Sabato 21 Settembre 2019 | 17:07

NEWS DALLA SEZIONE

Nel salento
Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

 
UN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
Nel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
In un allevamento
Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

 
Giro da oltre 2mln di euro
Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

 
Tragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
Televisione
Eurogames, anche Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

Eurogames, Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

 
Presi dai Cc
Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

 
Il duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
Operazione Armonica
Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti Video

 
La tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 

Il Biancorosso

Calcio
Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoDai carabinieri
Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

 
BatL'annuncio
Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

 
BariA bari
Assenteismo al Di Venere: senologo condannato a 2 anni, il pomeriggio passeggiava in scooter

Assenteismo al Di Venere: 2 anni al senologo, il pomeriggio passeggiava in scooter

 
Potenzatruffa nel potentino
Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

 
LecceNel salento
Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

 
MateraL'indagine
Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

 
Foggiacontrolli
Fogglia, blitz dei cc al mercato di via Rosati: un ambulante multato, l'altro fugge

Fogglia, blitz dei cc al mercato di via Rosati: un ambulante multato, l'altro fugge

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 

i più letti

Misteriosi fumi su Maglie intossicati quattro ragazzi

di CAMILLO DE DONNO
MAGLIE - Di notte c’è una presenza inquietante nell’aria di Maglie e del circondario. Fumi dall’o d o re acre si spandono sulla città e nelle campagne; “va - pori” praticamente invisibili alla vista, ma ben distinguibili all’olfatto e dagli effetti alle volte preoccupanti. Nei giorni scorsi è accaduto che quattro ragazzi impegnati in una partita di calcetto presso un impianto sportivo non lontanissimo dall’abitato si siano sentiti male. E non è un caso isolato
Misteriosi fumi su Maglie intossicati quattro ragazzi
di CAMILLO DE DONNO

MAGLIE . Di notte c’è una presenza inquietante nell’aria di Maglie e del circondario. Fumi dall’o d o re acre si spandono sulla città e nelle campagne; “va - pori” praticamente invisibili alla vista, ma ben distinguibili all’olfatto e dagli effetti alle volte preoccupanti. Nei giorni scorsi è accaduto che quattro ragazzi impegnati in una partita di calcetto presso un impianto sportivo non lontanissimo dall’abitato si siano sentiti male, sono stati presi da attacchi di tosse che li hanno costretti a smettere di giocare. Ma non si tratta di un caso isolato, le lamentele sono tante e vengono da ogni parte. Insomma, non sembrerebbe esserci una zona particolarmente colpita che possa aiutare a localizzare l’origine dell’inquinamento.

Che le cose stiano così è indirettamente dimostrato anche dalla discussione che si è aperta su facebook e che mostra come il fenomeno sia registrato in più zone. Questa particolarità probabilmente si può spiegare con la situazione meteorologica dei giorni scorsi. Infatti non è azzardato supporre che a determinare la ricaduta dei fumi sia il fenomeno dell’in - versione termica, in altri termini i gas di combustione salgono in verticale fino a raggiungere uno strato d’aria di diversa temperatura, lì si spandono in orizzontale per poi ricadere al suolo su un’area abbastanza vasta da non permettere di individuare la fonte.

Se la fonte è sconosciuta, ben codificata è invece l’analisi olfattiva: praticamente tutti concordano sul fatto che i miasmi della piattaforma depurativa sono altra cosa, così come non convincente pare la spiegazione che attribuisce all’incendio delle potature degli ulivi l’origine dei fumi. Questa ipotesi non è ritenuta valida perché la combustione delle ramaglie non genera fumi dall’odore acre come invece accade quando è dato fuoco ai rifiuti. C’è inoltre un’altra circostanza da considerare: i gas irritanti non calano sul magliese in prima serata come accadrebbe nel caso di ramaglie bruciate a fine giornata di lavoro, ma intorno alle 23, ora abbastanza tarda per consentire a chi appicca il fuoco di agire indisturbato e godere della quiete dell’intera notte.

Così nell’immaginario collettivo si va facendo strada l’ipotesi di un traffico illecito di rifiuti e della loro “distruzione”nel circondario di Maglie. Una seconda terra dei fuochi? Ovviamente si tratta di puri esercizi di fantasia. Il gas irritante invece c’è davvero e ancora non si sa cosa o chi lo generi. C’è solo da aggiungere che ora la tramontana disperderà i gas e verosimilmente la loro presenza non sarà più avvertita dalla popolazione, la speranza è che basti anche ad annullare eventuali effetti nocivi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie