Lunedì 21 Gennaio 2019 | 16:26

NEWS DALLA SEZIONE

Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via l'esame dei periti della Procura: all'incontro anche Emiliano

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 
Truffa nel Leccese
Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

 
Ambiente
Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

 
In Salento
Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

 
A Castrignano del Capo
Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Chiede acqua in un bar e gli servono brillantante: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

 
Vandali al Vanoni
Nardò, dalla finestra della scuola «piovono» sedie

Nardò, dalla finestra della scuola «piovono» sedie

 
Padre, madre e 2 figli
Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

 
Nel Leccese
Strattona nonna 95enne per avere soldi per la droga: un arresto a Casarano

Strattona nonna 95enne per avere soldi per la droga: un arresto a Casarano

 

Manca il «braccialetto» detenuto resta in carcere

LECCE – Sono stati arrestati insieme per procurata evasione e condannati a pene similari (due anni l’uno, due anni e quattro mesi l’altro), hanno ottenuto entrambi il beneficio degli arresti domiciliari, ma solo uno dei due è a casa: il complice è ancora rinchiuso nel carcere di Lecce perchè sono finiti i braccialetti elettronici
Manca il «braccialetto» detenuto resta in carcere
LECCE – Sono stati arrestati insieme per procurata evasione e condannati a pene similari (due anni l’uno, due anni e quattro mesi l’altro), hanno ottenuto entrambi il beneficio degli arresti domiciliari, ma solo uno dei due è a casa: il complice è ancora rinchiuso nel carcere di Lecce perchè sono finiti i braccialetti elettronici.
Protagonista della vicenda sono Ivan Spedicati e Antonio Vitale, di 23 e 31 anni, entrambi di Surbo (Lecce), condannati per aver favorito l’evasione dal carcere di Padova di un moldavo, Sergei Vitali, di 30 anni, che stava scontando una condanna a 15 anni per aver ucciso con colpi di accetta un connazionale.
A Spedicati i domiciliari sono stati concessi 20 giorni fa, quando c'era ancora disponibilità di braccialetti elettronici. A Vitale il beneficio è stato concesso alcuni giorni dopo ma non essendoci braccialetti elettronici è ancora in cella. Il suo legale, l’avv. Mario Ciardo, ha scritto alla direzione del carcere di Lecce facendo presente questa disparità di trattamento e la mancata ottemperanza della disposizione del giudice.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400