ora - prosegue - occorre costruire il consenso attorno a un’opera che dovunque approdi deve minimizzare qualsiasi impatto e i territori hanno il diritto di chiedere tutte le garanzie, di pretendere i più elevati standard di sicurezza ambientale e tecnologica».

Secondo il presidente del Consiglio regionale ci può essere quindi «una Tap il meno invasiva possibile», in grado di coniugare la domanda energetica civile e industriale con le esigenze di tutela dell’ambiente e dell’economia turistica. «Il fiorire di u n’economia che vede ripagati nel settore turistico gli sforzi del governo regionale per uno sviluppo sostenibile, segnala i successi del brand Puglia nel mercato turistico internazionale, certificati da dati recentissimi - dice - con l’11% delle richieste siamo sul podio, dopo Toscana (16%) e Liguria (15%), delle Regioni più cercate dagli stranieri nei primi sei mesi del 2014 sul portale Gate Away, che promuove all’estero le abitazioni italiane. Difendiamo i nostri punti di forza, rispettiamo San Foca – conclude - trasferiamo i tubi più in là, è una scelta di buon senso».

Intanto il Movimento 5 Stelle chiede chiarimenti in vista dell’apertura del tavolo di confronto istituzionale. «Ci chiediamo a questo punto se Vendola non vuole più il gasdotto o se per lui sia diventato solo un problema di approdo - dice la senatrice Barbara Lezzi - prima di prendere qualunque decisione sulla testa delle comunità lo invitiamo ad ascoltare il territorio su cui si vorrebbe far approdare l’opera».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie